In amore non vince chi fugge e non vince chi insegue e non vince chi ama, in amore vince chi aspetta.

Sì ma che vince?!? un fidanzato ritardatario?😳

leggevo oggi nella mia girata domenicale mattiniera (a proposito, non c’era un cane! -tranne vabbè quello del mi babbo che è venuto a grugnire ai gatti- )questa massima d’autore casualmente in vari contesti dal reale al web da novella40000 ai più profondi siti di contenuti sciamanici trascendentali, della serie distendiamoci tutti come zerbini pur di non restare soli, pur di ricevere briciole di amore ripensato, ripensato troppo. Non parlo solo di fidanzati e fidanzate. E’ così bella l’autonomia, la libertà di pensiero….DOVETE OBBLIGATORIAMENTE PENSARLA COME ME🙌🏻😂. Io comunque sono una puntuale, per virar discorso. Magari non vengo proprio😁, non mi presento, me la sgamo, ma lo faccio puntalmente. E sono arrivati i gattini! Ecco gli aggiornamenti degli insta-ultimi giorni e una spettacolare ricetta geniale  in anteprima mentre mi metto seduta a recuperare tutte quelle che ancora mi manca di inserire perché li odio i debiti di ricette😫 e sistemare un po’ le news e le pagine del blogghe, questa tirata fuori last minute ieri sera per far scrocchiare di salute l’ospedaliero petto di pollo pallido, augh!

Veniamo alla ricetta dei filettini di pollo impanati ai fiocchi avena e cotti al forno. Healthy and flash! Io li ho accompagnati con dei crauti al naturale solo un po’ scaldati e cosparsi di semi di papavero e chia che ci stanno benissimo col gusto “tedesco-crucco” della pseudo-schnitzel, e creckers 100% integrali per restare in tema, starebbe bene anche pane di segale, và.

Petto di pollo ai fiocchi di avena

Ingredienti x 2 persone:

300g circa di fettine sottili di petto di pollo (potete acquistarle già affettate sottili o tagliarle voi stessi dell’altezza di mezzo centimetro)

1 uovo

Farina di avena q.b (una cucchiaiata per la prima impanatura)

50g circa di fiocchi di avena mignon

Sale e pepe q.b

Semi di sesamo 1 cucchiaino

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

 

Procedimento:

In un piatto fondo sgusciare e sbattere bene l’uovo.

Battete con un batticarne se non sono già pronti i filetti di pollo finché diventano sottili circa mezzo centimetro (così diventeranno belli croccanti ma non fibrosi all’interno e cuoceranno in un attimo)

Salare leggermente i filetti da entrambi i lati e pepare se piace.

Disporre la farina di avena in un piatto piano e passarci velocemente ogni filettino di pollo finché è ben ricoperto di uno strato fine, togliete la farina in eccesso, dovrà formare un velo.

Disponete anche i fiocchi avena piccoli (mignon) in un altro piatto piano e versateci un cucchiaino di semi di sesamo e un pizzico di sale mescolando brevemente per uniformare l’impanatura.

Adesso passare le fettine di pollo infarinate da entrambi i lati nell’uovo sbattuto e poi nei mini fiocchi di avena al sesamo finché sono ben ricoperti dappertutto in modo uniforme senza avvallamenti o parti grumose.

In una teglia stendere un foglio di carta da forno e un cucchiaio di olio e disporci tutti i filettini uno accanto all’altro, irrorare con un altro cucchiaio di olio i filetti nella teglia.

Cuocere in forno ventilato precedentemente scaldato a 190°, massimo dieci/12 minuti finché la crosticina di avena e sesamo non comincia a dorare. Non farli bruciare (ovvero il sesamo non deve diventare marrone scuro o nero, ma solo fragrante e tipicamente nocciolato/aromatico)

Servirli ben caldi con un contorno a piacere, i crauti ci stanno bene, ma anche spinaci, insalata,  patatine fritte per annullare l’effetto healthy quel che volete insomma 😂

Buoni! Se fate tardi a pranzo io mangio. ve lo dico😂, che dopo ho da fare shopping venite con me? I miei consigli amazon ve li potete spulciare comodamente in pantofole, col gatto acciambellato in braccio, sognando follie pigre e rimandando al mittente chi ci vuole in un certo modo: stressati, bah, compiacenti, doppio bah, belli buoni e bravi  (e finti) fino alla nausea triplo bah😒. Perché l’amore più grande e profondo e in ascolto che non va davvero mai fuggito o aspettato troppo, è quello per noi stessi. See ya next time!💙

18 thoughts

        1. tipo io ho già che belle vinto un posto all’inferno😂. m’hanno tirata a sorte o mirata? mah. misteri. poi io sono per la meritocrazia. una volta vinto qualcosa cazzo te ne fai? stai contento due minuti due. e il marito ti continuerà a cornificare. per dire. hai vinto solo che di facciata è tornato perché gli faceva comodo (idem la moglie ovvio)

          1. Ahaha è una possibilità, quella di aver vinto l’inferno, vorrebbe dire che c’è un paradiso! Sul mirare o meno: hai magliette coi cerchi colorati concentrici? No così per chiedere.
            Magaaaaari ci fosse sempre una facciata e un dietro, accade che non ci sia un dietro e nemmeno un dacanti, ma invece un soffrire.
            ^_^

    1. 🔝🔝Ma ci credi che su ottocentomila che avranno letto tra qui e i vari social questo post sei stata l’UNICA non solo a AZZECCARLO in pieno👏🏻 ma anche proprio a rispondere all’indovinello??? non so se ciò mi fa piangere o beare che almeno uno (tu) nell’universo mi rendi -culturalmente- una persona felice e fiduciosa nell’umanità 😂😂😍😍. bravissima.

Dimmi tutto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.