C’era una tante volte la primavera

C’era una tante volte la primavera

C’era una volta in Puglia…

Riso Patate e Cozze…. ( e c’è ancora, per fortuna😅)

…io oggi però mi sono divertita in pochi minuti a farne una versione supersana in verde💚:

⭐️Riso EDAMAME e Cozze💃😁⭐️

XAKDE6334.jpg
Suona bene lo stesso, no??😂 e vi assicuro che è delizioso! 😍E’ anche un idea per fare un’insalata di riso un po’ diversa🙌🏻
*

Ingredienti x 2

  • 100g edamame surgelati
  • 120g riso basmati integrale a cottura rapida
  • 2 ciuffi di prezzemolo
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale e pepe q.b.
  • 400g di cozze col guscio
  • 1/2 limone spremuto
  • 3 cucchiai olio evo

Procedimento

Spurgate spazzolate e pulite bene le cozze e apritele in una padella con coperchio con 1 filo d’oilo, 1 spicchio d’aglio, e 1 ciuffetto di prezzemolo, aprite il coperchio e non appena sono aperte sono cotte. Quelle che invece sono rimaste chiuse scartatele. Prelevatele dalla padella e scusciatele tenendole da parte, poi filtrate l’acqua del fondo e fatela restringere appena sul fuoco. Quindi ributtateci le cozze sgusciate. Intanto semplicemente cuocere il riso basmati integrale 10 minuti in acqua bollente salata e a metà cottura versate nell’acqua bollente anche gli edamame surgelati così cuociono 5 minuti insieme al riso. Scolate riso e edamame e amalgamateli con il sughetto con le cozze. Aggiungete poco succo di limone strizzato al tutto, 1 filo d’olio a crudo, pepe, e un trito di prezzemolo.

Voilà!

pronto da mangiare in un Trullo di Gallipoli😌…ok, no…sul tatami di un tempietto sperduto a Kyoto😂…. o forse semplicemente nella terrazza della Betta 🙈😜 Siete già partiti voi a fare insalate di riso?
gente che abbia inizio il countdown per il weekend💃 che programmi avete di bello? Io nulla😂 però mi piace pensarlo! Buon pranzo igerz 🤗

*

Invece c’era una volta in Toscana…

Buon appetito!! ⭐️Insalatina fresca di zucchine, favette fresche, e ricottina fresca⭐️ 😁Insomma “pare” che questa sia un’#insalata proprio #fresca !!!😂 Però forse …🤔ci dovrei aggiungere un tocco di fresco,… per rinfrescarla un po’😂 è deliziosa, la Primaveritudine!!!😍 Questa piace anche al mi babbo secondo me, che appena intravede una ricotta lontano un chilometro all’orizzonte, si comincia a agghindare di collane d’aglio, crocifissi, totem vari😂😂…vaderetro! Facilissima e sana, ve la consiglio davvero come #antipasto o come insalata, con del #panecasareccio integrale 😋😋 Gli ingredienti sono zucchine scure e chiare novelle miste, crude a filetti e a rondelle sottili, #fave in #baccelli sgranate, olio sale e pepe, poco succo di limone per le #zucchine, all’ultimo si aggiungono fettine di #ricotta di giornata sulla superficie senza irrorarle col #limone, salare leggermente e pepare.😍 L’ho già detto che è fresca?😂 Quali sono igers gli ortaggi che di solito si cuociono o si cucinano per contorno o per ricette che vi piacciono molto anche crudi in insalata?? Io appena c’è un po’ di caldo sento il bisogno di scrudaiolare😂 E ora tutti a far la gitarella domenical… (ah no, è ancora giovedì🙈😫😫) #ifeelbetta #fresh #ricetteprimaverili #colorinelpiatto #vegetarian #recipeoftheday #healthy #sanoebuono #ricetteleggere #cucinasana #veggies #springsalad #raw #whatsforlunch #humor #healthyliving #ricottacheese #legumi

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Annunci

Tabouleh alla libanese

Tabouleh alla libanese

Buon sabato Bettabloggerz! Il sole oggi c’è davvero eh 😁niente scherzi!

Per continuare nella lunga e tormentata storia d’amore di’ cetriolo😂 (vedi post su instagram di ieri, felice d’avervi messo nell’anima la pulce di comvertirVi😌…espiate gente 😂 ognuno porta la sua croce e il suo cetriolo sullo stomaco😂)….ci sarebbe anche la Versione “Libanoooous”, col bulghour della panzanella !!!😍 Quasi stessi ingredienti, ma con un profumo pazzesco!!!! Piattino delizioso e fresco, estivo, vegan buono-e-sano per eccellenza, vedete un po’ se vi garba, io lo adoro fatto così!😍😋

 

*

⭐️Tabouleh alla libanese di grano spezzato con menta e prezzemolo ⭐️

WVWOE5604

 

Ingredienti x 4 pers

  • 200 g di bulghur integrale (quasi tutti lo sono)
  • 80g  di prezzemolo
  • 20g di menta
  • 1/2 cetriolo lungo
  • 6/7 pomodorini ciliegini
  • 2 cipolline fresche
  • 2 limoni
  • 5 cucchiai olio extra vergine d’oliva
  • sale
  • pepe nero

Procedimento

Lessate il grano spezzato in acqua salata in quantità doppia al suo peso (esempio 200g bulgur =400ml acqua) x 11/12 minuti, spegnete e lasciate riposare finché si sarà gonfiato bene. Intanto lavare e tagliate a spicchietti i pomodorini, i cetrioli a dadini e tritate o affettate a rondelle sottili le cipolline. Mettete tutto in un colino a perdere l’acqua di vegetazione. Conservardo due cucchiaiate dell’acqua dei pomodori.

Tritate menta e prezzemolo  abb finemente con un coltello e spremete il succo dei limoni.

Una volta riposato, sgranate bene il bulgur con una forchetta o con le mani e mettetelo in una terrina insieme alle verdure preparate e le erbe tritate. Condite con il succo di limone. Create infine un’emulsione con l’acqua dei pomodori tenuta da parte, tutto l’olio, sale e pepe, e condite con questa il Tabulè 😋, mescolate bene, fate riposare ancora un po’ e servite fresca 😋.

*

THIS IS GOODMOODFOOD!😍 

 

…comunque l’ho mangiato stupendo anche in #Turchia….anzi, diciamo che per tutta la mia settimana a #Istanbul ho mangiato “solo” questo😁…E i panini con lo sgombro sul ponte. E il burro turco -giuro, esiste, è buonissimo!- e Lo yogurt. E la pizza-pida turca, quella allungata. E i locum😋. E i dolcetti di pasta kataifi. E i semel di pane col sesamo. E le melanzane ripiene. E le sfoglie di formaggio. E gli spiedini di pollo. E le zuppette di lenticchie speziate a colazione😳😍 ( chi è stato a istanbul può capirmi😍). E l’hummus. E ovviamente tanti tanti cetrioli e tanto çay, cioè il tè.

Poi ho mangiato pure il dolce col pollo😱, ebbene sì, sono andata fino alla sponda asiatica per il leggendario😁—> poi però mi so infilata in una moschea🙈 tutta sciallata, a chiedere, prostrata a terra con la testa china in un angolino, la grazia a Allah di dimenticarlo🙆🏻🙈)

*E voi Che ricordi buffi e/o mangerecci avete dei vostri viaggi?? Buon weekend amici!

 

 

 

SalvaSalva

Farfalle alle verdure primaverili in sugo di noci

Farfalle alle verdure primaverili in sugo di noci

Vieni a vedere la mia collezione di farfalle??😜😜…quel vecchio trucchetto da disadattati che ci volevano provare…😂oggi si direbbe: vieni a vedere il mio profilo instagram?😁
*Cena fresca, ieri, in terrazza guardando il cielo e Law & Older su Giallo di sottofondo che proviene da dentro (ma l’ho già visto, e so esattamente chi finirà colpevole in carcere a vita inchiodato dalla procura) con quell’aria di dubbio amletico con cui ti lascia sempre sta serie per ogni episodio replica da più di 15 anni🙈 (tra un po’ raggiunge il record della signoraingiallo😂)… a volte è davvero un’americanata infarcita di luoghi comuni retorici…a volte ti insinua e getta in un abisso di riflessioni morali che non ne esci anche dopo aver spento il tv😂…tipo…sarà davvero colpevole? sarà stato lui davvero? e se è stato lui l’avrà fatto perché è un assassino schifoso seriale o perché ha avuto un’infanzia dimm*** e una madre arpia??🤔😱. Lo so che ora ci sono tremila telefilm cult che spuntano come funghi su netflix con effetti scoppiettanti e trame fantasmagoriche , ma la serie con l’avvocatessa donna spacca🙌🏻…io quando mi ci attacco zappingando non mi ci scollo più🙈….e voi avete una serie tv o un programma appuntamento fisso delle vostre cene? ⭐️Farfalleintegrali ai fagiolini piselli e salsa di noci⭐️😋

Perché la pasta a cena fa bene e concilia il sonno…..e io ho tanto bisogno di sonno😁💃😴, domattina devo essere sull’attenti per scattare dalla psicologa prima di lavorare, ho tremila robe da fare! Una ricetta semplice, veloce e gustosa per infarcire di verde verduroso il famoso sugo ligure più noccioloso che ci sia!😋 Certo i “pansoti” sono la morte sua, ma per quelli aspetto che me li faccia la PaoPao avvisandola 350 giorni prima della comparsata gratuita😜 che si vada a prendere la Precinsuea nei posti belìni di Milano😂

 

 

Farfalle integrali alle verdure primaverili in sugo di noci

IMG_6167

Ingedienti x 2 persone

  • 150g farfalle integrali
  • 100g fagiolini spuntati
  • 100g pisellini primavera
  • 50g Gherigli di noci sgusciati
  • 1 spicchio aglio
  • 30g pinoli
  • 2 cucchiai parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai olio extravergine
  • sale q.b.
  • 2 cucchiai di Latte vaccino p.scremato o 2 cucchiai di latte vegetale (soia,avena,noci) non zuccherato.

Procedimento

Nel frullatore mettete le noci insieme allo spicchio d’aglio, il formaggio parmigiano, i pinoli, il sale, e aggiungete anche l’olio. Frullate fino a ottenere a una salsa densa e omogenea allungando se serve con due cucchiai di latte vaccino fresco o vegetale di soia/avena/noci purché non zuccherato.

Nel frattempo in abbondante acqua salata in ebolizione versate i pisellini e i fagiolini tagliati a piccoli tronchetti di un cm e trascorsi 6/7 minuti versate nella stessa acqua le farfalle integrali portando a cottura tutto insieme per il tempo dichiarato dalla confezione della pasta.

Scolate pasta e verdure e amalgamatele col pesto di noci preparato. Mangiare calde 😋

God Save the W-omen

God Save the W-omen

….Finire a cenare in Via de

IMG_5660

dopo una camminata al freeeddo e al geeeeelo in una Firenze

IMG_E5601

IMG_E5629

resa scintillante e affilata dal mio passo spedito e dai microgranuli di ghiaccio via via cristallizzandosi silenziosi tra le porte le finestre e gli occhiali della gente (o erano pinguini)….segno chiaro e inequivocabile dell’entrata ufficiale in primavera come e più d’una rondine, saresti entrata anche in una Bettola pur di metterti in caldo, ma sei Betta e questa sera entri da Signorvino invitata al bellissimo evento God Save The Wine voluto e organizzato da Andrea Gori , in veste di assistente di Leonardo Tozzi mr Firenze Spettacolo

che non solo ha avuto il fegato il cuore e l’intelligenza di “creare” il Lifestyle fiorentino per eccellenza, Firenze Spettacolo ma pure il fegato di degustare tutti i vini selezionati e il menù di una serata strepitosa di eccellenze, ma pure il fegato di Osare, in questo mondo di uomini, proporre quelle eccellenze con la E maiouscola, cioè la E finale che sottolinea il sostantivo Femminile, e infine il fegato di riporre fiducia e curiosità nella cialtronissima Blogger Betta, che, documentando l’ennesimo successo della Vita che scalda Firenze,

IMG_5655

girellava in mezzo a discorsi, degustazioni, convivio e racconti umani e DiVini narrati calice alla mano, con il suo iphone in mano.

IMG_5602.jpg

Per questo, mio padre. Couscous alla marocchina.

Per questo, mio padre. Couscous alla marocchina.

 

C’era una volta la festa del papà.

…Poi ho voluto fargli un pranzo vegetariano.

….😒 (lascio a voi immaginare la mia espressione – e la sua.)
Comunque.

La felice uscita del giorno del mi babbo…

”te Bettina eri una bambina brava PERCHÉ non chiedevi mai nulla.”

Il fatto che non chiedessi nulla, perché vivevo in un clima di terrore psicologico che mi guardava bene dal farlo, non significa che NON ne avessi bisogno…

😒 (lascio a voi immaginare la mia espressione. in questo caso soltanto la mia.)

C’era una volta la festa del papà.
Finché non ha voluto a tutti i costi e provare in tutti i modi e colori a rompere i coglioni e a farmi cascare le braccia.
Riuscendoci.
( e non sto parlando del menù.)

 

IMG_E5529

 

 

Come ogni festa del babà che si rispetti sono stata costretta poi a portare fuori il mi babbo a pranzo (visto che cosciente com’è e interessato a quello che fa sua figlia -e come lavoro, e come passioni- in pratica è rimasto ancora a livello di ascolto di quello che- appunto amerei condividere con lui – ad anni miei 3 quando chiaramente non sapevo neanche arrotolare uno spaghetto nella forchetta e li mangiavo col cucchiaio, spezzetati….dicevo amerei condividere e chiacchierare con lui, se solo , non appena osassi accennare di qualcosa per una volta che riguarda ME, e non lui (e che nella mia ingenuità ancora spero possa minimamente fargli piacere, non parliamo di esser orgoglioso di su figlia, ma almeno fargli un filino piacere, nulla, i mulini a vento) invece tocca scontrarmi con un muro d’autismo autocentrato in cui la risposta al mio solo esitare prendendo fiato a una frase, è iniziare di punto in bianco a virare violentemente il discorso in sua direzione con una qualsiasi cosa a caso che non c’entra un cavolo con la mia purché riguardi altro e non si prenda la briga di legittimarmi, e che dimostra la totale assenza di tatto, sensibilità e pure educazione, nella sua totale indisponibilità nei miei confronti, finisco a ascoltare i suoi prolissi monologhi a senso unico ove l’unico oratore e interlocutore dei nostri “discorsi” è univocamente lui.

Che se le parla, che se le ascolta, che se le compiace, e che soprattutto se le racconta. (e io non ci casco più); a fine di tutto, si vanta e si glorifica, magnificandosi, per poi cadere nel vittimismo più lamentoso, tossico , ed emotivamente vampirizzante, lungo da che ricordo: la solita lagna dell’accanimento del destino cattivo che ce l’ha coi buoni e equilibrati come lui, e del mondo di poracci che lo circonda (tra cui- sottinteso ma esplicito- noi sue figlie che ci ostiniamo ad amarlo), e che lui, come un bimbo santo dalla troppa bontà, stoicamente ogni giorno sopporta in questa dolorosa e misera esistenza.

….ecco mio padre.

…..stringiamo tutti la mano a mio padre. 👏🏻 …adesso diciamogli bravo bravo.

E poi giriamo i tacchi o le superga o le rebook dissuolate per un’altra strada. La nostra vita. In cui così tante certezze non le abbiamo. Ma siamo disposti a comunicarle e ad ascoltare le bellissime incertezze degli altri. Non viviamo nell’ingratitudine e non passiamo ogni signolo giorno a disprezzare la qualunque per non dover mai guardare dentro di noi, ma siamo pronti e aperti, felici o arrabbiati e infelici, a scoprire, che la vita può sorprenderci, che noi stessi possiamo sorprenderci: se solo abbiamo il coraggio di guardarci e accettare il nostro io, per poter guardare con occhi curiosi fuori del nostro ego. Scoprire che possiamo essere amati, ma che soprattutto siamo CAPACI di amare. Quella che tu chiami poraccitudine, è la mia forza, babbo.

Per questo, lungo la mia strada, ti vengo a prendere e ti porto fuori a pranzo, perché a te piace così, e IO non ti farei mai quello che tu fai a me. Cioè non riconoscere, non vedere, non ascoltare, non rispettare, l’impalcatura della vita che ti sei scelto e difeso.

 

—–

 

Ma ora pranzo! 💃🏻* Couscous alla marocchina versione vegan con una cisterna di cumino dentro che è una tra le mie spezie preferite 😍in assoluto, quanto mi piace! voi ne avete una preferita?? ditemela!!!! Vi piace il cous cous quello vero😂alla marocchina? oh comunque anche il mio è bono lo faccio con la ricetta del libro! Di solito si mette il cous cous sotto e si versa la verdura coi ceci col loro brodino speziato sopra, io ho mescolato tutto insieme perché tanto poi anche quando lo faccio secondo la ricetta original, prima di mangiarlo lo mescolo poi tutto insieme😂 e quindi mi sembrava giusto farvelo vedere pronto al morso😜😘

Couscous alla marocchina

IMG_E5529

Ingredienti x 4 persone

.

Per il cous cous

2 tazze di couscous precotto
2 tazze di acqua bollente
sale fino
olio evo

Per le verdure

2 cipolle dorate
2 spicchi d’aglio
4 carote
3 zucchine
2 patate
2 pomodori maturi o concentrato di pomodoro
1/2 kg di zucca
1 rapa bianca
1 scatola di ceci lessati
1 cucchiaio di dado vegetale fatto in casa
sale marino integrale fino
olio evo

Per il “Ras el Hanout” originale

1 cucchiaino cumino
1 cucchiaino coriandolo
1 cucchiaino curcuma
1 cucchiaino aglio granulare
1/4 cucchiaino pistilli di zafferano
1 cucchiaino zenzero
1/2 cucchiaino peperoncino rosso (o e preferite paprica forte)
1 cucchiaino pepe nero macinato
1/2 cucchiaino pepe cubebe o pepe grigio
1/2 cucchiaino noce moscata in polvere
2 pezzetti macis (o aumentate le dosi di noce moscata)
1/2 cucchiaino cannella in polvere
1/2 cucchiaino chiodi di garofano in polvere
1 bacca cardamomo nero
1 bacca cardamomo verde
1 cucchiaino semi di finocchio
1/2 cucchiaino anice stellato
2 foglie alloro secco
1 cucchiaino boccioli di rosa o fiori di gelso
1 cucchiaino lavanda

▶️Ma potete trovare la miscela già pronta come ho fatto io e procedete nella ricetta usando questa al posto delle migliaia di spezie da tostare e pestare al momento.

Procedimento

Pelate e tagliate le verdure a dadini e tenetele da parte. Affettate la cipolla e tritate l’aglio. Intanto portate a bollore acqua per preparare il brodo con il dado preferibilmente fatto in casa da voi.

In una pentola capiente rosolate l’aglio e la cipolla, unite il mix di spezie dosandolo secondo il vostro gusto “speziato”, unite il pomodoro e il brodo e quando avrà ripreso bollore le verdure in ordine di cottura: per prime carote, zucchine patate e per ultime zucca rape e ceci. Cuocete la zuppa per circa 30 minuti a fuoco dolce.

Preparate il cous cous portando a bollore l’acqua salatela aggiungete l’olio, spegnete la fiamma e unite il cous cous coprite e lasciare riposare per 5 min. Trascorso il tempo versatelo sui piatti singoli e formate un leggero foro nel mezzo. Versate sopra il cous cous le verdure e servite il brodo caldo a parte da cui ognuno potrà servirsi.

Io, come ho detto, porto in tavola già tutto mescolato 😜

Via dalla pazza Frolla

Via dalla pazza Frolla

(titolo semi-cit solo per amanti letterari)

Come vi avevo annunciato ieri 3 marzo sono stata in veste Press Foodjournalist a Identità Golose Milano 2018, il congresso internazionale chef stellati che si svolge ogni anno e che coinvolge quel top del top del genere culinario che siamo abituati , noi foodie, a vedere e a collocare come i vips che stanno sulle prime pagine di novella dumila per un vacanziero a rimini spalmato di bilboa.

Questi i miei step by step momenti diaristici e impressioni. Poche, fuori luogo, spontanee, determinanti.↩️

Di nuovo in trasferta #sempreinviaggio, verso Milano #identitagolose , mi seguite nelle #stories eh? 🙏🏻🙌🏻dai che mi sento un vermetto 🐛piccolopiccolo davanti agli intoccabili innominabili (ma di cui con la penna affilata dalla parte del manico raccoglierò i peggio fatti e misfatti😂e sarò cattivissssima, efferata, spietata, implacabile, diamantina, direi lapidaria😌➡️mi vedrete solo “appena” genuflettermi a lucidare le scarpe a #bottura con le mie stesse salviette milleusi salvavita nei viaggi in treno!😂 però su ognuna giuro c’ho stampato il logo #ifeelbetta😌😜)💡 Ma la vera domanda è😱… a fine giornata, a suon di microscopici assaggi e paroloni da #chef altolivello, avrò messo insieme una quantità di #cibo nello stomaco sufficiente a sopravvivere😱👻? me li porto i pavesini in borsa che dite???😂 Ciao SANTAMARIANOVELLA💙 ci si rivede domenica!!!! #staytuned #firenze #lifestyle #instadaily #florenceitaly #instaflorence#phootooftheday #instamood #foodwriter #humor #florenceofig #iloveflorence #storytelling #firenze #onthego #worldexplorer #foodevents #florenceofinstagram #italianblogger #vitadablogger

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Oddio ma è già l’alba😱? #buonadomenuca!!! Ieri bello bellissimo, scoppiettante (caotico!😂) bravi @identitagolose😍 #whenfoodmeetsart ⭐️🔝…. ora,😌 con tutto il rispetto all’escalation di eccellenza che se non c’avessi avuto il pass con scritto cubitale PRESS stampato in testa (per comodità😅 dove me l’attaccavo se no??😂) mi avrebbero srotolata a terra per fare il tappeto rosso👻🤣🤣 l’ossequio dovuto all’aria eterea di quaglia confit su spuma di metafisica racchiusa una molecola liquida cotta sottovuoto di olio essenziale di baccello…..qui si ride e si scherza ragazzi ma a me m’è garbato I’ #Tortino di cioccolato😅😂🔝 . Ecco, l’ho detto. Sarà perché è la prima cosa che ho assaggiato dopo essermi fatta BEN ripeto BEN 1h e 30’😂(taaanto😌) di treno diggggiuna😱 😱😱 😌, il primo morso è come il primo bacio, come la prima neve, è come la prima sedia avvistata in mezzo a un popolo di gente che non si stanca mai di mangiare in piedi scambiandosi con l’altra mano i biglietti da visita e con l’altra (?) le strette di mano mentre si rifanno pure il trucco (ma dico io non ce l’hanno mai loro una borsa 🤔col mondo dentro che non sanno dove appoggiare e che gli scivola ovunque? hanno le tasche interne al corpo??) .. tante altre storie e tanto apprendimento…. fare figure di mmmmme…nso😁💃 a raffica è un mestiere che stanca, sappiatelo😁 il #cioccolato m’ha dato quella verve un po’ da pesce lesso🐟 per fare il mio sporco lavoro😌 da #foodwriter. però al prosciutto c’ho levato il grasso giuro 🙈e l’ho lasciato nella vaschetta. Perché sono la peggio e #Levoni mi odia..😆ma mi amano quelli che parlavano di libri e verdure perché ero sempre da loro in crisi di astinenza, Ho preso appunti indecifrabili #IGMi18 . Buona notte ig friends da questa giornata piena di neve e di stelle⭐️⭐️#IFeelBetta #foodstories #goodmood #snowing #milano #eventimilano #milanocongressi #neve #chef #identitalibri #identitanaturali #salvini #morenocedroni #wagu #farinapetra #alcenero #sanpellegrino #fieramilano #foodblogger #foodblog #cucinaitaliana #foodexperience

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Buon #pranzodelladomenica igers!!!🙌🏻#Firenze oggi come Il Cairo😅, si suda dal bollore😱fino a ieri pinguini…oggi beduini🙈😂) dopo tanti bocconcini alta classe di milano a casina mia ho proprio voglia di un piatto Betta😋🍃 tante verdure, tanto colore, tanta salute, e soprattutto bello TANTO😅 … ⭐️Spaghetti di #granosaraceno al #wok con #verdure e #gamberi ⭐️ bellissima ricetta di @lostinmykitchen79 👏🏻🔝🙏🏻 con qualche piccola modifica di ingredienti a disposizione… Buon pranzo amici, ma anche da voi fa sto caldo? io mangio in terrazza coi gatti che fanno gli equilibristi sul filo dell’attaccapanni!😱 che avete in programma di bello per oggi? io vorrei tanto andare a vedere al cine il #film di Guillermo del Toro per staccare un po’, #opinioni ? yay👍 or nay👎🏻? Vi garba il #cinema? riprendiamo le forze in POLTRONA😂 #ethnicfood #soba #vegtables #shimprs #healthy #foodideas #fibers #rpanfried #spaghettiintegrali #pranzosano #mangiaresano #fagiolini #comfortfood #lcipolle #porri #germoglidisoia #salsadisoia #recipeoftheday #foodblogger #eggs #italianfoodbloggers

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ganzooooo!!!! (Ma siete pazzi???😍😍😍una piacevole sorpresa grazie🙏🏻🙏🏻🙏🏻 andatevi a leggere il mio ultimo …ehm… appena “un filino” dissacrante post sul blog🤣😈)… mi giunge voce da @socialreporters 🙏🏻 che parlando e sparlando del “lato B” (lato Betta, ovviamente🤣) dello stellato luccicosissimo evento #IGMi18 sto all’ottavo posto dell’instagram audience #engagement in merito all’ #congresso Identità Golose 😱(sarà perché vi garba leggere delle mi DISGRAZIE, carogne chenonsietealtro🤣🙌🏻🤣🤣🤣😘😘😘)…. Tu👉🏻pubblico impettito tuttodunpezzo: hai fatto male a ridere 😌del mio cappellino da folletto-davidgnomo🤣🤣🤣🤣. Sto scherzandooooo!!!!! Però dai fatemi gioire di 💃🏻cinque secondi -cinque-di soddisfazione che poi cedo ogni dignità in favore della mia agguerritissima e fallimentare crociata #antisociale in difesa della blogger anonimamente intelligente fuori media😌⭐️. Armatura di ciabatte, disordine, pensieri sparsi e inopportuni, un pizzico d’amore a raschiare bene il fondo della padella con la raspa, e no, se lo volete sapè, 👎🏻io a votare un ci sono andata perché la #politica (cinismo on) mi fa quasi più ridere di me. Ma di amara tristezza. ⭐️Grazie di cuore a chi ha seguito in silenzio o apertamente le mie poche incursioni e sprazzi di #vitavera in diretta ieri perché un ottavo posto inaspettato e non richiesto né domandato né elemosinato né rottoicojonis cercandolo né forse voluto, è una gioia che solo la spontaneità di essere stessi può dare e che mi godo fino all’ultimo secondo e finché è pronta la mi cena, tra esattamente 3 . 2.1. Secondi DRIN, timer, pronta😋. Serata lieta Nanna riposante a tutti ricomponiamoci per la nuova settimana di lavoro #italianblogger🙏🏻#ifeelbetta #instagram #socialmedia #elezioni #classifica #gratitudine #identitagolose #elezioni2018 #italianfoodblogger #soddisfazioni

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Prossima settimana invece ci si riassesta con una bellissima normale routine A-normale di Ricettine #fatteacaso, vita da zia, lavoro, e preparazion/scrittura/editing corso  Betta BlogCoaching per talenti nascosti intelligenti entro la fine della primavera, aiutarvi tirare fuori il vostro potenziale attraverso questo canale di espressione e raggiungere i vostri obiettivi essendo voi stessi💙 : (puntando molto su questo) requisito fondamentale in campo web e in tutti i campi -credetemi-,  pochi ennesimi consigli da overdose di tristezza che si vedono purtroppo in giro scritti da pischelli/e in estasi di attenzioni, e tanta tantissima intensità ai contenuti.

ché sono una blogger non sono una santa. e sono pure una con poche stelle nella vita, ergo la lezione più importante della vita è sapere di non essere importanti.

Mi piace cantare, cucinare, ciabattare, chiedermi chi sono tra me e me, e chiedere, se proprio devo: lei sa, vero, Chi Non Sono Io.

Buona settimana nuova a tutti!💙