Fiho la Betta a Fico

Fiho la Betta a Fico

Le mie prime due giornate a @eatalyworld F.I.C.O Bologna per il corso foodblogger ufficiale di Sale & Pepe sono state stancanti  e FAN.TAS.TI.CHE😍😍.

 

IMG_7969

 

Sveglia all’alba. il treno uno zombie manca poco mi sveglio a torino🙈😂😂… il bus prendo nella direzione opposta e faccio il giro della romagna prima di tornare indietro💃🏻💃🏻😅😂😂, arrivo in ritardo. Primo argomento basilare delle lezioni: l’affidabilità e la puntualità sul lavoro. 😅😒😜evvai!!!! 😆🙋🏼‍♀️🙋🏼‍♀️💃🏻.

E poi otto ore consecutive di studio sono state così coinvolgenti e interattive da dimenticarmi quasi di mangiare😱, anche in un posto che in fin dei conti è un po’ l’”impero” del cibo commerciale attualmente in Italia.

Ovviamente mi ci sono persa dentro 😂. Sono riuscita a perdermi anche nel bagno😅.

Snapseed

E nelle micro pause pranzo la betta cosa mangia??? …Un piatto sano “da betta” naturalmente😂😂😂😅🍃!😅… ho girato tutti i 3 kilometri per 3 del mercato agroalimentare per scovarlo😜…sono passata tra pollai, stalle, agrumeti, orti botanici, stand di arrosticini🙈, sagre delle patatine fritte, campini da tennis, biciclette ecosostenibili: ma alla fine l’ho trovato il pranzo sano!!!💃

⭐️Insalata di riso rosso Ermes e Venere con verdurine croccanti e capperi a velocità supersonica⭐️😋

La sera sono così stanca che anche la pubblicità dei pavesini in tv mi sembra un argomento ermetico e incomprensibile. 😅

IMG_8022

Oggi, che è anche S.Petronio, qui a Bologna fanno festa e io fo lezione!

 

Carta, penna, tastiere bianche, corse, affanno, come a scuola, forza d’animo, fatica=voglia, non ci ho mai letto disposizione=sacrificio. Ripartire ogni giorno da un’idea, da uno sguardo, da una parola, e da un piatto “necessariamente” vuoto. Per buttarcisi dentro, in modo letterale. Per riempirlo di colore e emozione, di quello che riceviamo dal mondo, di ciò che percepiamo del mondo, di ciò che possiamo metterci di “nostro”, il condimento che arricchisce e illumina. **
Il prossimo anno fatelo questo corso igers amanti del food 🙌🏻🤗😍, provateci, buttatevi, candidatevi, tentate quando faranno le selezioni.
Quel piatto bianco è la fatica meglio spesa che non rimpiangerete mai.
È la nostra vita. 💙

 

Buona giornata!

Annunci

La Betta e il pesto eretico

La Betta e il pesto eretico

Starman – David Bowie

I miei gatti mangiano le uova. E per dolce il tempeh.

Povere scatolette e bustine al salmone che non vi vuole più nessuno qui😭

Non esiste che non ci ho tempo di fare il blog!😱 Non esiste proprio! Proprio io, Betta, LA blogger! Alla mi mamma gli ciondolerà zoppa una gamba poerina, ma a me mi manca un arto e perfino il respiro a privarmi della mia essenza di writer autobiografica a caso, e raccontarlo!… E sono stata dietro ai miei, e dire che hanno rapito la mia attenzione sarebbe anche una bella cosa….solo che me l’hanno rapinata! …E vieni a far questo, e vieni con me a far l’altro, e accompagnami qui, e vieni a mangiare, e fammi da mangiare, e ti va di pulire, e me lo fai un favore, e si va a prendere il gelato mi annoio, e vieni a vedere la tv con me (zzzz)…e tra quelli che mi va di fare a me spontaneamente in quanto angioletto amorevole e medicamentoso😌, e tra passami le stampelle e aiutami co sto navigatore maledetto che non capisce nulla (lui🤔?), e vieni a fare una giratina eddai su che avrai mai da fare betta, te??? Bloggare? Bah….ah….quella roba lì…uh…

Sempre la solita storia. 

Solo che sono loro che hanno già dato nella vita e lo ripetono e lo ripetono tipo mantra yogico tibetano, e per me possono anche andare a visitare e commentare i cantieri con le manine incrociate dietro la schiena se non hanno nulla da fare e da ammazzare il tempo, io ho ancora tutto e tanto da dare, da fare, e nessun tempo per me è perso. Ok, neanche quello speso a riassestare le coordinate di questo momento e disegno strano. ma poi che me ne frega di smentire le certezze che hanno le persone e ancora più i genitori. Io sono io. Mammapà, col bene che vi voglio infinito, credetemi, i cantieri sono molto più interessanti da commentare e giudicare e trovarci gli errori, e di certo riuscirete a intendervene anche di più di calcestruzzi e lamine di amianto, di quanto provate e riuscite a riaggiustare me.

A grandi linee, ecco cosa ha mezzo azzoppato anche me, ma torno in tromba tz tz😌, che vi state già stappando gli champagne e agghindando con le stelle filanti e comprando i petardi e lucidando le scarpette da tip tap😁, sembra di no ma in realtà io in quello che faccio e che amo Ci credo.

***        ****       ****

E ora che ho un momento…..Finalmente Pasta! sembrano secoli che non mi potevo fare un piattino di pasta come dico io a casina mia😍

Ebbene, sapete che mi stanno simpatici gli outsider, gli eretici, i dissonanti, non certo quelli che l’outsider lo fanno per posa, né per principio, e né quelli per maniera e per fare i diversi per forza, per farsi notare insomma, gli alternativoni di facciata, i bohemienne e gli hipster che vanno nel posto alla moda per hipster ma in realtà ci vanno perché non possono fare a meno di appartenere a un gruppo, se possibile sono il peggio del peggio….o sono uguali agli uguali. ma gli spontanei, gli ingenui, i veraci, le pecore nere che sono nere dentro e non perché si sono tinte la lana, quelli che sanno e che possono ridere in primis di se stessi, e che conoscono il mondo molto più di quante certezze abbiamo (spesso nessuna, che è la migliore filosofia) in fin dei conti sono i più felici, e i più sicuri, e forse i più forti. Sono quelli che amano vestire i panni che hanno addosso, invece di cercarne sempre di nuovi o di quelli che pensano potrebbero piacere ad altri, ovvero stanno bene coi loro difetti, ed anzi, sono proprio le loro originalità che li rendono speciali, mai artificiali, mai antipatici anche quando dicono cose scomode, spesso stupidaggini per il senso comune, spesso grandi verità. Spesso sembrano usciti da un mondo strano. Ma in realtà stanno entrando e vivendo il loro mondo con naturalezza.
E dopo il mio tributo a chi è spontaneo e vive come ama invece di vivere per essere amato…. *

 

⭐️Fusilli integrali al pesto eretico⭐️

 

ILSSE3107

….perché con le melanzane al posto di patate e fagiolini e le mandorle al posto dei pinoli!!!! 😱 Scandalo!!!!!😁

 

Ingredienti x 4 persone:

1 melanzana

1 ciuffo grande di basilico fresco

50g di mandorle

1 spicchio di aglio

100ml di olio extravergine ligure

50g di parmigiano reggiano grattugiato non troppo stagionato

 

Procedimento

 

Fate un pesto come la ricetta originale frullando per pochi secondi – per non far surriscaldare le lame del mixer e il basilico o pestandolo col mortaio in modo tradizional-, il basilico in foglie, l’aglio, le mandorle tritate grossolanamente al posto dei pinoli, il parmigiano, aggiungendo 1 pizzico di sale e a filo l’olio evo

Poi rosolate in una padella capiente la melanzana affettata a cubetti regolari di circa 1cm, con 2 cucchiai di olio e 1 spicchio di aglio intero rimestandole spesso per renderle croccanti e cotte da tutti i lati, circa 8/10 minuti. Spegnete il fuoco e togliete lo spicchio di aglio intero, salate e mescolatele, tenendole da parte.

Nel frattempo cuocete i fusilli integrali in abbondante acqua salata bollente per il tempo indicato sulla confezione, scolateli conservando poca acqua di cottura e versateli nella padella delle melanzane amalgamando delicatamente il tutto. Stemperate leggermente il pesto preparato con 1/2 cucchiaiate di acqua di cottura della pasta e mescolatelo ai fusilli con le melanzane che assumeranno un bel colorino verde. A piacere aggiungete ancora 1 cucchiaiata di parmigiano. Oppure no😜

Non vi stuzzica l’idea?😍
Chissà…. a me sta piacendo moltissimo! E sono felice di mangiarlo, tardi presto che vada bene o che non vada bene, chi se ne importa, io sono felice, nonostante tutto e il non sempre facile, di essere me.
*
.…E voi, bloggers, vi cambiereste mai con qualcuno che ritenete abbia una vita apparentemente perfetta o la vita che gli altri si aspettano da voi?

A presto col reportage della bellissima serata Opening Party Inaugurale del restaurant Villa il Palagio nelle colline toscane 😍 a cui sono stata invitata come l’amica-blogger ospite che scrive di cibo sgallettando e divertendosi nel frattempo tra le belle genti, servendosi generose dosi di salumi formaggi e assaggini dopo assaggini col mio quadernino quablock, uuuuuuuuuuuu andateci😍 gli ulivi, le viti, quanta bellezza!Devo ancora….ehm…dormirci su💙eve

I Feel a Better Blogger

I Feel a Better Blogger

C’ho sto problema dei plug in che wordpress manco se ento nel codice sorgente me li salva ora gli scrivo che son sempre tanto carini alla silicon valley ti rispondono in due nanosecondi tutti gentili ma non ti risolvono un ciospo😡 MA LASCIAMO STARE!😁😁

Cosa è successo cosa ho mangiato cosa ho fatto sti giorni insomma vita morte e miracoli della Betta e lasciatemi entrare un attimo nella vostra vita da Blogger con una bella novità in preparazione per voi💙🙏🏻. Mi spiego e riassumo in pochi attimi e li condisco di due piattini sani e veloci che ti risolvono le giornate molto più degli espertoni tecnici della piattaforma wordpress (no ma wordpress ti voglio bene lo sai💃💙😁😍)

 

View this post on Instagram

😱😱😱😱💙💙💙oh cccielo!!!!… pure l’Arno stamattina si tingeva di rosa sopra i’Torrino di Santa Rosa🌹🤣🤣👎🏻👎🏻👎🏻💙💙👎🏻👎🏻👎🏻buuuuuuu hahahha vado a lamentarmi e scrollarmi di dosso un po’ di cuori nell’armadio e mi levo qualche cuoricino dalle scarpe😂😜👊🏻. Voi che programmi avete per oggi amici? Io oltre alle solite cose sto buttando giù di buzzo bono idee e appunti per prepararvi un corso-blogger e comunicazione multimediale comprensivo di materie e argomenti fondamentali passo passo, lo sto studiando che sia perfetto a puntino bellino bellino, al BACIO proprio!😜😘 🌹💙🤣🤣🤣😫 credo che a primavera dovrei riuscire a darvi tutte le info💪🏻💪🏻💪🏻, nel frattempo buona giornata igerz!!!!🙏🏻💙💙 x #firenze #lifestyle #instadaily #florenceitaly #instaflorence #phootooftheday #instamood #creative #florenceofig #iloveflorence #art #socialmedia #planning #coaching #landscapes #wanderlustitalia #vibrant #florenceeats #storytelling #firenze #onthego #worldexplorer #thoughts #florenceofinstagram #italianblogger #casual #tuscany

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Alloraaaaaaaa ig🙌🏻come la si và?Basta cuori!😁 c'è un sole fuori che me ne sarei stata volentieri a zonzo ma no, oggi si lavora giù peso a definire le bozzette del progetto editoriale del mio supercalifragilistichespiraliCORSO😂😍 di #Blog #Coaching: voglio che sia PER-FET-TO e che sia utile a voi come #blogger singoli, team, futuri blogger, ex blogger (😅?) iomainellavita-blogger😁, che vogliate un blog #fattobene a titolo personale o in termini lavorativi (sì, lo sapete no che ora anche le #aziende di qualsiasi tipo per essere al Top devono avere un blog aggiornato e curato?) di qualsiasi cosa vogliate bloggare, gggente😍fatelo bene! vi aiuta Betta da questa primavera, utile a voi così come è stato utile a me sapere tante cosine tecniche e nozioni e dritte e consigli di una (poeragrulla😅)che blogga dal 2003, frutto di costanza tenacia e passione che non smetterò mai di imparare giorno per giorno io stessa e che mi da, ne sono fiera, anche delle sincere notevoli soddisfazioni (+ un sacco di rogne perché così è la vita eh 😂😜) ora mangio na cosetta veloce ma Sana🍃 #GNOCCHI INTEGRALI con #zucchine saltate al #Tahini (la crema di #sesamo) e #ricottasalata grattugiata😋 (ok🙈, sembra la granella di zucchero della colomba😂) e poi sbaracco chiudo tutto preparo lo zainetto piglio il treno -come Emma 😂💃- e mi preparo per il tour del #salonduchocolate, siete pronti per la manifestazione più #golosa che ogni healthy 🍃blogger😂 non vede l'ora inizi per infarcirsi e spalmarsi di #cioccolata con la scusa di "dover documentare" il tutto e scriverne? 😂ecco. Buon appetito grazie di leggere le mi bischerate 🙏🏻!!!! #ifeelbetta #healthy #socialmedia #vegetarian #plantbased #bio #foodblogger #lavoro #creativity #instafood #pasta #foowriter

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

oooooo sarete mica a cena fòri???😍…avete visto le mi stories? 😂 Io sono già in pigiama pigiamoso ovviamente ( e se vogliamo dirla tutta sono già pure con il mac sulle zampe infilata a letto e il libro pronto sul comodino😌 e i gatti abbarbicati uni ai piedi uno sulla testa😳) Mi sono fatta una cena last minute tarda tarda ché alla fine sono stata a scrivere fino a ora dietro le quinte e gna fo più, mi stavo spatasciando lemme lemme sulla scrivania poi mi ritrovano come i'mi babbo che crolla sulla minestra guardando le repliche di csi a cena e bisogna tirarlo su col ramaiolo la mattina dopo, tutto lesso con la faccia nella scodella e ci si meraviglia di come non sia annegato nel brodo MA abbia dormito pure benone😂🙈!!! insomma FILETTO DI SALMONE su dadolata di verdurine, fettazza di pane di segale che col salmone CIAOOO😋, la mia mayo #vegana solita, i piatti si rigovernano domani, rimpinzata di omega 3, il mio antidepressivo per eccellenza🙌🏻, non voglio sognare nulla, stasera non sono sola, ho me stessa 💙 che mi do il più caldo abbraccio. 🙏🏻E lo do anche a voi 🤗 #ifeelbetta #fish #salmon #functionalfood #moodfood #smartfood #latedinner #tired #healthyfood #foodforthoughts #foodstagram #eatclean #dinner #foodblog #blogitalia #bloggers #stirfried #veggies #lemon #omega3 #cibosano #buonanotte #sanvalentino #positivity #nourishing #vegmayo

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

STAY HUNGRY AND TUNED che il mio fantasticoso corso di BLOG COACHING #fattoacasodallabetta #FATTOBENEDALLABETTA 😍 credo di farcela a lanciarlo a metà PRIMAVERA😍🙌🏻 , chiedetemi pure informazioni con il modulo di contatto che trovate qui o direttamente a elisabettapend@gmail.com senza alcun impegno:

sto rispondendo (un po’ presa dal panico di prestazione tipico dell’insegnante umano e umile e quindi il migliore😜🙏🏻) a decine e decine di richieste di interesse e maggiori info sul progetto (😱grazie, non me lo aspettavo!😍🙏🏻) per cui per il primo round di partenza seguirò un numero limitato di persone fate in modo di darvi questa possibilità e poi volate liberi💙

 

🍃Nelle foto due idee di pasti sani e veloci perché a noi oltre che a lavorà ci piace anche de mangià😜 BAU SETTETE!

IMG_E4086nel frattempo io me ne vado all’Evento #salonduchocolate 🍫nel weekend, alla prossima Betta bloggerz!💙

Sfoglia salata zucca fagiolini e arachidi

Sfoglia salata zucca fagiolini e arachidi

Che mi piacciono le verdure come argomento non è una novità. Sarà perché per ventanni ho mangiato (poche) solo quelle costringedomi a farmele piacere per forza perché dovevo trarci il massimo nutrimento possibile (impossibile, non ci si vive, lo sappiamo bene, servono a vivere bene insieme al resto di cose che fanno bene, in un personale equilibrio, succhiarci la vita dentro è costringere piuttosto il corpo poi a succhiare e divorare se stesso= andare contro se stessi, a qualsiasi livello emotivo o fisico= morte. fisica e psichica e emozionale, questo giusto per non scordarselo MAI, alla luce di quante persone guariscono trovando se stesse e di quante rovinosamente invece continuano a subire il fascino idiota dell’idiozia), ora che tranquillamente son capace di mangiarmi due etti di pasta bianca in bianco al burro per dire quanto non ho paura di nulla, finché rispetto come sono e come in definitiva mi garba pure essere, in realtà le cerco, le verdure verdurose😍. Anzi, trovo il modo di infilarle dappertutto. Mi fanno stare bene. Insieme al resto di ciò che mi fa stare bene che è: NON esclusione né terrore di alcuna possibilità che si armonizzi a me.  Sembra strano a dirsi ma io ho dovuto e fortunatamente potuto impararlo a dai 32 anni. (e ora n’ho 33 eh).

Ciò che non fa per me, imparo a rispettarlo, semplicemente non appartenendogli. E mai mai mai dipendente né succube.

View this post on Instagram

Buona doneniHa da Firenze e il gelo polare❄️!😱Per la prima volta – e io sento tanto il freddo sempre😭- oggi mi son messa i nuovi guantini U.S.A direttamente da Amazon😍 (le guardate no le mie liste di tutti i Best-finds e i miei super consigli per le idee e i must dello shopping del momento??: ovvero quelli che non ce l’ha nessuno😌 perché li scelgo senza seguire nessuna moda e nessun andazzo, ehbbbehh😜 insomma le statistiche dicono di sì😍🙏🏻cioè non so chi sia 😁😅ma mi ci surfano e curiosano in tanti poi magari è sempre lo stesso unico e solo che ci si intestardisce ci passa le giornate perché non sa usare internet vabbè😂 evviva! )Vi sono estremamente grata anche perché – come scriverò a breve nel blog, non fregandomene un cavolo dei meccanismi individualisti che regolano il lato ridicolo e mostrificante dei social in realtà io senza nessuna scorciatoia né mezzucci a dir poco viscidi (che mi sentirei più a mio agio a tapparmi il naso 🤢e fare una cavolo di escort hotline piuttosto, per la glacialità e superficialità di certe interazioni di puro opportunismo attraverso il web😒-per la cronaca, non la faccio eh, un c’ho iffisico😂né abbastanza pelo sullo stomaco😂) c’ho un sacco di persone VERE che mi leggono💙Oggi golosissima SFOGLIA salata family version🔝😋 Zucca Fagiolini e arachidi senza latticini con pasta sfoglia Vegan senza grassi idrogenati, cubetti di cotto magro e panna veg e nessuno si lamenta “ndo sta la pancetta e l’emmental”…c’è solo l’uovo fresco bio il resto è salute, ma sfiziosa😍. Ricetta ORA sul Blog link in alto in Bio insieme alle mie cronache e vicende. E ora chi viene con me a vedere LOVELESS 🎬e mi tiene le manine calde fino a arrivare al cine😍?Se lo avete visto com’è? Perché se no c’è anche l’opzione libro coperta e 🐱 che non è nienteniente male😜😍Buon pome ig friends see ya next time!💙 #IFeelBetta #december #recipeoftheday #quiche #pranzodelladomenica #pastasfoglia #vegetarian #dairyfree #recipebooks #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #eeeeeats #homemade #checosastaicucinando #photooftheday #instafood #foodaddict #yummy #foodie #foodlove

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ingredienti per una torta salata zucca fagiolini e arachidi.

1 rotolo di pasta sfoglia senza latticini né grassi idrogenati
3 uova medie

1 brick da 200g di panna vegetale senza grassi idrogenati (io panna di soia Alpro)

1 pizzico Sale

q.b pepe

100g Fagiolini spuntati

200g Zucca delica

30g Arachidi non tostate in guscio

100g Prosciutto cotto magro a cubetti

1 cucchiaino di Timo essiccato

1 cucchiaio lievito alimentare in scaglie

Procedimento:

Lavare bene e Mondare la zucca privandola della buccia -attenzione a non tagliarsi ve lo dico perché per me è un classico proprio con la zucca😂 infatti vi scrivo con due dita in meno SCHERZOOOOO😂) e tagliarla a cubetti non troppo grandi (circa 1 cm per lato)

Spuntare i fagiolini e privarli del filamento, lavarli e sgrondarli bene.

Sgusciare le arachidi e togliere la pellicina marrone di ogni coppia sbucciata.

In una ciotola sgusciare le uova, salarle e pepare, versare la panna vegetale e i cubetti di prosciutto cotto, le arachidi sgusciate sbriciolate grossolanamente e le foglioline di timo essiccate.

In uno wok o padella larcga scottare brevemente i fagiolini tagliati a metà, 1 spicchio di cipolla tritato e i dadini di zucca, on 1 cucchiaio di olio, appena finché si inteneriscono ma lasciandoli sodi e croccanti perché finiranno di cuocersi nel forno.

Foderare uno stampo a cerniera tondo di 25/30 cm di diametro con il rotolo di pasta sfoglia vegetale, lasciando alla base il foglio di carta da forno della confezione, facendolo aderire bene alle pareti.

Unire le verdure del wok o padella al composto di uova panna veg e cotto e mescolare bene. Aggiungere una cucchiaiata di lievito alimentare in scaglie che da un buon sapore “formaggioso” e fa le veci del parmigiano

Versare tutto il composto all’interno dello spampo e della pasta sfoglia e rigirare i bordi di pasta sopra il ripieno arrotolandoli formando un cordoncino uniforme lungo tutto il perimetro della torta salata.

Cuocere in forno preriscaldato a 190° per 25 minuti finché i bordi di sfoglia sono ben dorati e l’interno compatto rappreso e colorato.

Gustare appena intiepidita.

 

Nel frattempo fatevi fuori il resto delle arachidi, e che non mi/vi conosco, grullacci😜…

 

Film vincitore a cannes LOVELESS. Ultima chiamata a dirmi se vale la pena se no è LIBROSUBITO😁 😍dai dai ditemi che fa schifo il film così mi impigiamo e vo diretta al libro che non si vede che c’ho voglia della seconda opzione di pomeriggio domenicale😂

 

 

SalvaSalva

L’amore, Davvero.

L’amore, Davvero.

Bettabloggers, il concorso per design creativo e storytelling del marchio Pandora nel mondo non l’ho vinto è fresca fresca la notizia😁, ma considerato quello che è apparso in sti giorni come slogan a caratteroni cubitali per le strade di Milano non posso che essere fiera di non essermi aggiudicata il posto per il Claim creativo vincente visto i (dubbi😒) parametri con cui hanno evidentemente scelto di selezionare il messaggio su cui puntare. (proprio su questo argomento ti rimando al post sempre puntuale e sempre intelligente di Laglasnost  8 dicembre. ) Azdòra Betta o Pandora Betta?🤔 Ai posteri l’ardua sentenza, Io intanto ho inalberato e inghirlandato e arlecchinato un Pandoro gastronomico. 😂 Un gioiello è solo per chi non brilla dentro😂😜😌

In ogni caso domani che lo aspetto a gloria mi son presa il posto all’Indian Festival di Firenze per il super corso di cucina indiana, tra un film e l’altro. Non vedo l’ora! Anche perché mi ci farò il documentario sull’iphone. E poi ve lo rivogo su ig.😜

Intanto oggi…

View this post on Instagram

Buonsabato mondo ig!!🙌🏻 Chi c’era stamattina al mitico stravisto e sempreverde mercatino di Natale🎄 crucco-nordico di SantaCroce?🙋🏻ioioio!😂un classicone dei sabati di dicembre, sarò mica la snobbe che non ci va? effiguriamoci, affionda subito è da ferragosto che l’aspetto😂no vabbè comunque bella girata anche se c’era la ressa so uscita col brutto tempo e invece è venuto fuori un bel solicino e tra wusteroni crautoni pretzeloni e folletti ugrofinnicii e nicolaus svedesi con cosa è tornata a casina la Betta? ma con una norvegesissima bustarella di spezie dorate mediorientali, eccerto😌oh! e vai con le crocchette vegane! Che poi era un esperimento m’è venuto in mente camminando, volevo fare una roba tipo falafel e ho mixato un po’ di trecento ricette insieme🙈nella speranza che mi stessero insieme senza leganti tipo uova ecc….se avete visto le STORIES c’è il tentativo sconsolato 😫 in pieno pessimismo cosmico leopardiano😂 e invece😍 a parte che erano lì lì per carbonizzarsi (memo: dacci un occhio alla padella invece di fischiettare agli uccellini, grulla!😂) son venute proprio niente male, anzi, a boccone in fieri sono di molto ma di molto BONE!!!!! Non sono come i falafel del baracchino turco come consistenza son diverse, ma le sto adorando😋😍 perfeziono, le rifaccio, e vi passo la ricetta perché non hanno nulla da invidiare alle polpette di lesso che faceva la mi nonna😍 ma 100% vegane di fave, ceci, semini misti e un sacco di spezie dorate! 🔝 insieme all’insalata di quinoa multicolor (facilissima Ricetta insieme al nuovo BLOGPOST⤴️💙 LINK IN ALTO IN BIO⤴️). Sto pranzo mi piace quasi anzi di più che lacarrellata di troiai che non vi sto a dire con cui abbiamo festeggiato ieri😁, anzi, a volte ci vuole proprio di farsi del bene con amore e fantasia e tuttasalute e natura, anche se poi ci si fa del bene anche regalandosi la fetta di pandoro alla crema. Un po’ di lavoro e poi relax e libri godetevi questo solicino prima che passi (ariecco Leopardi😂) Buon pome ig friends see ya next time!💙 #IFeelBetta #december #recipeoftheday #mangiaresano #comfortfood #pranzo #quinoa #falafel #vegan #butternut #foodblogger #foodblog #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Invece Dal trapassato remoto con furore (ieri😂)

View this post on Instagram

8 dicembre… solo nelle migliori sale cinematografiche 😂😂😂”LOVE,CATTUALLY.” 🎅🏻🎄🎄il più bel film di Natale di sempre😍😂😍. Quali sono i vostri film del cuore a tema natalizio? Io non tanti ma alcuni sono davvero affezionata. Comunque, oggi me ne vado al compleanno 🎂 della mi sorella. Tanto per aggiungere feste su feste… 😅😱🎂 regalo 🎁 più regalo meno… ormai mi posso anche imballare la casa 😂co tutta la carta da pacchi c’ho in giro (però i nastri la metà so spariti CHISSÀCHILIHAPRESI 🤔🤔🤔🤔uhmmm… vediamo😺😺😺🎉🙈ma non lo so proooooprio boh MISTERI😂😂). AUguri sorellona che oltre a esse la stronzona che sei😆😬😜hai arricchito la mia vita dell’Amore, e dell’Onore, di essere Zia di due piccoleBettinePestifereCresconoMale😆😆😂🤣🤣. Ti voglio bene e te lo dico qui perché sono certa che non lo leggi, tiè😬😍😌, suvvia che un po’ (un microcaccolino dai) ho arricchito la Tua quando sono catapultata nel mondo col nome che tu hai scelto Per me. 💙💙💙 E ora svegliamo i miao per dispetto😂, prima che loro vengano a svegliare me che invece torno altri dieci minuti a letto che dopo ho da far la torta da portare😱😍🎂buona giornata ig friends dalla nostra mattamattagattafamily, see ya next time💙 #instadaily #lavitainunoscatto #catstagram #instamoment #cats #lovemycats #catsofinstagram #natale #cool #photooftheday #gatti #cats #lifestyle #italianblogger #love #happyvibes #solocosebelle #ilovemycat #enjoy #sleepingcat #weekend #humor #kittens #christmascat #birthday #december #ptitzelda2017

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Buona festa dell’immacolata nonché compleanno della mi sorella che zittazitta pisserapissera freddafredda sarà anche nata l’immacolata MA io son double-ZIA😂 mah…uno si fa delle domande, sullo smistamento pacchi delle cicogne😂 scherzo sorellaccia! Comunque mi son svegliata tardi e volevo fare la tortona fashion di compleanno e volevo anche fa un monte di robe e non c’avevo un cavolo di voglia dico la verità perché la roba che avevo in mente necessitava una scappata al super che mi ci vai te sotto l’acqua a dancingintherain felice e beato ecco io no😂però mi uggiava anche non esprimere nulla di me né del mio amore fraterno per quanto silente e spesso incompreso o sconsiderato (ma neanche così tanto cercato da farmi piangere la coscienza, andiamo oltre, roba che ha bisogno di altri due secoli di psicanalisi e forse nel frattempo uno una complicità non canonica e informale adeguandosi alle proprie personalità la trova)… nelle stories due o tre soli passaggi di Tanto di mio con quello che c’era. Metafora della mia vita. Essere in un modo e trovarne il lato fantastico. Prendi un pandoro e prendi il famoso panettonegastronomico come ideona🤣😆Ok. Quindi inventati lì per lì tre farce diverse a casa che ti pare possano andare d’accordo. Taglia cuci e rattoppa un pandoro rigorosamente NON fatto da te perché non lo sai fare e non sei una ganzina né la cocca preferita del maestro lievito. Fai da te le cremine (coi grumi). Farcisci male perché con una mano fai la storia ig. Fai la storia ig e tra un po’ ti ritrovi due ore di sudore😂 sfracellate in terra che se facevi il panettone36oredilievitazione alla fine ci mettevi meno🙈😂. Risultato: Hai fatto il dolcione trashone kitch di natale più tamarro e di dubbiogustodell’universo. 🔝😍. E hai spalmato di marmellata l’ultimo strato che invece DOVEVA essere il coperchio da ricoprire di glassa. Buttaci due codette per rattoppare l’irreparabile. Portalo in bilico incellophanato sotto la pioggia. Arrivi. Auguri!-“Betta! Ma è un compleanno non è Natale, dove sono le candeline??????🙈😂”. Zitta o dico a tutto ig quanti anni hai😜, Irene. Buona festa a tutti see ya next time!💙 #december #pandoro#storytelling

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

Couscous pomodorini, olive kalamata e semi di girasole

Couscous pomodorini, olive kalamata e semi di girasole

View this post on Instagram

Buona settimana ig friends💙! Allora stamattina avevo quell’ansietta😱, no, ansietta-mistofreddo ❄️strisciante🐍 sai, non so se vi succede, che mi perseguitava a fior di pelle, e che forse era solo un fantasmino nel cervello imbastardendosi complice con le cose che non andavano nel verso giusto (ma manco una a pagalla oh! telefoni, connessioni, motori, pagobancomat, tubi, caldaie, wifi, gatti😸 con la “pisciarella” non-proprio-chanel n.5 particolarmente “ispirati”😂, cappotti Burberry🙈😱 “magicamente” diventati olezzanti 😝, lavanderie automatiche dure di comprendonio) , e poi ho pensato che a Betta piace 😍vivere di Sinestesie e Magia💫, e di mettere cerotti alla vita è una mia specialità, sarà un appiglio in corner ma è anche un talento, arrivo a casa, le mail le guardo mentre sgranocchio un pomodorino che non m’è mai sembrato tanto buono, preparo il pranzo….. e mi calmo. mi calmo. mi calmo: esce a caso uno spettacolare😍 😋COUSCOUS al sapore mediterraneo pomodorini spinaci olive greche kalamata e semi di girasole. (ricetta NOW😍🔝 sul blog, link diretto in alto ⤴️in BIO con uno scaricabile utilissimo in arrivo per chi ama ‘calmarsi’ in cucina😍!!!!) Mi CALMO. Dite che è un piatto da estate🌴? NO, è una Sinestesia e una Magia di Natale. ⭐️See ya next time💙! #IFeelBetta #december2017 #recipeoftheday #food #tentarnoncuoce #pranzo #couscous #checosastaicucinando #natale #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #food52 #vegan #homemade #foodideas #photooftheday #instafood #onmytable #tasty #instagood #foodstyle #healthy #lifestyle

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Couscous pomodorini, olive kalamata e semi di girasole

Ingredienti x 2 persone

180g Couscous integrale precotto

5 Pomodorini semisecchi

5 Pomodori datterini

1 spicchio di aglio

1/2 cucchiaino Origano secco

3 foglie Prezzemolo

4/5 foglie Basilico

8 Olive nere greche kalamata

1 punta Peperoncino secco

1 cucchiaino Semi di girasole

3 cucchiai Olio di oliva extravergine

1 presa Sale marino grosso integrale

200g Spinaci freschi

 

Procedimento

Lavare bene sotto l’acqua corrente le foglie di spinaci scolarle e versarle in un tegame con 1 spicchio di aglio intero sbucciato facendoli appassire per pochi minuti con un coperchio senza ulteriore acqua direttamente nel liquido che rilasceranno, salare leggermente e tenere al caldo da parte

Fare un trito fine col prezzemolo fresco, i pomodori datterini, e le olive kalamata private del nocciolo

Far bollire 400ml di acqua (due tazze) con un 1 presa di sale grosso

Versare in una ciotola tutta la semola di couscous, i pomodorini semisecchi spezzettati grossolanamente, il trito di prezzemolo olive e datterini, cospargere con origano secco, foglie di basilico spezzettate con le mani, semi di girasole e irrorare il tutto con 1 cucchiaio di olio

Appena l’acqua salata sul fuoco raggiunge l’ebollizione spegnere il fuoco e versarla sulla ciotola con il couscous e i condimenti e coprirla con un coperchio attendendo 5/6 minuti che assorba tutto il liquido e finisca così di assorbire i liquidi, gonfiarsi e cuocersi ammorbidendo tutti gli ingredienti.

Nel frattempo disporre una base di spinacini preparati in tegame sul fondo di un piatto fondo, eliminando se non gradito lo spicchio di aglio intero.

Togliere il coperchio e sgranare con una forchetta il couscous condito nella ciotola che avrà assorbito tutto il liquido e i sapori

Versare il couscous sul piatto sopra gli spinaci e a piacere profumare e decorare con foglie di basilico, peperoncino in fiocchi, qualche seme di girasole e ancora 1 giro di olio extravergine per finitura.