Insalata croccante ultRAWviolet

Insalata croccante ultRAWviolet

Stamattina mi son svegliata con un sonno, un caldo, e una sete assurdi😳 (….oddio🤔, diciamo che la prima non è poi un evento straordinario😂).

Ho preso 2 caffè, fatto una doccia fresca, bevuto 1 litro d’acqua…..e ora ho c’ho più sonno, più caldo, e più sete di prima🙈😫😂

….che dite, un insalatina traboccante di verdure crude croccanti ultraviolet😍  mi aiuterà a reidratarmi prima di cominciare a vedere i miraggi (o le traveggole😂) con le 🌴e le fontane zampillanti a ritmo di musica di aladin?😜😂
Questa ⭐️Insalata di cavoletti viola crudi e cannellini con pane bruscato all’aglio fresco⭐️  è SPA-ZIA-LE!😍 E poi è così bella😍!

Tutti ingredienti vegetali supersani, i cannellini neutri, burrosi e proteici si uniscono ai benefici inelencabii delle crucifere, già superfood, potenziate in questo caso dal colore viola degli antociani (quelli di mirtilli, crauti viola, radicchio ecc) e al potere disinfettante dell’aglio ( e chi ha la pressione alta come il babbo e la mi mamma sapràquanto è raccomandato e che aiuta parecchio ma magari nessuno lo vuoe mangiare così come una caramella no?) 😍🔝….e non meno importante, dovete sapere che l’aglietto fresco e i cavoletti crudi danno praticamente NESSUN effetto collaterale “sgradito” comunemente attribuito a questo tipo di vegetali, che ci fanno tanto bene😋

…Pantone ha annunciato il colore dell’anno 💜 dopo aver mangiato la mia insalata !😌sì sì, è così, credetemi😜

voi che mangiate di buono oggi? buon appe e buon pome, Betta Bloggerz!

 

Insalata di cavoletti viola crudi e cannellini con pane bruscato all’aglio fresco

TTEDE7058

Ingredienti x 2

  • 200g cavoletti di bruxelles viola privati del torsolo
  • 140g cannellini cotti sgocciolati
  • 2 spicchi di aglio fresco novello
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucch olio evo
  • 8 fettine pane per tartine bianco o integrale

Procedimento

Sciacquare i cavoletti e affettarli finissimi, mescolarli ai cannellini sgocciolati dal brodo di cottura o dal liquido di conservazione, e a due fettine fini di aglietto tritate,salare e pepare, condire con 1 cucch olio. Scaldare 1 cucch olio in una padella antiaderente con il resto dell’aglio a fettine togliendolo appena inizia ad abbrustolire, nella stessa padella senza levare l’olio insaporito disponete il pane e doratelo per pochi secondi per lato finché è croccante. Se vi piace potete sfregare ancora i crostini con l’aglio tolto prima di servirli con l’insalata.

 

Annunci

Povero un cavolo

Povero un cavolo

(Nei post sotto le puntate precedenti, qui un siamo mica abbiùtiful gente😌che una puntata vale l’altra e ti puoi guardare la prossima tra10anni senza perdere iffilo perché so tutte uguali😂😜) ora la ricetta del giorno

View this post on Instagram

Buon sabatoh! Sappiamo che i pesci ‘poveri’ ricchi di Omega3 e acidi grassi come lo Sgombro Fanno Bene. Se li prepariamo in croccanti fagottini di pasta fillo arricchiti di semini: Fanno ANCHE GOLA!!!!!😋😍🙌🏻🔝 "uscitemelo" da quel cantuccio angusto e nascosto a fine pescheria tra i diseredati del mare, dietro i "più nobili" filettini sbiancati con la candeggina, supermercati!!!!🙌🏻 e mai più storcere il naso davanti al pesciolino buono, forte, e sano, nipotastre!😌 su su che mi diventate INTELLIGENTI come la zia😜 ,gente, i CoolKatz😻loro sì che apprezzano, pure🤣😅💃. Pesciolini croccanti di sgombro, Cavolo riccio Kale e olive nere in pasta fillo! #solocosebuoneesane #IEatBetta2018. Semplicissimi in pochi passi 😍RICETTA SOTTO ⤵️NEI COMMENTI e ovviamente oggi pome anche sul Blog (link in BIO) . Grazie per esservi ‘tuffati’ nel mi mare di bischerate😜😋💙Buon weekend ig friends!!! #IFeelBetta #omega3 #superfoods #kale #ricotta #olivenere #cleaneating #mangiaresano #smartfood #foodblogger #foodideas #fish #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instagood #foodphotooftheday #onmytable #foodwriting #ricettecreative #personalthoughts #nofilters #creativity #foodart #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Pesciolini croccanti di pastafillo ripieni di sgombro, Cavolo riccio Kale e olive nere

Ingredienti per circa 10 pesciolini:

  • 1 confezione di pasta fillo fresca in rotoli
  • 1 mazzetto piccolo di cavolo riccio (Kale) verde o violetto (ma ci si può sbizzarrire
  • usando bietole, spinaci e verdura a foglia a piacere)
  • 2 sgombri medi eviscerati e privati della pelle e divisi a filetti (vanno bene anche in scatola al naturale di buona qualità!)
  • 1 confezione da 125 di ricotta fresca
  • 5/6 olive nere denocciolate
  • 1/2 cipolla
  • olio evo
  • sale
  • semi misti di lino,canapa e chia

 

Procedimento

Mentre prepariamo il ripieno togliamo la pasta fillo dal frigo lasciandola chiusa nella confezione senza srotolarla se no si secca
Cuocere al vapore le foglie di CavoloRiccio finché non sono tenere ma brillanti senza stracuocerle
In una padella far cuocere con un filo d’olio la cipolla tritata e i filetti di sgombro delicatamente, salare e pepare assaggiando perché il pesce è già un ingrediente sapido
In un mixer frullare il cavolo riccio scolato, lasciandone due foglie intere, con la polpa di sgombro cotta e la ricotta ben sgocciolata del siero, insieme a un pizzico di sale
Amalgamare a questo composto le olive nere tagliate a rondelline
mettere una cucchiaiata di composto al centro delle foglie intere cotte e avvolgerle su se stesse chiudendo il ripieno e formando dei rotolini lunghi, tagliarli a metà e ottenere tanti rettangolini della dimensione di un pesciolino (vedi foto)
Adesso aprire la pasta fillo e tagliarla a metà, avvolgere i rotolini di cavolo con fogli di pasta sovrapposti spennellandoli uno a uno con acqua o olio(4/5 fogli) e chiudendoli a caramella solo da un lato per formare la coda. Spennellare la superficie di ogni pesciolino di olio e cospargere di semini misti di lino, canapa e chia, infornarli a 200° in forno ventilato per 8/10 minuti su una placca ricoperta di cartaforno, finché sono dorati e scrocchiosi. Io li ho serviti con lo stesso contorno di cavolo al vapore.

Zitta e’muta come un pesce e mangia. tiè.😍😂

Ricapitolando

View this post on Instagram

E’ proprio il caso di dire che oggi mi sono veramente FATTA IL MAZZO💐….😁di cavoloriccio!😂 e dovreste farvelo anche voi, ogni tanto, un po’ di mazzo!😌😂😂 sono stata dalla mi nonnina al cimitero a sbrigare alcune pratiche (posti allegri, bella ggente, una movida ragazzi….😜) e al ritorno mi son presa sti du mazzi e mi garba proprio, lo avete mai assaggiato? Io sì fa benissimo ma mai questo viola!!! Kale cavolo riccio violetto stufato con ravanelli, semi di zucca e girasole e bacche di pepe rosa, semplice semplice condito con il mio olio bono per lasciarlo protagonista e sentirne il sapore, e ovviamente il tocco sfiGlam peposo della betta, perché se non mangio intonando il pranzo con la piantina sul tavolo mi sento “spaiata”, e già c’ho i pantaloni a righe e la maglia a scacchi e il cappello a pois 😂( e un calzino lungo e uno corto diversi😳 però bisogna sapere e convenire😌 che sono entrambi MIEI, ed è già qualcosa!!!!!!😜). Buon appe e buon vene mondo ig, avete programmi per il weekend? Se no se mi volete proprio accompagnà al cimitero fate pure….😌😂🙌🏻😍💙grazie di aver letto -come al solito- la mi bischerata del giorno😁😘😴 #IFeelBetta #spighemulinobianco#superfoods #kale #olioextravergine #cavoloviola #cleaneating #pilloledisaggezza #foodblogger #foodideas #pink #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instagood #foodphotooftheday #onmytable #foodwriting #flowers#personalthoughts #nofilters #creativity #foodart #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Nonnina!!!💙😍Te l’avevo detto che sarei venuta date!🙏🏻💙🤗mo parliamo un pochetto eh😜💙. (No, che pensate, non c’ho la nonna monaca😆😂😂, sta lì accanto….ehm… “ai piani bassi”, diciamo😅💙😂) sapete che Trovobello scherzare ridere e non prendere mai troppo Sul serio le cose: SPECIALMENTE quelle incredibilmente SERIE. E’ il mio modo di onorare e amare senza limite🙏🏻😍. Sbrigo un po’ di robe e quando torno a casa se riesco preparatevi perché ho in mente una ricetta BOMBA😍💃🏻💃🏻🔝ci si vede poi! Ps FIORENTINI!!!! Riconoscete il ⚰️⛪️in dove sono??? Ciaooo🙌🏻 grazie di aver letto la mi bischerata di’ssabatomattina😆🤣😂#IFeelBetta #florenceitaly #instaflorence #phootooftheday #instamood #cimitero #january #florenceofig #iloveflorence #art #landscapes #solocosebelle #church #firenze #quotes #thoughts #family #italianblogger #casual #impressions

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Se vai a bruxelles hai meno jetlag

Se vai a bruxelles hai meno jetlag

….che una notte completa passata in bianco. argh.

View this post on Instagram

Stanotte non ho dormito un piFFero!!! breve e conciso mood del giorno! (vivacità, prontezza d'animo concentrazione e operatività uscite da questo corpohh👻 perché oggi ne ho troppa veramente😁😳😒😴 ne volete un po' che ve ne presto un pochina??'😂😂🙈) Altro da dichiarare? Sì! Eccerto! Il pranzo! Ecco la semplice sana e gustosa idea "Bettosa" del giorno: Trofiette ai cavolini di bruxelles, tonno, capperi e pepe rosa. 😍Non è graziosa?? Chi ama i cavoletti che non piacciono mai a nessuno????🙌🏻🙋🏻ricetta leggerissima e piatto completo per la mia personale e infinita ricerca di conoscere imparare il più possibile come il cibo può aiutarci e accompagnarci verso un benessere generale nella vita che non contempli divieti privazioni e assurde ossessioni o conteggi vari (calorie? non le conta più manco mi sorella che ai tempi dell'aerobica di JaneFonda🤔 me le snocciolava a memoria🙈 e io lì che la ascoltavo e guardavo tracimarsi di sudore negli scaldamuscoli😒pregando iccielo di abbassare quella musicaccia mentre volevo leggere ZIOPaperone😂sul letto), penso che cucinare di prorpia mano sia un Simbolo perfetto di come unire la Materia allo Spirito, e che lasci ampio spazio al Piacere nella vita, con l'anima in pace, altro che diete punitive e fanatismi. Riserviamo più posto mentale a CHI SIAMO semplicemente, che va benissimo e ha bisogno di dolcezza e Cura e sane Risate e Naturalezza, piuttosto che bastonarci con cosa crediamo (o ci dicono) che NON DOBBIAMO ESSERE. Vi scrivo la RICETTINA essenziale nei commenti, oltre che sul blog🙌🏻😍….consulentiiiiiiiiiii nutrizionali certificate del mio 💙, ho ragione o no? Buon appe e buon giove mondo ig💙grazie di aver letto -come al solito- la mi bischerata del giorno😁😘😴 #IFeelBetta #cavolettidibruxelles #trofie #tonno #olioextravergine #cleaneating #pilloledisaggezza #foodblogger #foodideas #pink #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instagood #foodphotooftheday #onmytable #foodwriting #decluttering #personalthoughts #nofilters #creativity #foodart #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Trofiette veloci al tonno cavolini di bruxelles capperi e pepe rosa

Ingredienti x 1 porzione

  • 100g trofie fresche
  • 5/6 cavoletti di bruxelles
  • 1/4 di cipolla bianca
  • 1 pugno sale grosso
  • acqua abbondante per bollire la pasta
  • 1 lattina (80g circa) tonno in scatola al naturale sgocciolato bene
  • 5/6 capperi sottosale ben dissalati sotto acqua corrente e strizzati
  • q.b. pepe rosa in grani

Procedimento

Mondare, sciacquare e affettare a fettine sottili i cavoletti privati delle foglie esterne e della base del torsolo
Fare un trito di un quarto di cipolla bianca sbucciata e mondata
Nel frattempo portare a ebollizione abbondante acqua salata per bollire le trofie
In una padella antiaderente far scaldare 1 filo di olio e stufare il trito di cipolla aggiungendo le fettine di cavolini, salare a proprio gusto, irrorare con mezzo bicchiere di acqua scarso e coprire facendo cuocere per 10 minuti massimo a fuoco medio così rimangono croccanti, di verde brillante e pieni di sostanze nutritive.
Spegnere il fuoco e aggiungere alle verdure 1 scatoletta di tonno al naturale ben sgocciolato, e i capperini dissalati e asciugati, mescolare e tenere in caldo.
Quando l’acqua bolle avremo buttato le trofie lasciandole cuocere per 4/5 minuti o come descritto sulla confezione, e scolarle nella padella con il condimento.
Saltare mescolando 1 minuto tutto insieme e impiattare con una macinata di pepe rosa e se gradito un filo di Evo a crudo.💙

Spaghetti quadrati al salmone selvaggio, cavoletti di bruxelles e crema di castagne

Spaghetti quadrati al salmone selvaggio, cavoletti di bruxelles e crema di castagne

IMG_0628

Questi spaghetti quadrati al salmone cavoletti e crema di formaggio alle castagne può essere un piatto unico pieno di antiossidanti, complessi sulfurei dei cavoletti, fibre, calcio e proteine dal formaggio, carboidrati grezzi di pasta e castagne e omega3 che fa bene al cuore, alla mente, e all’umore. Che sia di portafortuna come lo è per me nel clima in cui l’ho creato, e ricordi a ognuno di noi che prendersi cura di sé è tutt’altro che un sacrificio in cui ci dobbiamo sforzare, o addirittura mortificare, ma è appagante, curioso, gustoso, divertente, e ci lascia sempre ancora affamati: sì, affamati, ma DI VITA!

  • 150 g Spaghetti integrali quadrati
  • 200 g Cavolo di bruxelles
  • 1 costola di Sedano
  • 1 foglia di Alloro
  • 100 g Castagne
  • 100 g Formaggio fresco spalmabile (io il bianco cremoso Stuffer ) o tipo robiola
  • 1 presa Sale per la’cqua di cottura
  • 70 g Salmone selvaggio affumicato al legno naturale
  • 2 cucchiai Olio di oliva extra vergine
  • Sale e Pepe nero in grani q.b

Step 1

Prepara prima l’acqua di cottura delle castagne bollite: Risciacqua abbondantemente, pela e rimuovi la buccia accuratamente da una manciata di castagne , lessale in acqua salata con un foglia di alloro e un gambo di sedano con le sue foglie, per circa 40 minuti. Scolale e tienile da parte perché potrai utilizzarne gli avanzi -se ne hai fatte molte- per altre ricette o mangiarle così come snack golosissimo e naturale.

Step 2

Prendi 4/5 castagne e frullale insieme al gambo di sedano bollito con 100g di formaggio fresco spalmabile e un mestolo di acqua di cottura delle stesse unendo 1 cucchiaio d’olio fino a raggiungere una salsa abbastanza liquida e leggermente pastosa. Tieni da parte questo composto.

Step 3

Porta a ebollizione abbondante acqua salata e versa 200g di cavoletti di bruxelles sciacquati e privati della radice e delle foglie più esterne, tagliuzzati in croce o a fettine sottili orrizzontali.

Step 4

Dopo circa una decina di minuti versa nella stessa acqua di cottura dei cavolini anche gli spahetti quadrati e cuoci tutto insieme per il tempo suggerito sulla confezione degli spaghetti scelti, al dente.

Step 5

Scola insieme in uno scolapasta sia gli spaghetti che i cavoletti e versali in una terrina in cui li condirai con 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, la salsina di castagne precedentemente preparata, e il salmone affumicato tagliato all’ultimo momento a listarelle o filetti sottili,

Step 6

Completa con una macinata di pepe nero in grani se gradito e qualche foglia di sedano fresco ben mondato

Link al mio ricettario Manjoo

Spaghetti quadrati al salmone cavolini e castagne

Link alla mia pagina di CucinaMancina

On working