E non chiamatemi più Spaventapasseri

E non chiamatemi più Spaventapasseri

IMG_9695

Ieri sera ero a mangiare un’ottima e semplice insalata di mare al circolino di Sanfrediano a Firenze coi miei in riva all’arno, ma guardate in realtà chi è stato il mio VERO interlocutore commensale e ospite a cena😂😍…. zac, beccato 📸!!! fortuna che avevo l’iphone in mano proprio in quel momento, adooooro quando gli animaletti di ogni genere (tranne le zanzare😒) mi circondano, girellano, svolazzano, e vivono intorno😍, come se fossi una biancaneve canterina in mezzo agli usignoli😌😂….così imparano quelli che mi trattano da strega cattiva, tiè…. gli animali sono saggi, non mentono, la sanno lunga, sanno tutto🙏🏻, e vedono nel profondo del cuore😌!!!! Non si avvicinerebbero MAI all’insalata di mare di una carogna di persona!😌 meditate genitori meditate😂😂.( vi giuro che nessun Delpiero è stato ucciso per fare questa pic!😜)
*
Anche Voi rimanete incantati per questi piccoli semplici attimi di vita, o correte via disgustati da ogni cosa che vi ricolleghi alla semplicità, al contatto, allo stupore di ciò che ci coabita, come un petit amì alato,che nella sua fragilità è coraggioso e spavaldo, senza paure, si prende la scena, rende la serata graziosa e leggera…., Vi piace quando la natura vi strizza l’occhio?
Comunque il passerotto si è portato via un anello di totano, si vede che anche tra loro gira voce che venerdì pesce 😂🙈…

Avevo da fare 3000 cose prima del weekend, su tremila ne ho fatte cinque, fatte benino eh, al limite del collasso e dello stress, ma cinque😕, maledetto perfezionismo, andrò a letto pensando a 2995 cose che non ho fatto e che tutti sembrano capaci di fare senza dare un cenno di stanchezza, senza avere momenti di down, di depressione, di “basta io mollo tutto”, di “un ce la fo”…., come se fossero tutti dei robot, vedi persone che sembra abbiano 50h al giorno e per ogni ora fanno dicono postano scrivono lavorano alle cose a mitraglia tutte impeccabili, io li ammiro,ma come fanno boh, ci sono tanti treni e occasioni che ho perso, che mi sto perdendo, perché mi sono “persa” in un momento in cui tutto era perfetto per me, ma NON per il mondo. Non sarò mai perfetta, non sarò mai una macchina. Sarà forse la mia rovina, ma potrà essere la mia forza.

in fondo in tanti abbiamo bisogno di poche ore soltanto, e forse pochi momenti al giorno, ma di qualità, vissuti senza dover rispondere di niente a nessuno, senza sentirsi schiavi di una jungla di connessioni socialità e aspettative di genitori creditori, datori orari calendari standard prestazioni condivisioni ecc,  e senza dover per forza lottare per fare la propria strada….

se per inseguire un sogno mi devo massacrare, sgomitare, far scoppiare il cervello, passare sopra cadaveri ed emozioni, impedirmi di piangere e ridere, non avere tregua, vivere in trincea, essere sempre pronta, essere sempre prestante, e non fermarmi mai a guardare il semplice e bellissimo nulla…. beh allora non lo chiamo più sogno, ma guerra.

Ci sono “connessioni” meravigliose nella vita che sono belle anche quando nessuno lo sa o chi le vive con te non parla, eppure vive e respira.

 

Buon weekend amici😜💙

 

 

SalvaSalva

Annunci

Fregatene un Segato di Carciofi

Fregatene un Segato di Carciofi

….vabbè ci sta che il titolo me lo capiscono solo nel raggio della Toscana 😅 ma…

Comunque😌, stamani riflettevo su una cosa: voi che fate di solito mentre mangiate? Personalmente io amo guardare fuori dalla finestra, poggiare l’iphone e il mac lontano dalla vista e dedicarmi solo al carattere sensoriale del cibo, e ai miei pensieri, per qualche decina di minuti, senza l’ansia di doverli descrivere o “condividere” o pensare importanti , sono solo lì per me,  è questa la limpida importanza che hanno; non guardo né tv né tantomeno i social, stacco anche dal lavoro (magari non mangio finché non ho finito una cosa magari mangio alle 4 ma poi una volta a tavola mollo la qualunque e respiro); non corro a credere di Esistere solo se faccio qualcosaltro, con l’unico risultato di non accorgermi neanche di aver mangiato, e beh: è una cosa così bella e intensa che non vale proprio la pena di sprecarla non accorgendosene, fregandosene appunto, è un torto alla fortuna che abbiamo, è un torto a noi stessi, in cerca di un “noistessi” di cui cerchiamo disperatamente e angosciosamente conferma attraverso la presenza costante senza tregua sul web o attraverso il consenso altrui, in attesa di un like magari, e che poi troveremo però in un pacchetto di patatine idrogenate appena capita per consolare quella che crediamo essere la frustrazione di non essere nessuno.

Sticazzi!

E’ tanto bello è una meraviglia mangiarsi un Segato di carciofi essendo nessuno😍. E guardare fuori dalla finestra come un gatto assorto a pancia piena. Io la penso così. E voi? Cosa fate di solito mentre mangiate? Vi dopate di programmi trash alla tv o di web? fatemi sapere che sono curiosa! Buona settimana Bettabloggerz!💙

View this post on Instagram

Buona settimana nuova! 🤗A Firenze questo noi lo chiamiamo “I’ ssegato🔪📐🍃 di Carciofi” Ed è una delle cose più buone 😍😋immaginabili e pensabili. Carciofi crudi affettati fini su un Letto di rucola, ben conditi con olio limone sale e pepe nero, e cosparso di generose scaglie di parmigiano reggiano. (Ricetta semplicissima ORA sul blog al link in alto in BIO⤴️)….se mai Dovessero puntarmi un fucile addosso e avessi i minuti contati e ibboia dovesse concedermi un ultimo desiderio un’ultima cena su questa terra, ordinerei un Piatto gigante di segato di carciofi. (Seguito da… beh, il resto delle cose immaginabili e pensabili che mi vengono in mente, praticamente una cena infinita😂 che il boia intanto che le penso tutte va in pensione😂😂😂😉🤓😆) . Vi piace questa insalatina la fate mai? È una squisitezza, a Firenze è un must 🔝😍sia a casa nella mia famiglia da sempre , che nei ristoranti, se lo vedo lo prendo😍, non lo cambierei nemmeno con un’ ostrica ripiena di caviale e lamelle di tartufo, per dire😅. che poi fanno benissimo i carciofi ci ripuliscono il fegato e i reni con le loro sostanze amare, E iniziamo questo lunedì con la mente leggera le mani belle nere nere😂😋 e una paccata di lavoro da sbrigare😱Grazie per aver letto la mi bischerata quotidians, compagni di merende!😂😂😂😘💙#IFeelBetta #carciofi #raw #grana #antipasto #healthy #vegetarian #salad #fibers #onmytable #whatieatinaday #monday #pranzo #ricettafacile #favoritefoods #superfoods #organic #nourishing #lacrosefree #parmigiano #lemon #rucola #italianfoodphotography

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

I’ Sssegato di Carciofi

FullSizeRender

Ingredienti x 2 persone

2 carciofi belli grandi violetti toscani o morelli

50g di rucola fresca

1 limone grande biologico non trattato

olio extravergine di oliva

sale e pepe nero q.b.

80g Parmigiano Reggiano non troppo stagionato a scaglie

pane toscano o integrale per accompagnare

Procedimento

Semplicemente pulire bene i carciofi privandoli delle foglie esterne, delle cime appuntite, della peluria interna e di parte del gambo (non tutto, privato della scorza esterna e affettato fine io lo mangio insieme a cuori e foglie), affettarlo finemente su un tagliere a lamelle sottilissime. irrorarlo con il succo di mezzo limone per non farlo annerire.

Comporre l’insalata distribuendo nei piatti i carciofi affettati sopra un letto di rucola fresca risciacquata e asciugata, e poi cospargere di una generosa manciata di petali di grana o parmigiano reggiano non troppo stagionato.

Salare, pepare e irrorare di olio extravergine di oliva di buona qualità, e l’altra metà di limone spremuto sopra.

Accompagnare con pane toscano o integrale e gustare in meditazione trascendentale 😋 allappandovi deliziosamente il palato.

Note e suggerimenti a margine dei miei amici:

🙏🏻La PaoPao dice:

Con le bucce esterne, che fai seccare, prepari tisane e brodo vegetale

🙏🏻il bobo  dice:

Per i nessuno non vegetariani, come me, suggerisco di provare segato di carciofi sostituendo al parmigiano gamberetti (o mazzancolle) a vapore: ottimo

Spaccio spanakopite, sono spacciata

Spaccio spanakopite, sono spacciata

Spanakopita gnuda di Betta

Ingredienti per una teglia rettangolare di spanakopita

 

  •  1 confezione di pasta sfoglia rettangolare
  • 150 g di spinaci
  • 1 cipolla tritata
  • 1/2 porro tritato
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 1 rametto di aneto tritato
  • 2 uova
  • 100g di ricotta
  • 250g di feta greca sbriciolata
  • sale fino
  • pepe nero
    olio evo

    Procedimento

    Fate un trito con il prezzemolo e l’aneto ben lavati e asciugati.Tritare anche porro e cipolla.
    In una padella mettete un filo d’olio a scaldare e cuocete la cipolla e il porro tritati il prezzemolo e l’aneto, facendo appassire a fuoco basso soltanto 5/8 minuti.
    Quando le verdure nella padella risultano morbide, aggiungete le foglie di spinaci lavate e strizzate e mescoliate bene il tutto a fuoco spento: gli spinaci si appassiranno così senza stracuocere, tanto poi va in forno. Fate raffreddare bene questa farcia
    In una ciotola sbattete le uova e aggiungete la ricotta e la feta. Aggiungete il composto di verdura appena cotto e mescolate.
    In una teglia ricoperta con la carta da forno mettete un disco di pasta sfoglia e aggiungete il composto di formaggio e spincai appena preparato, stendendolo e pareggiandolo bene in modo uniforme, lasciando circa 2 cm liberi tra i bordi. Chiudete bene creando un bordo ai lati come per una classica torta salata. Cuocete a forno riscaldato e ventilato a 180º per circa 25-30 minuti.

and that’s all, folk. ah no. qui c’è il povero Kundera che si rivolta nella tomba da ieri.

View this post on Instagram

Igrs, ciao! “L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DEL: MINESTRONELEGGEREZZA”😅😝😂!!!! oh come si fa? 🙈non se regge! 😂trooooppo leggero!😂 Ma ma che schifo di giornata loffia scrausa e piovosa (da voi come si va a Meteo?☔️😕) il mio stomaco ESIGE minestrone caldo ma anche qualcosa di colorato che mi tiri un po’ su la giornata, allora facciamo così vai, una pioggia di pisellini e edamame in aggiunta, mix veloce di orzo, e riso integrale, tutto insieme nella pentola in cottura col minestrone, scolo, spolverata di curcuma e avvolgo la mia insalata 100%Veg🍃di cereali legumi e “minestrone” con una generosa cucchiaiata di olio di cocco 😋, mangio caldo. tah, sistemato😌anche il minestrone lastminute a cubetti🙌🏻. #solocosesaneebuone 😋😍 ! 🌈Ma io che sto olio di cocco Io l’ho scoperto da ..stamattina! è buono oh! Uso spesso l’acqua e il latte di cocco ma l’olio non lo avevo ancora provato, voi che ne pensate? A Crudo o anche per cuocere? dovrò studiarmelo!. …coooomunque ora ora che ci penso -volendo😅- ci sarebbe anche la versione scempio de: ” L’insostenibile leggerezza del MistoBenESSERE.”🙈🌳 Povero Kundera! 🙈😂jhahahha! Buon appe e grigio pome a tutti 😘grazie di aver letto la mi bischerata quotidiana🙏🏻 #IFettaBetta #minestrone #ricettacreativa #ricettasana #wholegrains #peas #cleaneating #comfortfood #smartfood #foodblogger #foodideas #veganfood #foodblog #italianfoodphotography #topfoodpics #healthylunch #instagood #foodphotooftheday #onthetable #humor #rainyday #cuisine #tumeric #nofilters #food4thoughts #buonappetito #coconutoil

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Diamo a cesare un’insalata di Betta

Diamo a cesare un’insalata di Betta

View this post on Instagram

Igerz! Diamo a CESARE l'insalata di CESARE della Betta! E non se ne parli pppiù!😂😂😋ovvìa!!! Te, Bastianich, vai a mangiare al mcdonald.🙌🏻😂🙌🏻Boh che c'entra, nulla😅😆 ma per dire, iniziata oggi ufficialmente col Bollone e la crocesopra, per la Betta, la vera fase di riequilibrio e organizzazione alimentare di routine il più possibile salutare e istintiva, mettere a riposo l'organismo dei pastrocchi delle feste, con la ripresa a pieno dei ritmi quotidiani di famiglia lavoro e ispirazione artistica per la mia scrittura, ho bisogno di mente efficiente al 🔝 e non offuscata ricoperta da drappi dal famosissimo Velo di Maia-late🐷😂🍭🍫🎂🍬🎅🏼😅). Ho bisogno di mangiare tanto, e bene, e bello, cose che mi piacciono e danno benessere e forza e emozioni nello stesso tempo. Ma una triste fettina di petto di pollo alla Canalis può mai darmi benessere? No! Allora facciamolo così: Pollo, triptofano per l'umore e proteine, sì, poco, una volta ogni tanto ma che sia di buona qualità, no tutti i gg che esce dalla plastica degrassizzato e poi infarcito di tutto tranne che il povero pollo che era -forse- la roba più sana là dentro: se solo fosse ancora pollo, quello spiaccicato e ricomposto nelle vaschette.🤔 Mi inorridiscono i prodotti light, sono perversi, per non dire abbocca-allocchi. Insalata Bio, Pollo Cotto semplicemente (e qui diamo pure alla canalis quel che è della canalis via😆:sulla griglia e tagliato a listarelle, sale e pepe) , in un' insalata di fagiolini freschi scottati, sedano a lamelle, noci sbriciolate e vinagrette senza lesinare di olio evo, limone, sale e pepe. cubetti di pane di segale tostato. manco al Ritz Carlton di Londra me la fanno così bona (non esageriamo oh😅hahah) E se non è di Cesare, che me frega😂, tanto me la magno io!😍 Buona settimana grazie di aver letto la mi bischerata quotidiana #IEatBetta2018 #IFettaBetta #insalatadipollo #greenbeans #ricettasana #segale #detox #cleaneating #comfortfood #smartfood #foodbloggers #foodideas #nourishment #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyfood #instafood#foodphotooftheday #onthetable #mangiaresano #ricettecreative #cuisine #nofilters #creativity #pranzo

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Bettar salad😁 di pollo fagiolini sedano e noci

Ingredienti x 1 persona

150g petto di pollo biologico a fettine

200g di fagiolini verdi

1/4 cipolla rossa tritata

50g insalata misticanza di rucola e spinacini

1 gambo di sedano

sale e pepe nero

3 gherigli di noci

1 cucchiaio di olio extravergine

1 spicchio di limone o aceto di mele bio

Procedimento

Scottare per pochi minuti (6/7 massimo) i fagiolini spuntati e lavati in acqua leggermente salata insieme al trito di cipolla rossa

Scaldare una piastra antiaderente di buon qualità e quando è calda grigliare da entrambe le parti le fettine di petto di pollo senza farle troppo seccare, annerire o bruciare (1 minuto per parte a seconda dello spessore). Salare e pepare a fine cottura.

Tostare nel forno o in un tostapane brevemente 1 fetta grande intera di pane di segale e tagliarla a cubetti/triangolini.

Scolare i fagiolini e la cipolla, sgrondarli bene e porre in un insalatiera insieme a foglie di rucola e spinacino fresco, 1 gambo di sedano -foglie comprese- mondato e tagliato a lamelle, il pollo grigliato tagliato a bastoncini.

Sbriciolare sull’insalata i gherigli di noce, cospargere coi cubetti di pane e condire il tutto con una vinagrette di olio evo, succo di limone spremuto, 1 pizzico di sale e una macinata di pepe nero.


Epilogo

And that’all, folks. Buona settimana, vi lascio con una mezza frase di quel megabastardone s-antipaticone odioso sciamannato di C.G.Jung che -però- possarivoltarsidiinsonnia nella tomba in eterno psicanalizzando se stesso in eterno come un criceto😝- ha detto una cosa sacrosanta UNA degna di riflessione:

“Fin dal principio, il mondo è stato infinito e Inafferrabile”. 

Quanti sono invece i Vampiri emotivi che basano i loro puntifermi e cosiddetti Principii “coerenti e saggi e inquadrati”, sul Fermare e Frenare l’Altro dall’essere qualcosa che ai loro calcoli non quadra inchiodandolo con ricatti psicologici? Chiedimi di volerti bene perché di questo ne abbiamo ,non solo desiderio, tutti, ma bisogno, tutti. Non chiedermi di essere cosa non sono. Non chiedermi di far parte di una prigione di cui TU sei schiavo e per questo vuoi incarcerarci anche me come Tua unica via di fuga. Piuttosto, esci anche Tu a prendere boccate di LIBERO Niente🙌🏻

O ti magni sta minestra o ti magni sta minestra

O ti magni sta minestra o ti magni sta minestra

View this post on Instagram

Igers!🙌🏻 …O ti magni 'sta minestra…O ti magni la stessa identica cosa😅:ma asciutta! A voi la scelta!😂🤔😂 oggi: ZUPPA di Farro, broccoli, #edamame e funghi, una veg ricetta scaldacuore e 🔝salutare con tutto il sapore intenso di un ingrediente segreto (mica-tantoh😂) jolly: i funghi secchi!🍄 Chi li usa quando non ha tempo o voglia di andar a cercare quelli saporiti e poi pulirli bene? per altro conservano anche tutto l'apporto minerale e proteico (lo sapevate che i funghi sono una preziosa fonte di proteine? io l'ho imparato da poco!) Cioè, a volte se li vedo belli dall'ortolano o se me li portano non resisto e me li porto a casa a rischio di "aggiungiunpostoatavolaalvermetto🐛😝😂"…ma oggi è domenica e me ne sto alle giostrine👭🙋🏻…Date retta alla betta😁, a firenze si dice che "tutto" fa #brodo, per me il fungosecco fa brodo Bono!🙌🏻 e con gli edamame e il farro fa molto fusion tra un cereale tipico antico delle zuppe della nostra terra, e un sapore quasi "umami" jap-style🔝. Come la prendete voi, versione fumante brodosa a sinistra o più tipo farrotto a destra? (non sono due ricette diverse!😁 nella seconda -semplicemente- il brodo è VOLATO DALLA FINESTRA!!!👻😁😂- chissà com'è contento quello che abita sotto a me😂😈-) bene, buona domenica ig💙, grazie di aver letto la mi bischerata quotidiana🙏🏻💙 la ricetta sotto nei commenti😍o -come sempre- sul blog ⤴️link in Bio. #IFettaBetta #funghisecchi #broccoli #ricettasana #farrotto #minestra #cleaneating #comfortfood #smartfood #foodbloggers #foodideas #vegan #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyfood #pranzodelladomenica #instafood#foodphotooftheday #onthetable #humor #ricettecreative #cuisine #nofilters #creativity #bonappetit

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Zuppa di farro jolly con broccoli, edamame e funghi secchi

(vegan, doppia versione🙌🏻)

Ingredienti x 2 persone

  • 100g farro perlato della garfagnana
  • 1 broccolo (200g circa)
  • 10 g funghi secchi con porcini (mezza confezione)
  • 1/2 di cipolla bianca
  • 1/2 spicchio di aglio
  • 1 pugno sale grosso
  • 1 ciuffetto prezzemolo
  • 100g Edamame verdi surgelati in busta
  • 2 cucchiai olio evo
  • acqua abbondante (circa 1 litro)

 

Procedimento

Per tempo fai rinvenire i funghi secchi in acqua a temperatura ambiente per una mezz’ora, scolali del liquido di ammollo e strizzali buttando via l’acqua d’ammollo (io la butto perché non so cosa contiene tipo residui di terra o chimici, anche se so che molti la tengono per usarla, io su consiglio del mio cocittadino Simone Rugiati faccio così)

Monda e sciacqua i broccoli e tagliali a cimette di piccole dimensioni.

Trita aglio e cipolla in una dadolata sottile e cuocili in un cucchiaio di olio in una casseruola capiente, versa il farro perlato e i funghi secchi rinvenuti ben strizzati, e lascia appena tostare il tutto nel soffritto a fiamma alta per 1/2 minuti, poi versa sopra abbondante acqua -1 litro circa-, le cimette di broccolo e gli edamame direttamente dalla busta surgelati, con un pugno di sale.

Porta a cottura tutto insieme mescolando di tanto in tanto su fiamma alta finché bolle, e poi su fiamma media, ci vorranno circa 30 minuti a seconda del tipo di farro usato. Se dovesse assorbire tutta l’acqua aggiungere via via un ulteriore mezzo bicchiere.

Quando il farro è gonfio e cotto e le verdure semisfaldate spegnere il fuoco. A questo punto scegliere se impiattarla con il ramaiolo in stile minestra o se scolare tutto in un colapasta come se fosse un riso asciutto o un’insalata calda di cereali e legumi.

In entrambi i casi completare con l’altro cucchiaio di olio evo a crudo e un trito di prezzemolo.

Semplice, rustica, e supersana!

Povero un cavolo

Povero un cavolo

(Nei post sotto le puntate precedenti, qui un siamo mica abbiùtiful gente😌che una puntata vale l’altra e ti puoi guardare la prossima tra10anni senza perdere iffilo perché so tutte uguali😂😜) ora la ricetta del giorno

View this post on Instagram

Buon sabatoh! Sappiamo che i pesci ‘poveri’ ricchi di Omega3 e acidi grassi come lo Sgombro Fanno Bene. Se li prepariamo in croccanti fagottini di pasta fillo arricchiti di semini: Fanno ANCHE GOLA!!!!!😋😍🙌🏻🔝 "uscitemelo" da quel cantuccio angusto e nascosto a fine pescheria tra i diseredati del mare, dietro i "più nobili" filettini sbiancati con la candeggina, supermercati!!!!🙌🏻 e mai più storcere il naso davanti al pesciolino buono, forte, e sano, nipotastre!😌 su su che mi diventate INTELLIGENTI come la zia😜 ,gente, i CoolKatz😻loro sì che apprezzano, pure🤣😅💃. Pesciolini croccanti di sgombro, Cavolo riccio Kale e olive nere in pasta fillo! #solocosebuoneesane #IEatBetta2018. Semplicissimi in pochi passi 😍RICETTA SOTTO ⤵️NEI COMMENTI e ovviamente oggi pome anche sul Blog (link in BIO) . Grazie per esservi ‘tuffati’ nel mi mare di bischerate😜😋💙Buon weekend ig friends!!! #IFeelBetta #omega3 #superfoods #kale #ricotta #olivenere #cleaneating #mangiaresano #smartfood #foodblogger #foodideas #fish #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instagood #foodphotooftheday #onmytable #foodwriting #ricettecreative #personalthoughts #nofilters #creativity #foodart #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Pesciolini croccanti di pastafillo ripieni di sgombro, Cavolo riccio Kale e olive nere

Ingredienti per circa 10 pesciolini:

  • 1 confezione di pasta fillo fresca in rotoli
  • 1 mazzetto piccolo di cavolo riccio (Kale) verde o violetto (ma ci si può sbizzarrire
  • usando bietole, spinaci e verdura a foglia a piacere)
  • 2 sgombri medi eviscerati e privati della pelle e divisi a filetti (vanno bene anche in scatola al naturale di buona qualità!)
  • 1 confezione da 125 di ricotta fresca
  • 5/6 olive nere denocciolate
  • 1/2 cipolla
  • olio evo
  • sale
  • semi misti di lino,canapa e chia

 

Procedimento

Mentre prepariamo il ripieno togliamo la pasta fillo dal frigo lasciandola chiusa nella confezione senza srotolarla se no si secca
Cuocere al vapore le foglie di CavoloRiccio finché non sono tenere ma brillanti senza stracuocerle
In una padella far cuocere con un filo d’olio la cipolla tritata e i filetti di sgombro delicatamente, salare e pepare assaggiando perché il pesce è già un ingrediente sapido
In un mixer frullare il cavolo riccio scolato, lasciandone due foglie intere, con la polpa di sgombro cotta e la ricotta ben sgocciolata del siero, insieme a un pizzico di sale
Amalgamare a questo composto le olive nere tagliate a rondelline
mettere una cucchiaiata di composto al centro delle foglie intere cotte e avvolgerle su se stesse chiudendo il ripieno e formando dei rotolini lunghi, tagliarli a metà e ottenere tanti rettangolini della dimensione di un pesciolino (vedi foto)
Adesso aprire la pasta fillo e tagliarla a metà, avvolgere i rotolini di cavolo con fogli di pasta sovrapposti spennellandoli uno a uno con acqua o olio(4/5 fogli) e chiudendoli a caramella solo da un lato per formare la coda. Spennellare la superficie di ogni pesciolino di olio e cospargere di semini misti di lino, canapa e chia, infornarli a 200° in forno ventilato per 8/10 minuti su una placca ricoperta di cartaforno, finché sono dorati e scrocchiosi. Io li ho serviti con lo stesso contorno di cavolo al vapore.

Zitta e’muta come un pesce e mangia. tiè.😍😂

Ricapitolando

View this post on Instagram

E’ proprio il caso di dire che oggi mi sono veramente FATTA IL MAZZO💐….😁di cavoloriccio!😂 e dovreste farvelo anche voi, ogni tanto, un po’ di mazzo!😌😂😂 sono stata dalla mi nonnina al cimitero a sbrigare alcune pratiche (posti allegri, bella ggente, una movida ragazzi….😜) e al ritorno mi son presa sti du mazzi e mi garba proprio, lo avete mai assaggiato? Io sì fa benissimo ma mai questo viola!!! Kale cavolo riccio violetto stufato con ravanelli, semi di zucca e girasole e bacche di pepe rosa, semplice semplice condito con il mio olio bono per lasciarlo protagonista e sentirne il sapore, e ovviamente il tocco sfiGlam peposo della betta, perché se non mangio intonando il pranzo con la piantina sul tavolo mi sento “spaiata”, e già c’ho i pantaloni a righe e la maglia a scacchi e il cappello a pois 😂( e un calzino lungo e uno corto diversi😳 però bisogna sapere e convenire😌 che sono entrambi MIEI, ed è già qualcosa!!!!!!😜). Buon appe e buon vene mondo ig, avete programmi per il weekend? Se no se mi volete proprio accompagnà al cimitero fate pure….😌😂🙌🏻😍💙grazie di aver letto -come al solito- la mi bischerata del giorno😁😘😴 #IFeelBetta #spighemulinobianco#superfoods #kale #olioextravergine #cavoloviola #cleaneating #pilloledisaggezza #foodblogger #foodideas #pink #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instagood #foodphotooftheday #onmytable #foodwriting #flowers#personalthoughts #nofilters #creativity #foodart #food52

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Nonnina!!!💙😍Te l’avevo detto che sarei venuta date!🙏🏻💙🤗mo parliamo un pochetto eh😜💙. (No, che pensate, non c’ho la nonna monaca😆😂😂, sta lì accanto….ehm… “ai piani bassi”, diciamo😅💙😂) sapete che Trovobello scherzare ridere e non prendere mai troppo Sul serio le cose: SPECIALMENTE quelle incredibilmente SERIE. E’ il mio modo di onorare e amare senza limite🙏🏻😍. Sbrigo un po’ di robe e quando torno a casa se riesco preparatevi perché ho in mente una ricetta BOMBA😍💃🏻💃🏻🔝ci si vede poi! Ps FIORENTINI!!!! Riconoscete il ⚰️⛪️in dove sono??? Ciaooo🙌🏻 grazie di aver letto la mi bischerata di’ssabatomattina😆🤣😂#IFeelBetta #florenceitaly #instaflorence #phootooftheday #instamood #cimitero #january #florenceofig #iloveflorence #art #landscapes #solocosebelle #church #firenze #quotes #thoughts #family #italianblogger #casual #impressions

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on