Uovo seduto 💙

Uovo seduto 💙

Lo scriverò nel mio stile. Che vi piace e nonmipiace, per nostra natura?? quella di starvi antipatici e ben lungi lontani, e non riuscendoci, simpaticamente imbufalirsi e di ciò contrariarsi, deteriorando il senso di decadenza del fallire in un sottile e gradevole senso del sublime. Come i pezzetti di trevigiana bruciacchiata in un risotto dolce alla zucca, o il parmigiano vicino alla crosta, il giorno prima di essere immangiabile, o nella lista dei sospetti della Nas. Riuscirò un giorno a piacermi e nonpiacervi, che è la condizione ideale, e obiettivo concreto e quantificabile, perciò secondo ogni manuale di a-i-utoaiuto, perfettamente raggiungibile che sembra di toccarlo, e chiaramente destinato a fomentare l’estraneità e l’alienazione, ma non divaghiamo, suvvia, mettiamo a nanna un attimo  i camus e i sartre che mi si litigano. Questa roba mi capita a fagiuolo, loschi individui che vagate sui blog in queste torride giornate (mentre io, al contrario, sto scrivendo con un casco di banane in testa e un analcolico all’ananas in perfetto equilibrio su entrambi gli alluci abbronzati alle bahamas). Pantone dovrebbe assumermi, ma aspè, no come “semplice” influencer😌, proprio come creativa d’ufficio😁, con tanto di divanetto in pelle umana. Colorato, s’intende. Il quadratone numero 286 è sempre stato il colore vero e proprio del mio cuore, che tra il ventricolo destro e il sinistro c’ha scritto il codice, sarebbe gradito, come gradiente 😜, o meglio ancora il blu nuovo della attuale collezione, andatevela a guardare qua che meraviglia http://www.collezionepantoneuniverse.it/la-collezione, io mi ci metterei volentieri a friggere e stufare, in delle casseruoline così 😍💙, voi no?! Insomma ne dovete approfittare perché odi odi odi leggileggileggi, domani è l’ultimo giorno che potete collezionare i bolloni per questa offerta-promozione intavolata dalla catena Auchan/Simply, che io se fossi io e l’avessi saputo prima di finire in miseria per cui mi devo arrangiare (in molti modi belli, eh), mi sarei appiccicata in fronte tremila postit per ricordarmi il radar caccia-bolloni, sono troppo belli! (Però anche portatemelo un cubo di cemento di auchan anche a firenze in toscana, suvvia, vabbé che siamo dei buzzurri, però dai, ora che mangio fatemelo fare il giro turistico dei supermercati soprattutto impantonati😍💙,  anche per vedere l’effetto che fa!) Insomma veniamo al punto, per l’occasione, ho pensato di appuntarmi appunto, visto che è una colazione che mi piace e che mi faccio spesso perché mi da buonumore e un bello sprint alla giornata, la ricetta a regola d’arte dell’ovetto all’occhio di bue, così tanto per impararmela a memoria, perché credetemi io la maggior parte delle volte ne esco involontariamente con una -bella e buona- frittata, per non dire stracciatella, pronta per i brodini della collezione autunno-inverno. Invece partiamo dalle basi, eli, come si fa la cosa più semplice del mondo che è anche la più difficile? voglio dire quando qualcuno non sa cucinare la classica frase che diciamo è proprio, non so fare nemmeno un uovo al tegamino/affrittelato/chiamalocometepare,quello. E magari ho fatto la ricerca e la scrivo, e la metto a sedere sulla sedia/poltroncina di Pantone, del mio pantone blu, più in tema di così! (con orgoglio non posso tralasciare che è la MIA sedia di proprietà come ce l’hanno i gatti, dove di solito sta il mio didietro e anche ora mentre scrivo questo articolo, tiè, bella comoda morbidosa e BBBBlu💙😜 – se mi si rompe sto in terra-). Estemporaneamente la foto, visto che non v’è altro di creativo in sta ricetta, la chiamerò UOVO SEDUTO.  Sotto, i dettagli e tutte le info relative alla collezione pantone in collaborazione con le catene auchan/simply e la serie di eventi di presentazione e showcooking da non perdere al riguardo!

Uovo all’occhio di bue.

(voi, casomai, fatelo meglio, che ogni uovo è un universo a sé e uno scrigno di possibilità💙)

Vi servono un padellino, io personalmente l’ho fatto con l’olio evo, ma si può fare con un tocchetto di burro e i puristi vi diranno che è l’unico modo di farlo. Ottimo👍. Una volta saputo, fate come ve pare. Io proverò anche col burro. Vi serve un uovo, o due, o tre, a seconda di chi mangia e chi c’è non c’è, magari se lo fate, un ovetto mangiatelo, nel senso, per me non è sempre stato un due+due scontato, una sequenza automatica di azioni, e lo sapete, anche se ora mi sembra la cosa più bella del mondo. Insomma l’uovo è una roba da mangiare, poi dite che non vi insegno nulla, bah. 😌😂 Ok adesso mettiamo il nostro grasso scelto q.b. a velare il padellino, meglio se lo avete di ghisa, meglio, se no fate come me, allapeggio, che mi pesa come un termosifone a tirarlo fuori e prendete quello che avete sul fornello, lavato. Io oggi ho seguito il metodo che dice di buttare prima solo l’albume, farlo leggermente rapprendere a fuoco basso, poi spostare un secondo il tegame dalla fiamma e cercare un punto nel bianco in cui c’è una specie di depressione delle marianne, ovvero un piccolo solco di spessore, in cui adagiare -piano, non lo lanciate come faccio io di fretta tipo cestista- e rimettere sul fuoco neanche la durata di un minuto perché l’albume si finisca di cuocere ma il tuorlo rimanga bello turgido e solo appena tiepido. Dovrebbe fare la goccia. A regola d’arte.

Io quella, ora che la sappiamo, la metterei da parte, mi metterei a sedere, e  inzuppando bastoncini di pane integrale tostato e brustolito il giusto andrei a vedere brevemente in cosa consiste la nuova collezione Pantone e il concorso a premi relativo indetto da auchan/simply. Per tutte le informazioni dettagliate e saperne di più sulla collezione andate sul sito http://www.collezionepantoneuniverse.it, ma vi anticipo che sono prodotti da cucina tra cui pentole accessori e stampi da forno di ottima qualità e francamente molto belli che io me li sogno ora che mi son messa a cucinare. Per quanto riguarda l’operazione a premi correlata, scoprite tutto il regolamento e i termini della promozione ➡️➡️ qui ⬅️, con la possibilità di scatenare la vostra creatività sui social o blog personali con la vostra idea unica di come entra e si realizza il colore nella vostra vita, e del perché cosa vi lega a un colore prediletto, magari un momento, un istante, un ricordo, una storia, un luogo, una parola per cui potete dire #misentopantone. Io non posso dire un fiore perché c’ha già pensato Zarrillo. Bene non aspettate voi che avete queste catene nelle vicinanze, perché così una volta vinte le pentoline belle, ne lasciate incartata una a testa possibilmente non doppioni organizzatevi tra voi, e me le regalate grazie 😜.

See ya next time vostra eli ossitossina. #misentopantone

 

<img src=”https://buzzoole.com/track-img.php?code=AZR16NLVPWKVY7BON0DT&#8221; alt=”Buzzoole” />

You may also like

Fagioli al fiasco toscani

Fagioli al fiasco toscani

Li faccio poche volte l’anno, perché son lunghi e barbosi😅⠀..ma come i fagioli toscani al fiasco sopra una buona fettunta...

Lenticchie in umido con broccoli e riso

Lenticchie in umido con broccoli e riso

  Mi sono messa a fare le lenticchie in umido coi broccoli e riso perché vorrei tanto anch’io fare qualche volta...

La zuppa lombarda

La zuppa lombarda

Si chiama Zuppa Lombarda ma è una ricetta Toscana doc. Gli ingredienti sono i più semplici ed economici: Pane. Fagioli....

Ravioloni al ragù bianco di noci e funghi

Ravioloni al ragù bianco di noci e funghi

Che freddo!⛄️ Stamattina la classica passeggiata verso il mercato è diventata la marcia dei pinguini!❄️🐧😂 L’unico imperativo è dunque corroborarsi...

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: