Arista al latte senza betta

 

🌀Ieri ho avuto la ggggioia, l’estasi e l’ebbrezza di lussarmi una spalla e incrinarmi una costola scivolando sul bagnato sul pianerottolo. 😒🤕

Ohi! Ohi!😫
🏄🏻Ho fatto un liscione di minimo 2 metri😂🙈 prima di sfracellarmi a terra che manco i campioni di curling.😅💃

Non so se vi è mai capitato di stonfare o inciampare:
dopo 10min di sbigottimento mi sono alzata🙋🏻 tranquilla come se nulla fosse😁.

Torno a casa tipo VERDE😖😷↩️:

5 ore di Pronto soccorso, radiografie, anestetici=
Risultato: Betta Mummia e immobilizzata👻💃

evvai!🙈🔝👎🏻😒.

(😌Dio benedica la mano destra rimasta intera per scrivere e mangiare l’arista coccolosa di mammà!😍😋)

 

⭐️Arista al latte⭐️

FGZEE4682

Ingredienti per 6 persone

  • 1 arista di maiale di c.ca 1 kg
  • 2 grosse cipolle
  • 2 grosse carote
  • 1 foglia alloro
  • 2 rametti timo
  • 1 pizzico noce moscata
  • 4 cucchiai olio evo
  • 1 lt latte intero
  • sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Legate il pezzo di arista con lo spago da cucina.
In un tegame a bordi alti rosolate la carne con l’olio per sigillarla finché non ha prende leggero colore.

Affettate cipolle e carote e unitele nel tegame della carne.
Aggiungete anche tutto il latte precedentemente scaldato, insieme all’alloro, il timo, sale pepe e noce moscata.

Coprite e e fate cuocere per 2 ore a fuoco medio basso, girando di tanto in tanto la carne.

A fine cottura togliete l’arista dal tegame e lasciatela intiepidire. Togliete l’alloro e i rametti di timo. Frullate il fondo di latte con il mixer a immersione e servite la salsina cremosa calda sull’arista affettata.
*🙋🏻Per me con gli spinacini saltati all’aglio grazie!😍

⁉️L’avete mai provato l’arrosto fatto così bloggerz?

E’ davvero delicato, semplicissimo e goodmoodfood🍃 😍:

Le nipo e LA MUMMIA ne vanno pazze😜🙈

Buona (ohi) domenica amici💙🤗

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0
Annunci

Cavolfiore arrosto allo zafferano

Bloggerz, il venerdì si è colorato di sole!😍💃

(💭🙄vabbè..il venerdì resta comunque un bella giornata 😅..anche con -20° e la grandine😁😆🎉🙌🏻, siete d’accordo??)

 

Lo avete mai provato il cavolfiore arrosto in stile mediorientale? 😍

***
Per me è stato un esperimento🙋🏻

ed è così buonooo😋🔝ma così buonooooo

che nessuno più oserà relegarlo in fondo alla lista nera degli ortaggi meno amati.💃

 

🌀Ma Poverino, insomma!!😭😢😂
🙄La Betta soffre a veder scappare la gente terrorizzata alla sola sua vista😱, per poi finire a spappolarlo spietatamente in un pentolone d’acqua, reo imperdonabile di essersi fatto comprare!!😂🙈😂.
Tutti i vegetali hanno bisogno dello stesso trattamento! Basta saperli prendere😜

 

⭐️Cavolfiore arrosto dorato allo zafferano⭐️

OJFXE2545

📝Idea di ispirazione mediorientale, l’ho fatto così, ed è un bel contorno goodmoodfood🍃

Ingredienti per 2/3 persone

 

  • 1 cavolfiore di piccole dimensioni bello turgido con le foglie
  • 1 presa di semi di cumino
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 punta di paprika
  • 5 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.
  • Salsa tahina (pasta di sesamo) 2 cucchiai

 

Procedimento

Staccate le foglie esterne del cavolfiore, lavatelo bene e fate un incisione a croce nel torsolo alla base, senza arrivare a staccare le cimette (serve per farlo cuocere meglio all’interno lasciandolo intero)
In una ciotola preparate una emulsione sciogliendo le spezie nell’olio,aggiungete all’intingolo 1 pizzico di sale, e mescolate bene fino ad avere un olio dorato che spennellerete abbondantemente su tutta la superficie del cavolo.
Mettetelo su una teglia con cartaforno e arrostitelo circa 45 min a seconda della dimensione. Spennellatelo spesso col fondo che si forma nella teglia così si insaporirà e dorerà bene.

Sta benissimo servito tagliato a fette con salsa tahina😋😍.

***
🍃Sono una gran fan dello zafferano: è la mia spezia preferita😍🙋🏻

pare che sia chiamata anche la spezia del buonumore!

Sarà un caso? 🤔😜 Nel dubbio facciamo felice un cavolfiore!😜
Buon weekend mimmi/e!💙

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Rotolo di tacchino e frittatine bicolor

🌀Bloggerz oggi ero dalla psic per l’ultima strizzata di cervello targata 2018

***

e mi fa faceva un freddo, ma un freddo…😱😱🙈

…che a un certo punto, tornando verso casina, ho dovuto scegliere:

-1) se togliermi i guanti e inventare una roba da postare

( 🤔una cosa moooolto sensata tipo “BRRR, BRRR ,BRRRR❄️☃️”😆😂😅) …rischiando l’effetto omino di neve sotto al #duomodifirenze 😅

 

-2)  o fare una mega corsa contro il vento 💨tutta incappucciata stile rapinatore in fuga per raggiungere al più presto il termosifone la copertina sotto cui imbacuccarmi🙈👻

**

😁ho scelto la 2😜… e soltanto ora comincio ad avvertire una temperatura interna decente🤒😳.

***

💃💡Idea cena semplicissima Healthy e Goodmoodfood 🍃

x rincuorare anche chi ha troppo freddo per andare a far la spesa😁🙋🏻

 

⭐️Rotelle di tacchino ripiene di frittate bicolor ⭐️

QGLRE1107

Ingredienti x 4 persone

 

  • 1 fetta di tacchino di circa 500g
  • 200g spinaci freschi
  • 4 uova
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato
  • 2 rametti di rosmarino
  • un bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di farina 0 (o integrale)
  • 4 cucchiai olio evo
  • sale e pepe q.b.
  • spago per alimenti

 

Procedimento

 

Lessate con un dito d’acqua salata gli #spinaci, strizzateli bene per togliere tutta l’acqua Preriscaldate il forno il forno a 180°. 

In una ciotola sbattete 2 uova con il  il #pecorino, pepe nero, sale q.b., nell’altra 2 uova con gli spinaci e il #parmigiano e mescolate bene, 

Cuocete in una padella unta d’olio due frittatine semplici  cominciando da quella senza spinaci.

Stendete la fettona di tacchino su un piano di lavoro, appiattitela col batticarne se necessario, e spolveratela leggermente di sale, coprite con le due frittate una sopra l’altra, quindi arrotolate il tacchino su se stesso tenendo dentro le frittatine e fermate il rotolo legandolo con  lo spago insieme al rosmarino, in modo tale da formare un salsicciotto. 

Mettete il rotolo di tacchino in una teglia, massaggiatelo leggermente con sale,olio e il cucchiaio di farina emulsionati sbattendoli velocemente insieme finché la farina si scioglie.

Bagnate poi il rotolo massaggiato con il vino  e mettetelo delicatamente nel forno già caldo a 180° a cuocere per circa 1h, girandolo ogni tanto e bagnandolo di volta in volta col fondo di cottura che si forma sul fondo della tegli.

Infine sfornatelo e lasciatelo intiepidire pochi minuti prima di servirlo con tutta la salsina aromatica che si sarà formata sulla teglia in cottura.

***

🙋🏻Omini di neve in fase di scongelamento serale post-giornata fatevi sentire😆😂

Quasi quasi mi metto il materasso accanto al forno ancora caldo 👻

Voi con cosa vi scaldate di solito in queste sere – a parte le solite battutacce allusive-?  😜

Buona cena mimmi/e! 🤗

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Vitel olivé

E se una grande classico dell’estate come il vitellotonnato, invece che con la solita pesante maionese, lo preparassimo frullando il tonno per la salsa con una deliziosa mousse di formaggio fresco alle olive???😍 Succede che viene fuori un vitel tonné dal gusto fresco, un po’ diverso finalmente, buonissimo😋, e sicuramente anche più leggero!!!😍🔝

Ho adorato  questa versione fresca dopo una giornata in cui ho avuto mille incombenze. Alla fine sono salita in macchina e sono andata fino a Campi🙄, perdendomi a ogni rotonda e bivio🙈😳, e perfino a due metri da casa perché c’ho il gps più confuso di me😅, per ritirare una bella sorpresa che ripaga tutto:

La mia seconda borsa piena di favolosi prodotti da blogger ufficiale di @stuffer_italia ! 😍 💃

*
Riponendo i prodotti in frigo, non vedevo l’ora di farmi venire una buona idea per cominciare a creare qualche ricettina.
L’ORA di cena, invece, la vedevo benissimo😂😋. Quindi il vitello cotto apposta la mattina per averlo pronto freddo a cena, si è materializzato come un colpo di fulmine nella mia testa, ma rivoluzionato.
*
La ricetta sana del ⭐️Vitello ”tonnolivato” alla crema di formaggio fresco alle olive  la troverete anche nell pagina facebook  ufficiale Stuffer dedicata 👍
Da provare assolutamente se pensate che il vitel tonné sia un piatto monotono monosapore, quando è fatto nel modo imperante e non nella sua ricetta a regola d’arte piemontese, la maionese vi stufa🙋🏻…
Beh, Lo pensavo anch’io… Fino a quando ho assaggiato il mio vitel fromagé olivé😜

Queste mousse di formaggio sono 🔝, si sente il sapore vero del latte, sono fresche e davvero davvero versatili, le puoi usare un po’ ovunque😍 compreso il difficile passaggio dal cucchiaino alla bocca😜😋,

Vitel olivé

IMG_4388

Ricetta per circa 4 persone

 

1 magatello di vitello di c.ca 600g

Odori per il brodo (io lo faccio con sedano carota cipolla, foglia d’alloro, due grani di pepe e 1 di ginepro)

1 confezione da 125g di mouse di formaggio Stuffer alle olive

120g di tonno sottolio ben sgocciolati dal vetro

5/6 capperi dissalati

Carciofini,olive,capperini sottolio a piacere per decorare

1 acciuga (facoltativa)

Procedimento

 

Legate il pezzo di magatello con uno spago come per fare un arrosto, per tenerlo bello compatto.

Fate un brodo con gli odori e solo quando raggiunge l’ebollizione versateci a cuocere il magatello, così non disperderà i suoi succhi mantenendoli all’interno. Coprite e cuocete la carne circa 50 minuti a seconda della grandezza del pezzo. Dopodiché scolatela dal brodo e lasciatela completamente raffreddare. Dimenticatevela. E’ ideale da preparare la sera prima o la mattina per la sera a cena. Conservate il brodo di cottura.

Dissalate i capperi sciacquandoli più volte sotto l’acqua corrente e strizzandoli.

In un frullatore preparate la salsa con il tonno ben sgocciolato, i capperi, la mousse di formaggio,1 acciughina sgocciolata se vi piace il sapore, e poche cucchiaiate di brodo freddo se necessarie. Deve venire cremosa ma anche leggermente fluida per poter ricoprire il vitello.

Tagliate il vitello a fettine sottili e adagiatele su un piatto. Quindi ricopritele a piacere con la salsa di formaggio tonnato, decorate con qualche capperino o sottolio, e fate riposare in frigo fino al momento di mangiare.

 

 

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Se son rosa son salmoni

View this post on Instagram

Buon giorno! Sempre più diaccio!☃️vai col forno😅🕺🏻 un pranzetto delizioso a tutta salute e buonumore?⭐️#SALMONE #ASPARAGI E #BROCCOLI MARINATI AL SUCCO D’ARANCIA ROSSA e PASSATI NEI SEMINI⭐️😍accompagnato da #risointegrale, venere nero e soia spezzata😋 venitevi a vitaminizzare 🍊🍋🥦🐟sulle poltroncine accanto allo sportello del grill con me!!!😜🤗😋, finisce febbraio arriva Marzo non li sentite già i cinguettii nell’aria e nel sangue??🦆🐥🐣🐤🐔😂 (ma il freddo rimane😱) ci sono un sacco di cose che possiamo e dobbiamo fare nelle nostre giornate, cose belle arriveranno 💙e le cose brutte (che arriveranno👎🏻😅) le affronteremo🤞🏻. Una base salda per vivere a pieno ogni singolo momento è sentirci bene, mangiare bene, così possiamo nutrire la nostra mente del resto dei miliardi di nutrimenti che la vita ci offre per ‘saziarci’ se abbiamo un sorriso pronto ad accorglierli e a “leggerli”. Salmoncino al forno per tutti che ne dite?😜THIS IS GOODMOODFOOD!🌞🙌🏻 e giustappunto😅ehm, scappo dalla psicologa che ho fatto tardi dovevo mangiare all’11 come la mi nonna!!!🤣🤣🤣 Buon pranzo La RICETTA DEL SALMONE LA TROVATE già NEL LINK DIRETTO ⤴️Sotto la mia Bio del profilo😘 #healthy #foodwriter #foodideas #inspiration #whatsforlunch #ifeelbetta #omega3 #healthyfats #healthyfood #onmytable #eatclean #buonoesano #ricettasana #foodstagram #foodwriter #foodblogger #instafood #recipeoftheday #goodvibes #moodfood

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Salmone, broccoli e asparagi al forno all’arancia

Ingredienti x 1 piatto unico bilanciato sano e gustoso

  • 150g circa di filetto di salmone selvaggio fresco senza pelle
  • 15g semi misti di papavero, sesamo, girasole (anche i mix per panificati vanno bene)
  • 1 cucchiaio olio extravergine di oliva
  • 5 asparagi privati della base dura
  • qualche cimetta di broccoletto verde
  • 1 arancia rossa sanguinella
  • 1 cucchiaino di cumino
  • sale e pepe q.b.
  • 80g tra riso integrale, riso venere, soia spezzata per accompagnare (reperibili anche in busta già precotti solo da scaldare 2 min al microonde tipo Happyveggie Pedon)

Procedimento

Ricoprite una teglia con un foglio di carta antiaderente adatto, preparate una marinata con succo di arancia rossa sanguinella, l’olio evo, il sale e il pepe, i semi di cumino, e ricoprite con questa in due piatti fondi sia broccoli e asparagi, opportunamente mondati e lavati, sia il filetto di salmone, ricoprite con un foglio di pellicola per alimenti e intanto scaldate il forno ventilato a 180°.

Sgocciolate le verdue e il filetto dal linquido della marinata e passate tutto rigirando da tutti i lati sia il fileto di salmone che gli asparagi e e le cimette di broccoli, passateli adesso in un piatto dove avrete cosparso un mix di semi di papavero, sesamo e girasole in modo che si attacchino da quasi tutte le parti.

Adgiate nella teglia sulla carta forno il filetto e le verdure e infornate per circa 20 minuti  sempre a 180° finché le verdure sono croccanti e e ben arrostite, i semi profumati e tostati, il salmone ben cotto con una leggera crosticina aromatica.

Servire con il riso integrale semplicemente cotto o scaldato al microonde.

——

e ora…merenda e sorriso time!🙌🏻

View this post on Instagram

⭐️C’è questa usanza a Firenze ogni anno di fare i’giro delle pasticcerie a decretare quale sia il miglior dolce di un determinato periodo dell’anno, fonte di innumerevoli dibattiti discussioni e controdiscussioni nonché argomento principe di tante conversazioni tra amici degli amici che altrimenti “dicché si parla😂”, arringhe e panegirici vari a spada tratta in favore delle vecchie glorie (di nome e talvolta di fatto) e qualche timido outsider innovativo che si insinua a far tremare gli intoccabili storici (per valore talvolta di fatto o per il sottile piacere della provocazione o per fare gli hipsteroni alternativi che poi c’hanno le scarpe #gucci😂👠) che si piazza nel proprio podio personale, che poi diventa leggenda, che poi diventa che ognuno dice sìsì bona bona questa e quella ma poi la compra all’esselunga e se la inzuppa ni’#latte tutto l’anno a colazione come la #colomba, soprattutto quando è secca stantia che l’è ancora meglio😂)…➡️⭐️✔️Tour della 🔝#schiacciataallafiorentina? 👑Classifica delle migliori schiacciate a #Firenze? sì 😌Ha vinto #pasticceriagiorgio : e sono d’accordo😋👏🏻 ma 😌SOLO perché un’avevano assaggiato la MIA🤣🙋🏻😁, essendo arrivata, senza vergogna🙈, con il mio solito squisito tempismo, ben un mese dopo che tutti hanno fatto festa con le schiacciate (è un dolce di carnevale 😅😆). Scherzoooo! Non sta in classifica delle meglio, e vero😅 solo perché un c’ho la licenza pe’ venderle😌😂😁 (però magari un banchettino abusivo in futuro🤔chissà😜😂) Grazie di leggere le mi bischerate traendo dal cibo sempre uno spunto per il buon umore 🙏🏻😘) Buon freddo😷🤧, copriteviiiii, fettina di schiacciata per merenda con me? La ricetta è quella descritta dalla mitica @julskitchen 🙏🏻 e sì, quello che vedete all’orizzonte è il #duomodifirenze 💙💙….Vi garba il mi Badge official Inviata PRESS di @identitagolose? (Scorri foto😍) Vi aspetto lì per tutti i migliori gossippe il 3 marzo dal congresso 🔝#chefstellati ⭐️⭐️! #ifeelbetta #taste13 #cucinafiorentina #classifica #humor #dolcitipici #pasticceria #florence #foodofflorence #florencefood #foodwriter #pastries #dolcitradizionali #torta #foodlove #snack #sweets #merenda #homemade #foodbloggeritaliani #italianblogger

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

 

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Cuore di crema alla zucca nella zucca butternut e ceci neri

*con fette di Zucca arrostite al rosmarino😋

 

View this post on Instagram

Buon giove freddo brutto grigio piovoso umido e plumbeo💙 passata la mattina a “godermelo” tra shopping prenatalizio e lavoro, ora di pranzo, infilati i ciabattones da yeti😂 ho pensato che farò come re mida: che trasforma quel che tocca in oro😍 o come la fata turchinaBettabibodibibù, che ti trasformo una zucca in….TADAAAN: IN ZUCCA!😌😍 non si era mai visto un incantesimo simile eh😌!😂🔝🔝 😍…Che bontà la crema di zucca butternut in zuppiera (un cuoreeee💙💙💙) di zucca butternut con ceci neri della murgia e fette di zucca(butternut😁) al forno! profumo di rosmarino -dice che annusarlo faccia diventare intelligenti😱 ora tutti a sniffare rosmarino come degli invasati, andiamo in giro direttamente col rosmarino messo a piercing nel naso!!!! Il mio pranzo dorato, zucca dei desideri, zucca dei miei pensieri, come si fa a non amarti! Hai più fan nel mondo che beyoncé😍 verooooooo igers? 😜 Ricetta semplicissima e supersana e comfort ORA su ifeelbetta.com (⤴️link diretto in alto in BIO⤴️) E voi dove le prendete le idee per gli acquisti di natale? Bello bello sisì entusiasmante 😒andare in giro a impacchettare il mondo, io però se posso preferisco farlo se posso da casa,benedetto Amazon, in ciabattones, tra le mie cose, nel mio mondo, che non è per niente dorato, ma viverlo pienamente è il mio più grande tesoro. Buon pome ig friends see ya next time!💙 #IFeelBetta #december #recipeoftheday #comfortfood #foodaddict #pranzo #black #cecineri #zucca #butternut #ricettasana #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #eats #yummy#homemade #foodstagram #photooftheday #instafood #onmytable #delicious #instagood #foodstyle #healthy #healthyrecipes

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ingredienti x 2 persone

1 zucca butternut intera (quella con la forma a chitarra o liuto, io la chiamo la zucca appèra🍐😂)

1 porro (o cipolla bionda)

1 patata grossa

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 rametto di rosmarino

2 pizzichi Sale marino integrale fino

1 lattina da 140g di ceci neri della Murgia cotti

1 cucchiaio semi di zucca sgusciati

Procedimento:

Lavare bene la zucca inera per togliere eventuali residui di terra dalla buccia, asciugarla e tagliarla in due metà precise per il senso lungo.

Non sbucciare la zucca perché una volta pulita bene è commestibile e al forno diventa di un ottimo sapore e consistenza nocciolata.

Preriscaldare il forno in modalità ventilata a 200°

Scavare con un cucchiaio le due parti concave privandole di tutti i semi e i filamenti ottenendo così due buchetti capienti che faranno da ciotolina e contenitore alla crema di zucca. Pareggiare eventualmente un pezzetto di buccia nel sotto di ogni metà così che una volta girate col lato aperto sopra rimangano stabili e perpendicolari alla base del piatto (come in foto insomma).

A questo punto affettare via dalle due metà tutta la parte lunga e stretta del “manico” non scavato. Tagliare con un coltello a lama alta e liscia anche queste in fettine di circa un cm per arrostirle insieme alle ciotoline di cuore di zucca.

Cospargere sia l’interno delle parti svuotate che le fette di 1 pizzico di sale e disporle insieme alle coppette voltate verso l’alto in una teglia ricoperta di carta da forno e irrorare tutto con 1 cucchiaio di olio, inserire qua e là tra le fette qualche rametto di rosmarino per profumarle in cottura.

Infornare la teglia nel forno già caldo per circa 12/15 minuti finché la polpa si è intenerita e arrostita in superficie e la buccia è diventata croccante.

In una casseruola far stufare il porro privato delle foglie esterne e dell’estremità verde (toglierne poca, da sapore) , affettato a rondelle,  e 1 patata sbucciata e tagliata a dadolini piccoli con 1 cucchiaio di olio, 1 rametto di rosmarino intero che poi toglieremo via, aggiungere subito 2/3 cucchiai di acqua calda e portare a cottura a fuoco dolce per 8/10 min, finché appassisce e diventa tenero e le patate morbide e cotte – quasi sfatte. Mi raccomando di aggiungere l’acqua perché senza liquidi il porro brucia in zero-tempo e diventa amaro. Salare tutto con 1 pizzico di sale marino integrale.

Adesso prendere le fette di zucca separate arrostite, staccare la polpa dalla buccia che ora viene via facilmente, e metterla nella casseruola insieme ai porri stufati e i cubetti di patata, togliere il rametto di rosmarino e con un minipimer o frullatore a immersione frullare il tutto portandolo a crema densa.

Versare nelle ciotoline di zucca questa crema corposa e aggiungere in ogni ciotolina due cucchiaiate di ceci neri accuratamente scolati e riasciaquati dall’acqua di conservazione.

Guarnire con qualche ago di rosmarino e una manciata di semi di zucca crudi ciascuna zuppierina e Servire accompagnato dalle restanti fette di zucca arrostita con la loro buccia e a piacere crostini o fette di pane casereccio integrale.

Note della Betta: Si può cuocere la zucca nella casseruola a dadini direttamente insieme al porro e alla patata invece che usare la polpa arrostita però garantisco che così il sapore nocciolato è amplificato e si percepisce anche nella crema poi passata al frullatore, il gusto donato dalla cottura al forno della zucca è qualcosa per me di irresistibile.💙

Qual è la varietà di zucca che preferite voi e amate usare in cucina? Perché lo so che anche voi fate parte del tunnel 🎃😜

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0