Risotto alla zucca gialla, noci e brie

Risotto alla zucca gialla, noci e brie

🌀Ma come gliè bellino e cremoso il mi’ risottino comfort stasera??😍

tutto morbido morbidoso alla zucca gialla 😋🎃

***
Fino a un anno fa mai avrei pensato al risotto come a uno dei miei piatti preferiti.

Anzi, a dir la verità lo snobbavo proprio!😳

Ma comincio a ricredermi! 🙋🏻😜

🌀C’è una sorta di “meditazione ipnotica” che si innesca tra te e il fornello dal momento in cui rosoli la cipolla, tosti il riso, lo sfumi, continui a guardarlo, bagnarlo, e a girarlo.

 

Ok: La pasta la schiaffi sul piatto in 10 minuti.

L’insalata la getti a casaccio.

La fettina la lanci tipo freesbee o ciabatta…..e le patate le mangi prima che arrivino a tavola😜.

*
MA il risotto lo cresci, lo accudisci, pensi solo a lui😍:
Per venti minuti le paturnie del giorno se ne vanno dietro la lavagna con le orecchie d’asino, e zitte: sto facendo il risotto!🙌🏻

 

⭐️Risotto cremoso alla zucca gialla, noci e brie⭐️

KKKRE1613

Ingredienti x 4 persone:

 

  • 300g Riso carnaroli @grandiriso
  • 500g Zucca gialla
  • 150g formaggio brie
  • 40g parmigiano grattugiato
  • 30g burro
  • 1lt brodo vegetale
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota
  • 2 cucchiai Olio evo
  • 10/12 gherigli di noce
  • Sale e pepe q.b.

 

Procedimento

Tritate finemente la cipolla insieme alla carota raschiata, lavata e pulita.

Private la zucca della buccia e tagliatela a cubetti abbastanza piccoli.

In un tegame dai bordi alti riscaldate l’olio di oliva e rosolate cipolla e carota finché la cipolla diventa traslucida. Abbassate la fiamma, unite la zucca e rosolate fino a che diventa tenera.
Unite il riso e fatelo tostare per 1 minuto senza smettere di mescolare.
Versate 2 mestoli di brodo, regolate di sale e pepe e continuate la cottura del riso per circa 17/18 minuti aggiungendo viavia un mestolo di brodo ogni volta che il riso lo assorbe.
A fuoco spento aggiungete il burro, il brie a fettine e mantecate col coperchio lasciando riposare il risotto per 1 minuto.

Servitelo “all’onda” con una spolverata di noci sbriciolate grossolanamente in superficie.

 

 

Lo ammetto: mi è venuto all’ondissima: ciaf ciaf!🌊😁

Ma Non li sopporto i risotti gnucchi, secchi e rassegati😜😆 :

preferisco di gran lunga  rischiare il deliziosissimo “effetto lago” e soffiarci sopra finché non mi ci posso tuffare dentro😍

 

E voi come lo amate il risotto?

 

Buon weekend Bettabloggerz!🤗💙

 

 

 

 

 

 

Annunci

Il sabato italiano, la pizza, e il #CraccoGate

Il sabato italiano, la pizza, e il #CraccoGate

PizzaCracco??? No! Pizza Cameo!😁😁

IMG_E5478

..perché oh, a me, il vero simbolo nonché orgoglio dell’italianità nel mondo non me lo dovete toccare😌😌😂


*
…a proposito dell’inutile polemica che ha colonizzato pagine e pagine intere di giornali e news, interi reportage di attualità, dibattiti esistenzialisti, peste e corna se ne è detto e scritto, ha scatenato l’italiano sapientino gourmet in ognuno di noi come e più dei mondiali in cui siamo tutti arbitri laureati (tranne i cornuti😂), di tutti i colori se ne sente sull’argomento principe dell’interesse del popolo, chi la difende, chi la sfanculizza, chi la ripropone ammerdina💩e a sfottò nel suo menù dall’alto della sua popolarità modaiola in fatto-pizze, a due passi dalla #galleria e ci costruisce sopra un business lucrando sulle disgrazie e le lacrime amare del povero cracchino (Sorbillo fa il gradasso dall’alto dei suoo calcoli strategici….bah a me me sembrano tutti uguali e tutti vanitosi😒)

…ma poi, la Cameo, è italiana?🤔🤔 mi sa di no, ecco perché se la sta ridendo insieme a tutti i pizzaioli Alfredo Gennaro e Cammeloqualunque di littolitaly americani, che adesso verranno apertamente rivalutati e subiranno un super revival:

”ahhhh le buone vecchie schifose pizze ammmericane con l’ananas”

saremo tutti a dire!!!! 😜…. mi manca solo una tovaglia a quadretti bianchi e rossi, un cugggino del cuggino imparentato col padrino, una polpetta da ficcare nello spaghetto uscito dal barattolo, e passatemi subito quel ketchup squeeze prima che si raffreddi😜)
*
…. e voi blogger e foodies cosa ne pensate del Craccogate? 😂
Io, Betta, non ho opinioni radicali, le stelle non ce l’ho, e la pizza me la mangio anche Cameo senza alcuna spocchia. Sul letto. Col doppio gatto (non come ingrediente eh😜) . E mi garba pure!😋

Ovviamente il ritocchino lifting della betta ci vuole.
Alla mia pizza, quella sai ristorante al gusto verdure, ho aggiunto prima di infornarla cimette di broccoletti e cavolfiori tagliate finissime, un filo d’olio evo, e a crudo una bella grattugiata di ricottasalata pugliese che ha reso il tutto speciale.

Le “ritoccate” mai, voi , le pizze pronte personalizzandole e come vi piacciono? Vai col mio sabato italiano!💃😍 Buon weekend amici💙

Camembert con dadolata gioiello di avocado, barbabietola, cetriolini, cipollina di tropea e fili di miele

Camembert con dadolata gioiello di avocado, barbabietola, cetriolini, cipollina di tropea e fili di miele

…Sicuramente di idee e ispirazioni per pasqua ne avete a bizzeffe, per ogni festa giornali riviste e blogger si scatenano!😜 Però questa robina pazzescamente bella e chicchissima che mi fa da pranzo oggi (quale pranzo per noi foodie non è un esperimento??😜 praticamente siamo delle povere cavie su cui si sperimentano interi libri di biologia prima di darli in pasto al vaglio della corretta divulgazione all’umanità😁) .. io quasi sicuramente la porterò come mio contributo alla tavola di Pasqua, e fossi in voi ci farei un pensierino, che ne dite?

OK 🌀Rinnego tutto😂➡️questa robina bellissimissima… ecco, guardatevela bene perché NON LO RIFARo MAI PIù!!!!😂😱 mani, capelli, faccia, coltelli, piatti VIOLA-rosso-fucsia e l’intelligenza del genio che è in me ha voluto a tutti i costi mettere una dadolata di verdure simili sopra il cibo più bianco-candeggiato-sporcabile dell’universo come il candido fiorito camembert, e ho rischiato addirittura di dover lavare a uno a uno i dadini di avocado già messi, che si stavano rovinosamente impregnando di un alieno rossore…. insomma fatelo, è buonissimo😋, ma non date la colpa a me se vi parte qualche bestemmia ni’gggiorno di’ssignore😂
Vi piace il formaggio abbinato con il miele? contrasto dolce-sapido delizioso! portato all’ennesima potensa dai sapori ferrosi e agri di barbabietola e cetriolini, piccantino della cipollina fresca di tropea, ingentiliti dalla burrosità dell’avocado che si fonde con il formaggio. Sorprendente.

 E in quanto a puzzo, credetemi, se la batte alla grande con le uova sode pasquali😂 che vuoi di più dalla vita, c’è tutte le carte in regola per avere il suo posto nel Menù di Pasqua!

⭐️Camembert con dadolata gioiello di avocado, barbabietola, cetriolini, cipollina di tropea e fili di miele⭐️

IMG_5052

Ingredienti per una forma piccola da 250g (circa tre/4 porzioni)

1 Camembert (formaggio a crosta fiorita tipico francese) da 250g circa

1/2 avocado

Succo di 1 lime spremuto

1 barbabietola cotta al vapore

1 cipollina di tropea privata della radice e dela buccia esterna

2 cetriolini sottaceto sgocciolati

1 pizzichino di sale

Pepe bianco

Crostini di pane alle noci per accompagnare

Procedimento

Tirare fuori dal frigo il formaggio camembert 1 ora prima in modo che sia bello morbido e si esalti il sapore per quando si mangia.

Preparare una dadolata di tutte le verdure separatamente, di avocado spellato e irrorato di succo di lime, di barbabietola cotta al vapore e pelata, di cetriolini tagliati a rondelle sottili e poi in quarti,di cipollina di tropea mondata e tagliata a rondelle, in modo che risultino tutti gli ingredienti più o meno delle stesse dimensioni.

Disporre il formaggio a temperatura ambiente su un piatto da portata e ricoprirlo prima con i dadini di barbabietole, e poi a ruota con avocado, cetriolini, e rondelle di tropea, in modo casuale. Salare pochissimo poiché il formaggio è già sapido.

Completate la composizione con una macinata di pepe bianco e dei fili di miele ( acacia o ancora castagno) fatti scendere da un cucchiaino. Tagliate a spicchi e servite con crostini di pane alle noci per un antipastino chic.

Lasagnetta ai funghi, noci, radicchio, e spinaci, gratinata con lo stracchino

Lasagnetta ai funghi, noci, radicchio, e spinaci, gratinata con lo stracchino

Prima di tutto, vi faccio vedere il bottino che ho acchiappato stamattina quando son passata a fare la spesa:

😅praticamente me lo son portato a casa sotto l’ascella come i francesi la baguette!!!!😂

Ieri v’ho lasciato senza ricetta, cavoletti! (infatti erano cavoletti arrostiti all’arancia, una delizia cavolo! Addicting come una busta di chips e sani come 20 gambi di sedano!

per cui veniamo a oggi, avevo troppa voglia di una pasta al forno che avevo visto e che  mi ha ricordato quanto poco spesso mangio cose come le lasagne e tutte ste robine golose a cui viene la crosticina gratinando. però ovvio, la faccio zeppa di verdure, bella colorata e sana. A mo’ di Betta, insomma. E non si dica che non è golosa, questa mi aggiudico anche l’approvazione, il consenso e la benedizione immaginaria e sentita della mi nonnina.💙

View this post on Instagram

Lasagnetta ai funghi 🍄e radicchio 🌷con stracchino spinaci e noci (😋😍ricetta ⤴️ nella BIO!). Oggi tra le mille cose da fare mi fermerò un attimo, stiracchierò bene le zampe, e mi prenderò una pausa per dare una rinfrescata generale al blog, farne un checkup anche dal punto di vista funzionale e tecnico e ovviamente un sopralluogo dei punti che voglio mantenere aggiornati e approfondire, progetti e post lasciati a metà, pagine e informazioni da arricchire, argomenti e spunti che mi son scordata nel tempo di limare e perfezionare. Sì, il blog c'est moi, e lo lucido come un santino😂 . A proposito, lo avete visto col suo logo? E, oh,😱 se mi segue all'improvviso anche il "primochecapita per le scale", oltre a dirgli “buonaseeeeeeera”😂 (oddio che flash😍😱🙈😂ve la ricordate quella pubblicità della Fiat tanto iconica quanto idiota -e che mi faceva rotolare🤣 -di inizio millennio 2000 della donnina che se quello straccio di fidanzato non la scorrazzava in Fiat gli sbraitava contro minacciandolo di "andare" col "primochecapita" sul pianerottolo??? …Ma io gli avrei risposto: poi tienitela!!!😂😂🔝😂😂ma questo è il mio THE END personale😆 di come proseguono le storie se tutte le pubblicità avessero il punto di vista della Betta in coda a conclusione e im-morale della favola😜. Dicevo, al primo "primochecapita" che ha la malaugurata idea di iscriversi al mi blog…scatta che siete 1880 tonditondi online e 3600 iscritti alla newsletter! Ma io vi voglio bene😍🙏🏻! Chi è che può vantare IN UN BLOG un seguito di lettori affezionati e follower così??? Di tante "star" anche famose qui su instagram o social:NESSUNO. E i lettori di un blog sappiamo benissimo che -al contrario dei 😒social- NON SI COMPRANO😌💃 🤗🙏🏻. (per vedere la teglia intera scorrete le foto) 😋Grazie di aver letto la mi bischerata quotidiana😂buonappe e pomeriggio!💙 #Ifeelbetta #foodblog #verdure #lasagnetta #vegetarian#roastedvegetables #recipeoftheday #sfoglia #ovebaked #pranzosano #hearty #healthyfood #pastaalforno #lasagnevegetariane #funghi #foodideas #lasagne #ricettacreativa #foodblogger #onmytable #italianfoodphotography #phootooftheday #buonappetito #comfortfood #radicchio

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Lasagnetta ai funghi e radicchio con stracchino noci e spinaci

Ingredienti per 1 teglia da quattro porzioni

4 fogli di pasta fresca all’uovo sottile per lasagne (di quella che non necessita pre-bollitura)

1 cespo di radicchio rosso lungo trevigiano

1 fungo portobello grande o due piccoli

1 mazzetto di spinaci

1 cipolla rossa

150g di stracchino cremoso (o crescenza o squacquerone)

200ml besciamella

2 cucchiai colmi di parmigiano reggiano più uno per gratinare

noce moscata

sale e pepe q.b.

Olio extravergine di oliva.

Procedimento

Per prima cosa mondate e lavate bene le verdure, avendo cura di non ammollare troppo i funghi ma solo spazzolati, private il radicchio delle foglie esterne e del torsolo alla base, dopodiché affettatelo a listarelle per lungo, affettate i funghi a lamelle non troppo sottili. sbucciate e fate un trito fine di cipolla.

Appassite in una casseruola gli spinaci con coperchio per 5 minuti in un filo d’olio e il trito di mezza cipolla, senza bollirli prima, fino a che sono appassiti e morbidi. Salarli e tritarli grossolanamente quando sono raffreddati, tenendo da parte.

Ripetere la stessa operazione con il radicchio trevigiano e i funghi a fette, saltandoli brevemente nella casseruola con l’altra metà di cipolla tritata e l’olio, in modo che gli spicchi si ammorbidiscano ma rimangano il più possibile interi della loro forma. Salate e Questi non li tritate, tenendo da parte.

A questo punto mescolate quasi tutta la besciamella con lo stracchino a tocchetti, 1 pizzico di sale , una grattata di noce moscata, le noci sbriciolate grossolanamente, e due cucchiaiate di parmigiano reggiano o grana grattugiati.

Accendete il forno a 180°C.

Stendete un velo di besciamella rimasta non condita sul fondo di una pirofila. Adagiatevi uno strato di sfoglia per lasagne, uno strato di besciamella stracchino e noci, poi 1 terzo degli spicchi di radicchio e funghi cotti e 1 terzo di spinaci. E ripetete con un’altra sfoglia di lasagne.

Formate strati fino all’esaurimento degli ingredienti. Terminate con uno strato di besciamella, radicchio e funghi e una cucchiaiata di spinaci, per ultimo in superficie qualche tocchetto di stracchino senza besciamella e un cucchiaio di grana che formeranno la golosa crosticina.

Irrorate con un giro di olio sopra a tutti gli ingredienti.

Cuocete per circa 25 minuti, fino a quando la superficie sarà bella dorata e gratinata e le lasagne leggermente croccanti ai lati. Lasciate riposare 10 minuti fuori dal forno prima di servire.