Castagnaccio e Bettaccia

Castagnaccio e Bettaccia

🌀L’unico dolcino ai’mmondo che mi viene bene😁💃

… 🙋🏻da perfetta NEGATA per i dolci ne sono doppiamente orgogliosa😂💪

 

Sto parlando del mitico

⭐️Castagnaccio 🌰⭐️

😍😍😋

Vi piace? Avete mai provato quello vero della cucina fiorentina 😍🔝?

📝Niente latte, niente cacao strano, niente zucchero, niente ricetta sul retro delle confezioni di farina please🙏🏻: Sì a cespugli interi di ramerino🌳, pinoli, e uvetta !!!🙌🏻👍

Forse mi viene bòno perché è quel tipo di dolce bello ruspante, limpido e onesto che non ha bisogno di essere edulcorato e impiastricciato di tanti fronzoli e merletti per essere se stesso.😋
…ed è un po’ come me: già dolce di suo dentro😌😂😁💃

(….🤔🤔😂😅😆🙈)

 

Quando vedo il paccone di farina di castagne 🌰 su uno scaffale, praticamente mi salta da solo nel carrello, chiama i suoi amici pinoli rosmarino olio e uvetta e si butta a kamikaze nella teglia😂

..io declino ogni responsabilità😌

 

⭐️Castagnaccio toscano⭐️

PEQDE0513

 

Ingredienti x una teglia:

  • 300g Farina dolce di castagne o marroni
  • Uvetta 70g
  • 40g Pinoli sgusciati
  • 40g noci sgusciate (facoltative)
  • 1 rametto Rosmarino (ramerino a firenze)
  • 1 pizzico Sale fino
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva toscano
  • 1 arancia biologica non trattata (facoltativa)

Procedimento:

Setacciate la farina dolce di castagne in una zuppiera capiente e diluitela con tanta acqua fredda (circa mezzo litro) fino a ottenere una pastella piuttosto liquida e liscia senza grumi.

Aggiungete due cucchiaiate di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e l’uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida.

Mescolate ancora e poi versate l’impasto in una tortiera tonda o rettangolare unta bene d’olio sul fondo e pareti di dimensioni tali che il castagnaccio risulti alto circa 1 centimetro.

E’ un dolce che ovviamente non lievita quindi come lo mettiamo è come rimane 😉

Cospargete la superficie con i pinoli, le noci spezzettate e qualche foglia di rosmarino

A me piace qualche volta aggiungere scorzette di arance non trattate possibilmente biologica, qua e là tra gli aghetti di ramerino.

Appena prima di metterlo in forno irrorate sulla superficie due sottili giri d’olio  (circa 2 cucchiai)

Cuocete in forno caldo per circa 30minuti e come da tradizione la prova più autentica della sua cottura ottimale è quando la superficie diventa bella abbronzata, croccante e screpolata.

 

Note della Betta:

Questo è il mio preferito e la ricetta del cuore da sempre, a mio parere immeglio, a casa mia si mangia così, il dolcenondolce più dolce che ci sia, per chi ha il cuore già dolce e un po’ di scorza dura (vi ricorda qualcuno??? 😂) ma voi fatelo come vi garba.

Per me lo potete fa’ pure senza castagne 😉

 

Buona giornata Bloggerz💙🤗

Buon castagnaccio a tutti!

Annunci

Minestra di pane e cavolo nero

Minestra di pane e cavolo nero

Quando il muratore va in vacanza, secondo voi, il mi babbo chi chiama a fargli da muratore?😒😒😂
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
🤔🤔mah….difficilisssssimo da immaginare😌😂😆🙈🙄…

🙋🏻
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
***
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Oggi sono la Betta in versione muratore🔨😂
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Ieri ero la Betta idraulico🚿
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
L’altro giorno ero Betta il facchino.📦
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Dai, domani fammi fare almeno l’interior designer🏛, ché mi sento un po’ più ganza😂💃💃😂
***
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
🌀🍃Zuppino comfort e sano che rimette al mondo?😍
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Come la amo sta minestra: la faceva la mi nonna come da tradizione del Petroni della Vera cucina Fiorentina!!!!😋😍

E‘goodmoodfood e mooooolto scaldacuore💙🙌🏻!!!

Dopo questa posso anche tornare a fare il manovale 🔨😜😜

 

⭐️Minestra di pane e Cavolo nero ⭐️

PKIYE7004

⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
➡️*Da usare anche come base per la famosa “ribollita” il giorno dopo!😍
⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
⠀⠀

⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Ingredienti x 6 persone

  • 400g fagioli cannellini secchi
  • 300g cavolo nero
  • 200g verza
  • 3 pomodori
  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 2 spicchi aglio
  • 1 rametto pepolino
  • 1/2 chilo di pane toscano casareccio
  • olio evo
  • sale e pepe

⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀
Procedimento

Cuocete i fagioli in abbondante acqua meglio se nel classico fiasco da fagioli. Tenete l’acqua di cottura che servirà per cuocere la zuppa. • Prendete circa 2/3 dei fagioli e passateli al passaverdure, facendo cadere la purea nella loro acqua. • Pulite tutte le verdure e gli aromi. • In un grande tegame, fate rosolare 8 cucchiai di olio d’oliva con la cipolla affettata fine e uno spicchio di aglio. • Aggiungete il sedano, la carota, e il porro affettati finemente. • Lasciate insaporire qualche minuto, poi aggiungete i pomodori, la bietola, la verza e il cavolo nero. • Aggiustate di sale, spolverate con il pepolino e un pizzico di pepe nero. • Aggiungete tutto il liquido dei fagioli e fate cuocere la zuppa per almeno un’ora. • Quando le verdure saranno cotte, aggiungete i cannellini interi lasciati da parte. • Adagiate le fette di pane sul fondo di una zuppiera capiente, e ricoprite con la zuppa. • Fate riposare almeno mezz’ora così il pane si insaporisce bene, infine mescolatela (la mi nonna la mescolava con la frusta😜) e servitela con un giro di olio nuovo toscano.

 
***

🌀Anche voi siete di quel club di matti che vorrebbero saper fare tutto e si ingegnano per fare tutto anche se non sanno fare nulla?🙋🏻😂🙈

 

Buon weekend Bettabloggerz💙

Ribollita con l’avena per i giorni freddissimi

Ribollita con l’avena per i giorni freddissimi

Buon lunedì, dopo esservi letti questo folgorante articolo di Dissapore, beccatevi la mia personale blasfemìa sulla ricetta originale della mi nonna Celìna – già quella del prezioso ineguegliabile unto e bisunto tomo letto e riletto consultato e auscultato di Paolo Petroni, della vera cucina fiorentina, sul comodino insieme alla Bibbia (cioè la bibbia un c’è, c’è solo il Petroni sul comodino😜) ché la mi nonna unn’aveva inventato nulla😜 😉: tranne l’Arte e l’Amore di farci quotidianamente dammangiare. (e se non è da Nobel questo…beh lo dovrebbe diventare in mezzo a medicina fisica e letteratura)

IMG_4746

Quindi: Fase decongelamento avviata! Fa-fa-fa troppo frrreddo-do-do-do😱…è subito RIBOLLITA di cavolonero e cannellini ! E siccome ci dobbiamo difendere dall’Art-ic-attack☃️, la rinforziamo anche con una manciata di fiocchi di #avena che sono nutrienti, sazianti e scaldano da dentro😋😍…ragazzi ma che ne sanno gli eschimesi😆😂😜 venissero un po’ a scaldassi a Firenze la smetterebbero di baciassi coi’naso👃🏻😆😂. E vabbuò, li mettete mai voi i #fiocchidiavena nella zuppa? sono comodi🙌🏻! Della serie cuoci nel fiasco i fagioli per 4 ore e poi -genio😅😂- non hai voglia di cuocere anche l’orzo o il #farro o i classici #cereali in chicco da zuppa zupposa per 40minuti, visto che quelli che cuociono in 10minuti di solito sono perlati e brillati e completamente privati della fibra e del germe vitale👎🏻? allora questa è una buona furbata provate garantisce Betta👍, io l’ho imparato dalla Monica @lalunasulcucchiaio🙏🏻, e da allora me li rigiro un po’ ovunque voglia dare corpo a un piatto, i fiocchi di avena al naturale di buona qualità preservano un ottimo profilo nutrizionale🔝, #fibre e #proteine a gogo basta leggere l’etichetta, oltre al buonissimo #porridge a colazione si possono usare in tante preparazioni, ho un bel sacchettino pieno tutto da immaginare😍…e che vuoi fà, co sto freddo, mentre lavoro, quando faccio un po’ di pausa relax vuoi che io😌, Betta= portatrice sana di pigiama😂, mi metta a uscire alla viacolventoappassionatamente???❄️😁no no… #relax grattugiando e assemblando cibo sano al teporino dei fornelli, musica, un libro sempre sul tavolo, un po’ di stretching alle spalle incriccate a scrivere al mac…quale migliore scarica tensioni conoscete? altro che jogging😜 altro che campane tibetane!!! Alzi la mano chi del cibo ama anche la preparazione e i vari passaggi che catturano tutti i sensi, il cric crock degli ortaggi, il rumore di qualcosa che bolle o scoppietta sul fuoco, l’attesa di un timer, il profumo che cambia, i colori casuali astratti di natura, i pensieri che diventano più lucidi, ma nello stesso tempo si riposano. Quanta bellezza dobbiamo al cibo, che si cucini un arrosto di 20 ore o che si apra una busta o scartocci un panino: nessuno dovrebbe mai viverlo con dolore🙏🏻, ne so qualcosa.💙

 

ZUPPA RIBOLLITA FIORENTINA con l’Avena

Ingredienti

  • 400 gr fagioli cannellini secchi
  • 1 mazzo di cavolo nero bolloso
  • mezzo cavolo verza
  • 3 mazzetti di bietola
  • 3 pomodori costoluti maturi
  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 manciate abbondanti di fiocchi di avena integrali al naturale
  • timo
  • olio Extravergine di Oliva toscano
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

  • Cuocere i fagioli in abbondante acqua meglio se nel classico fiasco da fagioli. Tenete l’acqua di cottura che servirà per allungare la zuppa.
  • Prendere circa 2/3 dei fagioli e passarli, facendo cadere la purea nella loro acqua.
  • Pulire tutte le verdure.
  • In un grande tegame di coccio, fare rosolare 8 cucchiai di olio d’oliva con la cipolla affettata fine e uno spicchio di aglio.
  • Aggiungere il sedano, la carota, il porro, tutti affettati finemente.
  • Lasciare cuocere qualche minuto, poi aggiungete i pomodori, la bietola, la verza e il cavolo nero.
  • Aggiustare di sale,spolverare con il timo e un pizzico di pepe nero.
  • Aggiungere tutto il liquido dei fagioli e far cuocere per almeno un’ora.
  • Quando le verdure saranno cotte, aggiungere i fagioli interi lasciati da parte.
  • Versare una manciata di fiocchi di avena sul fondo di una zuppiera capiente, e ricoprire con la zuppa.
  • Far riposare almeno mezz’ora così i fiocchi si gonfiano e ammorbidiscono bene, servire con un generoso giro di olio extravergine d’oliva toscano di frantoio.

Note della Betta

 

Va bene essere blasfemi con Avena integrale perché è buona sana e nutriente e non c’avevo il pane raffermo essendo tornata da Torino😁, ma il formaggio sopra, per questa ricetta, NO! Ok??? Quello lo mettiamo sulla pasta al tonno😜😜

A carnevale niente aria fritta

A carnevale niente aria fritta

Buon lunedì bellini!!!! Vorrei innanzitutto partire sta settimana facendo un sentito Complimentone 🎉👏🏻alla Bloggeuse La vie pink per essere la mia 1900 esima seguitors online del blog  IFeelBetta  (+ 3320 iscritti via email, il che è tantaroba per un blog🙌🏻 (fatevi due conti) prima di me c’è solo grillo ma tra un po’ va in pensione come il mi babbo😌 (che, per chiunque abbia avuto dei genitori appena pensionati, non è sempre poi sta gran pacchia, vann in depressione, frignano, perdono il capo, ti smaronano il doppio di quanto già non facevano, ecc ecc, lo sapete ecco😒.)

A voi altri 1900 non v’ho featurizzato coi complimentoni e il link in prima pagina? ma è solo 😌che non siete cifra tonda esteticamente nanni 😁come son simpatica, sto scherzando vi voglio bene a tutti uguale 🤗 e vi sono grata all’infinito perché il blog e tutto il lavoro appassionato, stressante, bellissimo e non sempre facile che c’è dietro è ciò che ha permesso all’orso selvatico e scorbutico che è in me di ammettere e meravigliarsi di quanto io abbia bisogno e voglia di dare, mettere, ricevere amore e confronto fatto di emozioni per quello che faccio. Sì, anche quando dico le bischerate sto alleggerendo un sentito vivere profondo, chi mi legge dalla notte dei tempi lo sa🙏🏻, spero trapeli un briciolino dalle righe del mio blog, al di là di tutto degli sbagli delle cazzate, e un pelo attraverso i quali🙏🏻, del mio essere tutto tranne che perfetta, tranne che cuoca, tranne che cool, tranne che bella, tranne che truccatissima, tranne che sempre sul pezzo, tranne che alla moda, tranne che…yawwwwn, noiosa e qualunque.

Basta con le ciance. Facciamoci du chiacchiere, asciutte,  terra terra piuttosto, prima che colombe e ovinikinder monopolizzino la nostra attenzione e pazienza quanto le imminenti elezioni blah chissenefrega😝

IMG_E3961

Sì sì sì lo so che pensate vedendo la foto: Ce n’avevo poco di zucchero a velo risicato nel cassetto e non c’avevo voglia di uscire a comprarlo, embèèèèèèè?????😂😌. Golose goduriose buonissime uguale. Ricetta della vera cucina fiorentina di paolo petroni la pietra miliare di casa betta, casalinghe, veraci e vere, chiacchiere di sostanza insomma, metaforicamente parlando📚

Cenci di carnevale ricetta originale del Petroni (ve ne viene un botto, meglio)

Ingredienti:

600 gr di farina

100 gr di zucchero

100 gr di burro fuso ( o 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva)

4 uova

4 cucchiai di vin santo ( o grappa se non amate il sentore di vinsanto)

la scorza di un’arancia o di un limone

sale

olio per friggere

zucchero a velo

Procedimento

Mettere la farina a fontana, al centro mettete lo zucchero, il sale, le uova,il burro, la scorza di arancia o limone e il vinsanto. Fate una pasta, lavoratela sino a che non sarà elastica ed omogenea, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare per almeno mezz’ora. Tirate la sfoglia, a mano o con la sfogliatrice. Ripiegatela su di sé e ristendetela pià volte. I vostri cenci verranno gonfi e friabili benché siano senza lievito. Friggeteli in abbondante olio bollente, il massimo sarebbe usare olio extra vergine di oliva ma andrà benissimo anche un olio di semi di arachide. Girateli più volte nel vostro tegame e quando saranno dorati tirateli su e metteteli a scolare su carta assorbente. Serviteli cosparsi di zucchero a velo o come la Betta un po’ e un po’.

View this post on Instagram

Non ce la fo a tenere le ova ni’paniere via🙈 merendino FRIGGOANCH’IO anybody????chi è con me???? 😍🙋🏻🎉 lo sapete che son la peggio per i dolci🙈 ma ok roviniamoci… quel geniaccio della Betta 😂😂😂 si prospetta una settimana di cuori troppi cuori 💕aiutoH….🙈😒😱🤣👍🏻 piuttosto: mentre trottolate con le padelle tra le frittelle e io assaggio i #cenci #homemade #fattoacasodallabetta 😋. boni, seguitemi dal 15 al 18 febbraio in sala “sVampa” 😂 = stampa official al #salonduchocolat 🍫😍🎉#milano 😍2018 vi porto inside con me dall’Interno con tutte le news succose in direttissima😜 da Knamme Ernesto #ernstknam eccetera eccetera nomi da poco ultimi arrivati insomma 😌😂momento per momento in trasferta📷 di #foodjournalist (o diciamo JournaLOST😂) altro che cenette afrodisiacheeeeeee col peperoncino rinsecchito🌶 e il toppino 💋intimo tezenisse, QUI parliamo di PURA #cioccolata😍 oh: mollate TUTTO, mollate anche il fidanzato che puah sisì: -tranquilli- non se ne accorge 😂🤣come non si accorge del resto che avete cambiato pettinatura e dedichiamoci all’UNICO vero #amore di noi #donne single sagge e illuminate🙋🏻🔝: non è lo shoppinghe hahaha👎🏻buuuu😴😆😌 Ma sì È il CIOCCOLATO!!!!!😂😂😂😘😍😍😍😍😍 non vedo l’ora di scrivervi due belle bischerate in diretta dal palchetto dei vippeS😍🍫🍫🍫🍪…. (mi trovate tra una conferenza e l’altra a fare da tappa fissa agli stand rifornimento spuntino 😋fatemi fare un po’ la toscanaccia campanilista w i cioccolatari toscani . oh ci sono bloggerall'appello per combinare guai con la Betta ci sieeeeete battete un colpo!!!!😬???🙌🏻🙌🏻🙌🏻😋orgogliosa io💃🏻) #cioccolato #chocolate #milano #milanodavedere #gourmet #foodblogger #eventi #foodwriter #bloggeritaliani #frappe #frittura #chiacchiere #fritto #dolci #carnevale #humor #italianblogger #foodblog #blogtour #travelgram

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

Le implicazioni di esserci

Le implicazioni di esserci

Il mondo che era in un modo fin quando una sorella non dice a dieci anni voglio una sorella (e tu nasci).

View this post on Instagram

Buona domenica amiciiiii🙌🏻 La #pasta #gamberi e #vongole all'alloro che sto facendo per il pranzo domenicale della family! Manca di buttare la pasta!!!!che fame😍ci ho preso gusto oh sta passione di scucinare a destra e a manca coi mezzi salti mortali (tiè) mi ha preso la manoooo😱😍oho mi faccio veramente paura per l'"intenzione" entusiasta per i risultati invece si starà a vedere chahaha ho aspettato 32 anni a aprire bocca come una idiota ho aspettato 33 a aprire i fuochi, ora solo fiamme 😌(di passione, e di gioia di cimentarmi, e anche di parecchi roghi e pentole e tentativi carbonizzati😂 ) la mia autobiografia culinaria il mio piccolo cuore che batte, gli occhi che si illuminano, il divertimento e l'ansia insieme, il voler far bene, ma amarlo comunque, anche quando viene male, anche quando nessuno se ne accorgerà perché tanto rumore per nulla eran meglio quelli pronti senza "sporcare così tanto" "senza viverli così tanto" che palle elisabetta qui che palle elisabetta là ma chi se ne frega elisabetta di quello che fai, del significato che ci trovi, e invece no, cercare il bello anche solo per un istante non è mai tempo sprecato, e ognuno di noi ha il suo preziosissimo e unico punto in cui la propria gioia corrisponde a ciò che ha creato😂 . Ed è la felicità. Mio primo giorno da 33enne ommammaaaaa😂 da domani bisogna mi ritagli un po’di tempo per scrivere un po’di ricette arretrate, per quanto lo sapete io ami scrivere lo trovo la parte più ostica, tipo analfabeta😂😂😂🙈🙈buon pome ig friends have a great sunday see ya next time!!!!💙 #pranzodelladomenica #instaeat #recipeoftheday#solocosebuone#phootooftheday #onthetable #cucinare#flatlays #instafood#instagood#foodblogger#food4thoughts#fish #piattitipici #yummy#food #arteintavola#sharefood #creative #lifestyle#healthy#foodstagram #ricette#lunch#mangiaresano #instadaily

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Buon lunedì e settimana nuova ig friends✌🏻mentre do un’occhiata al #libro della #mariekondo che m’’ha regalato la mi sorella per il compleanno MA mi vorranno per caso Far capire qualcosa dire qualcosa alla lontanissima??????🤔😂 TIPO CHE DEVO ESSERE MENO CIALTRONA e un pelino ino ino più organizzata e ordinata secondo voi??????🤔….mah…..😂a pranzo ho fatto una buonissima padellata di verdure fresche toscane dell’orto (mica mio! 😂di’contadino: m’ha detto e urlato in un timpano l’avea prese nell’orto magari l’ha colte sbarbate direttamente dalla plastica so assai😂 io mi fido😳😂) con cavolo nero cimette di rapa e bietola rossa e olio sempre toscano, e due cosciotte di pollo arrosto fatte in forno, come i mimmi 😍, moka alla mano per il caffé per il pome di lavoro pronta per l’endovena😂ho un sonno!🙈 buon pome a tutti ig friends che avete pranzato siete belli pimpanti? come state voi a ordine e organizzazione???🙈vabbé lo leggo poi mi ci appicco il fuoc…. ehm… mi ci applico😁😂😂💙have a great sunday see ya next time!!!!💙 #pranzo #instaeat #chickenlegs #recipeoftheday#solocosebuone#phootooftheday #onthetable #cucinare#flatlays #instafood#instagood#foodblogger#food4thoughts#veggies #yummy#food #foodstyle #sharefood #creative #lifestyle#healthy#foodstagram #ricette#lunch#mangiaresano #instadaily

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Il pinolo mio più bello

Il pinolo mio più bello

Te l‘avevo detto, nonna. 💙 Me lo avevi detto, Nonna.

View this post on Instagram

…. e così… la TORTA DELLA NONNA del mio compleanno è pronta!!!!!😍😍😍🎉🎉🎉🎉custodita da un’armata di orsetti di gomma a farle da guardia dalle manine di attila vari della family fino al momento del dolce😜😍😍(vorrei ringraziare con il cuore tutti coloro, quanti siete😱😱😱🙈🙈😍che mi stanno facendo gli auguri e spendendo parole bellissime lunghe o brevi sempre significative per me e anche manifestazioni di affetto sia qui che su facebook o sul blog, siete favolosi, non so spiegarvi la gioia e spero di farvi sempre sorridere e non sarà mai abbastanza per ripagarvi di tutto💙)e adesso mi godo il pranzo e la mia giornata. Che ho 33 anni e se anche nessuno in questo zoo mi fa regalo di non rompere gli zebedei (con affetto eh😂) nemmeno per ste 24ore…. IO mi faccio il regalo inestimabile di NON lasciarmeli rompere, né quelli né l’anima, oggi, domani e d’ora in poi, di prendere solo il bello, di tutto, che è tanto, che è sempre stato anche quando era inguardabile, o francamente ingestibile, e che sarà sempre, perché ci sono stata dentro a viverlo senza che mi ruotasse intorno, ha avuto molte dimensioni, e ha tante possibilità e sentieri e tangenti una per ogni punto della torta del cerchio in cui mi trovo, vie di uscita, vie di entrata, e la libertà di avere la mia fetta di vita, di afferrare con le dita e come voglio e quando voglio il pinolo che mi spetta, la vita che mi aspetta. Auguri a me e un meraviglioso weekend a voi ig friendsssss see ya next time! 💙💙💙🤗🤗🤗🤗😋Ricetta -classica- presto sul blog e #dolci #torta #compleanno #birthday #homemade #solocosebelle #buonappetito #instadaily #instafood #food4thoughts #lifestyle #foodstagram #creative #recipeoftheday#october #foodpics #delicious #phootooftheday #comfortfood #foodblogger #italianfoodphotography #onthetable #dolcipassioni #food #instaeat #birthdaycake

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on