Madre, deponi le crocchette che stasera parliamo di qualcosa

Ecco potevo nascere bella, e invece sono nata poco intelligente dovrei prendere esempio. Mi giunge voce da chi usufruisce dei mezzi comunicativi (brrrrr) quelli che per rincarare la dose si chiamano pure di massa (brrrrr✓✓) che mentre io stavo contemplando la possibilità di sentire la fame e sentirmi affamata e incapricciandomi di sto vizio di mangiare, Berlusconi stava allungandosi la vita in un filone sentiero politico di tenere mollichine, dimostrando altezza d’animo, che si sa è mezza bellezza, peraltro c’è dell’intelligenza nello spogliarsi dell’aurea di mercante, e intraprendere un’hipsterissima e golosissima mielosa strategia di marketing per api gossippare nel nido di vespa, buona anche da snocciolare a cena ma anche autobus, studi dentistici, coda all’inps, dicendo addio al colesterolo e mangiando solennemente la sua ultima fettina di carne. 

Era dudù.

5 thoughts on “Madre, deponi le crocchette che stasera parliamo di qualcosa

  1. Domanda matematica: ma dove arriva l’altezza d’animo? E’ come l’acqua a Viareggio che se passa la vita torni indietro?

  2. ah ah era dudù, ora c’ha l’agnello. L’altra volta non eri bella, oggi non sei intelligente, che dobbiamo aspettarci ancora? Meno male che c’è Leo, lui sì che ha solo qualità 😉

Rispondi