Insalata tiepida di taccole e patate al pesto

Insalata tiepida di taccole e patate al pesto

👀Iddìo benedica Cristoforo Colombo😌

…Ma perché, per aver scoperto l’america 🇺🇸??? 🤔🤔
➡️ NO di certo!!!👎🏻😆
💃🌀Ma perché chissà quante badilate di pesto si sarà pappato da giovane😱, il fortunello, prima di salpare in mare da genova 🚣🏻!!🍃😍😍😂😂

 

😫Ovvio che basilico di Firenze (e del resto del mondo) è un’altra storia,
si sa😫🙈:

il profumo del vero pesto genovese 🍃 non ha pari😍

…si respira anche camminando o ascoltando il mare. E’ una cosa divina!

Però il gusto pesto mi piace da pazzi, mi stuzzica, mi rallegra, e lo metto dappertutto. Ecco.😁

Non solo pasta al pesto quindi!

Per condire un super insalatona sana ricca di verdure è 🔝: la rende golosissima🙌🏻  e goodmoodfood 🍃😋.

 

⭐️Insalata tiepida di fagiolini, taccole e patate al pesto⭐️

LSKUE3051

Ingredienti per 4 persone

 

  • 300g fagioli piattoni (taccole) spuntate
  • 300g fagiolini spuntati
  • 4 grosse patate (o 8 piccole)
  • 100g di basilico ligure
  • 50g pinoli
  • 90g parmigiano grattugiato
  • 40g pecorino
  • 100g olio evo ligure
  • 1 e 1/2 spicchi di aglio
  • 5g sale grosso marino

 

Procedimento

Perché il pesto rimanga di un bellissimo verde, mettete nel mortaio di marmo in quest’ordine: aglio e sale, le foglie di basilico lavate e asciugate, amalgamando lentamente in senso rotatorio. Dopo il basilico mettete i pinoli e i formaggi mescolati insieme. Infine aggiungete a filo l’olio. Pestate tutto in tondo dolcemente per 20 minuti ininterrotti.
💡🙋🏻Oppure frullate tutti gli ingredienti per pochi min nel mixer aggiungendo sempre l’olio a filo dal boccale💃

Pulite fagiolini e taccole e tagliateli a tronchetti di circa 2cm. Lavate bene le patate e tagliatele a spicchietti piccoli. Portate a ebolizione abbondante acqua salata e cuocete le verdurine tutte insieme per 12/15 minuti finché le patate sono morbide. Scolate le verdure in una zuppiera senza sgocciolarle troppo e conditele col pesto. Amalgamate e servite tiepida o fredda.

*

 

⁉️E voi siete pesto-addicted? Quando e come lo usate?🙋🏻

Buon Happy-Appe bloggerz🤗💙

Annunci

Caesar salad di pollo invernale

Caesar salad di pollo invernale

🌀Altro che McDònarde😌.. Get some Serious Caesar Salad!!! 😁

 

Avete mai provato quello scempio umano che è l’insalata di pollo nelle catene fast food, sperando di fare una scelta saggia?😆😫 Cioè😅, se mi devo mangiare comunque la gomma tantovale che mi prendo il burgerone di gomma con patatine di gomma e salsine di gomma. 😆😂🍔 ***
💃Rendiamo a Cesare l’Insalata di Cesare🙋🏻, poraccio!!! 😂😂😍 Si può fare in tanti modi, l’importante è che ci sia il pollo😜, e per la Betta obbligatoriamente il sedano 🙌🏻:

Ok è un’insalata 🍃, ma è goodmoodfood e golosissima!😍

 

Questa è la mia versione invernale:

 

⭐️Insalata di pollo ricca⭐️

GHVUE3517

Ingredienti x 4 persone

  • 1 cespo di lattuga
  • 1 cuore di sedano
  • 1 porro grande o 2 piccoli
  • 2 petti di pollo
  • 70g parmigiano in pezzo intero
  • 50g gherigli di noce
  • 6/7 fettine di bacon steso
  • 4 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.
  • Bacche di pepe rosa
  • Succo di limone

Procedimento

Lavate pulite e spezzettate l’insalata con le mani, affettate sedano e porro a rondelle sottili.
Scaldate una piastra e grigliate i petti di pollo da entrambi i lati fino a che non saranno ben abbrustoliti fuori e all’interno ben cotti ma succosi. (Circa 5 minuti per lato a seconda dello spessore). Poggiateli su un tagliere e salateli. Mettete sulla stessa piastra anche le fettine di bacon e grigliatele finché non si arricciano e diventano croccanti.
Componete l’insalata in una ciotola con le verdure crude, il pollo affettato a striscioline,i gherigli di noce sbriciolati. Aggiungete il parmigiano a scaglie e mescolate. Condite con olio, sale, succo di limone e abbondante pepe. Completate l’insalata con i riccioli di bacon e qualche grano di pepe rosa.
***
📝 Note: Personalmente non mi garba coprire l’insalata con salse varie, soprattutto quelle pronte per insalata 😅, preferisco un semplice condimento classico con olio e limone 🙋🏻😋.

⁉️ E a voi?

Ps. Ma si è mai saputo chi era poi sto Cesare? 😆🤔😳 Dubito che fosse il Giulio Cesare de’ Roma 🙃…

😅secondo me è un ItaloAmmericano salvato dal Titanic 😁😜

Buon weekend mimmi/e bloggerz 💙🤗

Gnudi cacio e pepe

Gnudi cacio e pepe

 …sono tornata finalmente dalla mi psic dopo le vacanze😍! Appena l’ho vista la mia faccia è stata letteralmentea forma di emoticon abbracciosa: 😍🤗 :

…quasi due mesi senza i nostri colloqui e io mi sentivo svalvolata di brutto🙈 astinenza psicoterapica!!!!😳😁

**

⭐️Gnudi cacio e pepe⭐️

KIFSE3980

Non voglio sentirvi dire che non conoscete gli gnudi! 😌😁 

*No,  non sono degli svergognati esibizionisti “a cioccie all’aria🙈😁” su una spiaggia naturalista😂, bensì una golosissima specie di gnocchi, morbidi morbidi, tipici toscani!!!!😍🙌🏻

*si chiamano gnudi (cioè “nudi”😜) perché non sono altro che il ripieno dei classici Ravioli Ricotta e spinaci, solamente “spogliati” dell’involucro di pasta intorno😁!  

Stasera la Betta ha voluto farli belli forti, robusti e saporiti in forno con una gratinatura cacio e pepe che facesse la crosticina😋, ma se ne trovano in mille versioni in tutta la toscana, da quelle rosse e fresche col sughetto di pomodoro e basilico, al buonissimo e raffinato condimento burro e salvia 😋

Se non li avete mai mangiati Dovete provarli!🔝

 

Ricetta Gnudi cacio e pepe

 

Ingredienti x una teglia da 2/3 persone

KIFSE3980

  • 250 gr di spinaci freschissimi lavati e asciugati bene
  • 250 gr di ricotta di pecora possibilmente toscana, scolata del siero
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di grana o parmigiano
  • poca farina 0 
  • 1 noce di burro
  • 1 pizzico noce moscata
  • sale e pepe q.b.
  • per gratinare
  • 100g di besciamella
  • pepe nero
  • 1 cucchiaio di parmigiano
  • 1cucchiaio  di pecorino

Procedimento

Preparate in anticipo gli gnudi per dar modo all’impasto di consolidarsi almeno 1 ora in frigo

Frullate la ricotta, gli spinaci, il formaggio, l’uovo e, una grattata di noce moscata, e 1 pizzico di sale in un mixer. Solo se necessario e l’impasto fosse troppo liquido aggiungete 1 cucchiaio raso di farina.

Ungete una teglia col burro e formate  con le mani dei mucchietti di impasto e poi delle palline, rotolandole tra le mani, poggiateli nella teglia appena distanziati tra loro fino a riempirla.

Amalgamate alla besciamella i due formaggi e un’abbondante macinata di pepe nero.

Versate la besciamella sugli gnudi e completate con un’ulteriore grattugiata di parmigiano

Cuocete in forno caldo a 200 per circa 20 minuti o comunque fino a doratura.

 

 

Il mondo si divide tra chi vuole la crosticina e chi l’interno morbido!😂 Voi da che parte state?

Buona serata amici💙

La Betta e il pesto eretico

La Betta e il pesto eretico

Starman – David Bowie

I miei gatti mangiano le uova. E per dolce il tempeh.

Povere scatolette e bustine al salmone che non vi vuole più nessuno qui😭

Non esiste che non ci ho tempo di fare il blog!😱 Non esiste proprio! Proprio io, Betta, LA blogger! Alla mi mamma gli ciondolerà zoppa una gamba poerina, ma a me mi manca un arto e perfino il respiro a privarmi della mia essenza di writer autobiografica a caso, e raccontarlo!… E sono stata dietro ai miei, e dire che hanno rapito la mia attenzione sarebbe anche una bella cosa….solo che me l’hanno rapinata! …E vieni a far questo, e vieni con me a far l’altro, e accompagnami qui, e vieni a mangiare, e fammi da mangiare, e ti va di pulire, e me lo fai un favore, e si va a prendere il gelato mi annoio, e vieni a vedere la tv con me (zzzz)…e tra quelli che mi va di fare a me spontaneamente in quanto angioletto amorevole e medicamentoso😌, e tra passami le stampelle e aiutami co sto navigatore maledetto che non capisce nulla (lui🤔?), e vieni a fare una giratina eddai su che avrai mai da fare betta, te??? Bloggare? Bah….ah….quella roba lì…uh…

Sempre la solita storia. 

Solo che sono loro che hanno già dato nella vita e lo ripetono e lo ripetono tipo mantra yogico tibetano, e per me possono anche andare a visitare e commentare i cantieri con le manine incrociate dietro la schiena se non hanno nulla da fare e da ammazzare il tempo, io ho ancora tutto e tanto da dare, da fare, e nessun tempo per me è perso. Ok, neanche quello speso a riassestare le coordinate di questo momento e disegno strano. ma poi che me ne frega di smentire le certezze che hanno le persone e ancora più i genitori. Io sono io. Mammapà, col bene che vi voglio infinito, credetemi, i cantieri sono molto più interessanti da commentare e giudicare e trovarci gli errori, e di certo riuscirete a intendervene anche di più di calcestruzzi e lamine di amianto, di quanto provate e riuscite a riaggiustare me.

A grandi linee, ecco cosa ha mezzo azzoppato anche me, ma torno in tromba tz tz😌, che vi state già stappando gli champagne e agghindando con le stelle filanti e comprando i petardi e lucidando le scarpette da tip tap😁, sembra di no ma in realtà io in quello che faccio e che amo Ci credo.

***        ****       ****

E ora che ho un momento…..Finalmente Pasta! sembrano secoli che non mi potevo fare un piattino di pasta come dico io a casina mia😍

Ebbene, sapete che mi stanno simpatici gli outsider, gli eretici, i dissonanti, non certo quelli che l’outsider lo fanno per posa, né per principio, e né quelli per maniera e per fare i diversi per forza, per farsi notare insomma, gli alternativoni di facciata, i bohemienne e gli hipster che vanno nel posto alla moda per hipster ma in realtà ci vanno perché non possono fare a meno di appartenere a un gruppo, se possibile sono il peggio del peggio….o sono uguali agli uguali. ma gli spontanei, gli ingenui, i veraci, le pecore nere che sono nere dentro e non perché si sono tinte la lana, quelli che sanno e che possono ridere in primis di se stessi, e che conoscono il mondo molto più di quante certezze abbiamo (spesso nessuna, che è la migliore filosofia) in fin dei conti sono i più felici, e i più sicuri, e forse i più forti. Sono quelli che amano vestire i panni che hanno addosso, invece di cercarne sempre di nuovi o di quelli che pensano potrebbero piacere ad altri, ovvero stanno bene coi loro difetti, ed anzi, sono proprio le loro originalità che li rendono speciali, mai artificiali, mai antipatici anche quando dicono cose scomode, spesso stupidaggini per il senso comune, spesso grandi verità. Spesso sembrano usciti da un mondo strano. Ma in realtà stanno entrando e vivendo il loro mondo con naturalezza.
E dopo il mio tributo a chi è spontaneo e vive come ama invece di vivere per essere amato…. *

 

⭐️Fusilli integrali al pesto eretico⭐️

 

ILSSE3107

….perché con le melanzane al posto di patate e fagiolini e le mandorle al posto dei pinoli!!!! 😱 Scandalo!!!!!😁

 

Ingredienti x 4 persone:

1 melanzana

1 ciuffo grande di basilico fresco

50g di mandorle

1 spicchio di aglio

100ml di olio extravergine ligure

50g di parmigiano reggiano grattugiato non troppo stagionato

 

Procedimento

 

Fate un pesto come la ricetta originale frullando per pochi secondi – per non far surriscaldare le lame del mixer e il basilico o pestandolo col mortaio in modo tradizional-, il basilico in foglie, l’aglio, le mandorle tritate grossolanamente al posto dei pinoli, il parmigiano, aggiungendo 1 pizzico di sale e a filo l’olio evo

Poi rosolate in una padella capiente la melanzana affettata a cubetti regolari di circa 1cm, con 2 cucchiai di olio e 1 spicchio di aglio intero rimestandole spesso per renderle croccanti e cotte da tutti i lati, circa 8/10 minuti. Spegnete il fuoco e togliete lo spicchio di aglio intero, salate e mescolatele, tenendole da parte.

Nel frattempo cuocete i fusilli integrali in abbondante acqua salata bollente per il tempo indicato sulla confezione, scolateli conservando poca acqua di cottura e versateli nella padella delle melanzane amalgamando delicatamente il tutto. Stemperate leggermente il pesto preparato con 1/2 cucchiaiate di acqua di cottura della pasta e mescolatelo ai fusilli con le melanzane che assumeranno un bel colorino verde. A piacere aggiungete ancora 1 cucchiaiata di parmigiano. Oppure no😜

Non vi stuzzica l’idea?😍
Chissà…. a me sta piacendo moltissimo! E sono felice di mangiarlo, tardi presto che vada bene o che non vada bene, chi se ne importa, io sono felice, nonostante tutto e il non sempre facile, di essere me.
*
.…E voi, bloggers, vi cambiereste mai con qualcuno che ritenete abbia una vita apparentemente perfetta o la vita che gli altri si aspettano da voi?

A presto col reportage della bellissima serata Opening Party Inaugurale del restaurant Villa il Palagio nelle colline toscane 😍 a cui sono stata invitata come l’amica-blogger ospite che scrive di cibo sgallettando e divertendosi nel frattempo tra le belle genti, servendosi generose dosi di salumi formaggi e assaggini dopo assaggini col mio quadernino quablock, uuuuuuuuuuuu andateci😍 gli ulivi, le viti, quanta bellezza!Devo ancora….ehm…dormirci su💙eve

Fregatene un Segato di Carciofi

Fregatene un Segato di Carciofi

….vabbè ci sta che il titolo me lo capiscono solo nel raggio della Toscana 😅 ma…

Comunque😌, stamani riflettevo su una cosa: voi che fate di solito mentre mangiate? Personalmente io amo guardare fuori dalla finestra, poggiare l’iphone e il mac lontano dalla vista e dedicarmi solo al carattere sensoriale del cibo, e ai miei pensieri, per qualche decina di minuti, senza l’ansia di doverli descrivere o “condividere” o pensare importanti , sono solo lì per me,  è questa la limpida importanza che hanno; non guardo né tv né tantomeno i social, stacco anche dal lavoro (magari non mangio finché non ho finito una cosa magari mangio alle 4 ma poi una volta a tavola mollo la qualunque e respiro); non corro a credere di Esistere solo se faccio qualcosaltro, con l’unico risultato di non accorgermi neanche di aver mangiato, e beh: è una cosa così bella e intensa che non vale proprio la pena di sprecarla non accorgendosene, fregandosene appunto, è un torto alla fortuna che abbiamo, è un torto a noi stessi, in cerca di un “noistessi” di cui cerchiamo disperatamente e angosciosamente conferma attraverso la presenza costante senza tregua sul web o attraverso il consenso altrui, in attesa di un like magari, e che poi troveremo però in un pacchetto di patatine idrogenate appena capita per consolare quella che crediamo essere la frustrazione di non essere nessuno.

Sticazzi!

E’ tanto bello è una meraviglia mangiarsi un Segato di carciofi essendo nessuno😍. E guardare fuori dalla finestra come un gatto assorto a pancia piena. Io la penso così. E voi? Cosa fate di solito mentre mangiate? Vi dopate di programmi trash alla tv o di web? fatemi sapere che sono curiosa! Buona settimana Bettabloggerz!💙

View this post on Instagram

Buona settimana nuova! 🤗A Firenze questo noi lo chiamiamo “I’ ssegato🔪📐🍃 di Carciofi” Ed è una delle cose più buone 😍😋immaginabili e pensabili. Carciofi crudi affettati fini su un Letto di rucola, ben conditi con olio limone sale e pepe nero, e cosparso di generose scaglie di parmigiano reggiano. (Ricetta semplicissima ORA sul blog al link in alto in BIO⤴️)….se mai Dovessero puntarmi un fucile addosso e avessi i minuti contati e ibboia dovesse concedermi un ultimo desiderio un’ultima cena su questa terra, ordinerei un Piatto gigante di segato di carciofi. (Seguito da… beh, il resto delle cose immaginabili e pensabili che mi vengono in mente, praticamente una cena infinita😂 che il boia intanto che le penso tutte va in pensione😂😂😂😉🤓😆) . Vi piace questa insalatina la fate mai? È una squisitezza, a Firenze è un must 🔝😍sia a casa nella mia famiglia da sempre , che nei ristoranti, se lo vedo lo prendo😍, non lo cambierei nemmeno con un’ ostrica ripiena di caviale e lamelle di tartufo, per dire😅. che poi fanno benissimo i carciofi ci ripuliscono il fegato e i reni con le loro sostanze amare, E iniziamo questo lunedì con la mente leggera le mani belle nere nere😂😋 e una paccata di lavoro da sbrigare😱Grazie per aver letto la mi bischerata quotidians, compagni di merende!😂😂😂😘💙#IFeelBetta #carciofi #raw #grana #antipasto #healthy #vegetarian #salad #fibers #onmytable #whatieatinaday #monday #pranzo #ricettafacile #favoritefoods #superfoods #organic #nourishing #lacrosefree #parmigiano #lemon #rucola #italianfoodphotography

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

I’ Sssegato di Carciofi

FullSizeRender

Ingredienti x 2 persone

2 carciofi belli grandi violetti toscani o morelli

50g di rucola fresca

1 limone grande biologico non trattato

olio extravergine di oliva

sale e pepe nero q.b.

80g Parmigiano Reggiano non troppo stagionato a scaglie

pane toscano o integrale per accompagnare

Procedimento

Semplicemente pulire bene i carciofi privandoli delle foglie esterne, delle cime appuntite, della peluria interna e di parte del gambo (non tutto, privato della scorza esterna e affettato fine io lo mangio insieme a cuori e foglie), affettarlo finemente su un tagliere a lamelle sottilissime. irrorarlo con il succo di mezzo limone per non farlo annerire.

Comporre l’insalata distribuendo nei piatti i carciofi affettati sopra un letto di rucola fresca risciacquata e asciugata, e poi cospargere di una generosa manciata di petali di grana o parmigiano reggiano non troppo stagionato.

Salare, pepare e irrorare di olio extravergine di oliva di buona qualità, e l’altra metà di limone spremuto sopra.

Accompagnare con pane toscano o integrale e gustare in meditazione trascendentale 😋 allappandovi deliziosamente il palato.

Note e suggerimenti a margine dei miei amici:

🙏🏻La PaoPao dice:

Con le bucce esterne, che fai seccare, prepari tisane e brodo vegetale

🙏🏻il bobo  dice:

Per i nessuno non vegetariani, come me, suggerisco di provare segato di carciofi sostituendo al parmigiano gamberetti (o mazzancolle) a vapore: ottimo