Toast perdu salato e carpaccio di pompelmi

…ma quando vai al baretto qualunque…e ti portano “Un toast”..🤔….esattamente, che cosa intendono???🤔😂😂
il mio #pranzosano veloce di ieri, dopo una mattinata a giro con la testa ancora nel mondo dei sogni🙀…è:un toast😳…ma non il toast qualunque!!😍😋 ⭐️Il toast perdu della Betta😜⭐️
Perché il famoso pain perdu si fa anche in versione salata da oggi💃🙌🏻
➡️ultima uscita prima di imboccare la via della disperazione😂

 

⭐️Toast perdu alle erbette e mozzarella⭐️

SZDKE7189

Ingredienti:

  • 2 fette di pancarrè
  • 1 cucchiaio patè di carciofi sottolio
  • 30g bietole o spinaci già lessati e strizzati
  • 1/2 (50g) mozzarella fiordilatte
  • 1 uovo
  • late q.b.
  • 2 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai petali di mandorle a lamelle
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Prendete due fette di pancarrè e togliete le croste brune esterne col coltello, spalmate sul lato di una fetta un velo di patè di carciofini e un cucchiaio di bietole lessate e salate, strizzate accuratamente dell’acqua, e tritate, stendendolo su tutta la superficie. Prendete mezza mozzarella fiordilatte fatta scolare bene del liquido e asciugata, tagliatene quattro fettine molto sottili e adagiatele sopra il patè e le bietole, avendo cura di non farle strabordare dai lati, ricoprite con l’altra fetta di pancarrè e premete leggermente il toast in modo che si compatti. Poi sbattete un uovo in una fondina con 1 pizzico di sale, pepe, 10 g di lamelle o petali di mandorle già affettate, e 1 goccio di latte. Immergetevi da entrambi i lati il toast tenendolo e girandolo con le mani perché non fuoriesca il ripieno, assicuratevi che buona parte delle mandorle si attacchi insieme all’uovo. Scaldate 2 cucchiai di olio in una padella e appena è caldo adagiatevi il toast facendolo cuocere1 min e 1/2 da un lato, poi giratelo con una paletta delicatamente e fatelo cuocere dall’altro lato finché non forma una crosticina golosa e le mandorle cominciano a tostare. Scolatelo su un panno di carta da cucina e servitelo caldo e filante su un letto di bietole e il contorno che volete. Ad esempio l’idea che vi suggerisco qui sotto nella seconda ricetta! 😋

 

sì, sono in ciabatte, pranzo #fattoacasodallabetta…occhi da pescio lesso🙈, sonno arretrato e bisogno di piantare radici nella doccia fino a domani😂…… ma col mi’ toast qui è subito aria du bistrot de paris e vie en rose💃…😜 .

 

 

…E se vi piacciono i pompelmi e i carpacci di agrumi….

 

⭐️Insalata di pompelmi rosa e gialli con melanzane e pistacchi⭐️

IMG_0394
Un contorno delizioso agro-dolce sano e vitaminico🍃 per piatti di pesce o qualsiasi piatto!!!
 vi piace come idea? 😋

La ricetta è semplice come la vedete:

1 pompelmo giallo e uno rosa tagliato a fettine sottili e private della scorza intorno, alternate le fettine su un piatto in cerchio, tre fettine di melanzane cotte in padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio e salate/pepate, e poi arrotolate su stesse, sbriciolate sopra pistacchi non tostati sbriciolati al coltello, Poco sale e un filo d’olio a crudo, ci sta anche una fogliolina di menta se ce l’avete.

 

Qual è il vostro toast ideale amici??

Buona domenica!!!!💙

***

*🇬🇧[In the meanwhile, if you are currently in the UK, try tips and techniques and the best cookware instruction around, from Village bakery  ]

SalvaSalva

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0
Annunci

La Betta e il pesto eretico

Starman – David Bowie

I miei gatti mangiano le uova. E per dolce il tempeh.

Povere scatolette e bustine al salmone che non vi vuole più nessuno qui😭

Non esiste che non ci ho tempo di fare il blog!😱 Non esiste proprio! Proprio io, Betta, LA blogger! Alla mi mamma gli ciondolerà zoppa una gamba poerina, ma a me mi manca un arto e perfino il respiro a privarmi della mia essenza di writer autobiografica a caso, e raccontarlo!… E sono stata dietro ai miei, e dire che hanno rapito la mia attenzione sarebbe anche una bella cosa….solo che me l’hanno rapinata! …E vieni a far questo, e vieni con me a far l’altro, e accompagnami qui, e vieni a mangiare, e fammi da mangiare, e ti va di pulire, e me lo fai un favore, e si va a prendere il gelato mi annoio, e vieni a vedere la tv con me (zzzz)…e tra quelli che mi va di fare a me spontaneamente in quanto angioletto amorevole e medicamentoso😌, e tra passami le stampelle e aiutami co sto navigatore maledetto che non capisce nulla (lui🤔?), e vieni a fare una giratina eddai su che avrai mai da fare betta, te??? Bloggare? Bah….ah….quella roba lì…uh…

Sempre la solita storia. 

Solo che sono loro che hanno già dato nella vita e lo ripetono e lo ripetono tipo mantra yogico tibetano, e per me possono anche andare a visitare e commentare i cantieri con le manine incrociate dietro la schiena se non hanno nulla da fare e da ammazzare il tempo, io ho ancora tutto e tanto da dare, da fare, e nessun tempo per me è perso. Ok, neanche quello speso a riassestare le coordinate di questo momento e disegno strano. ma poi che me ne frega di smentire le certezze che hanno le persone e ancora più i genitori. Io sono io. Mammapà, col bene che vi voglio infinito, credetemi, i cantieri sono molto più interessanti da commentare e giudicare e trovarci gli errori, e di certo riuscirete a intendervene anche di più di calcestruzzi e lamine di amianto, di quanto provate e riuscite a riaggiustare me.

A grandi linee, ecco cosa ha mezzo azzoppato anche me, ma torno in tromba tz tz😌, che vi state già stappando gli champagne e agghindando con le stelle filanti e comprando i petardi e lucidando le scarpette da tip tap😁, sembra di no ma in realtà io in quello che faccio e che amo Ci credo.

***        ****       ****

E ora che ho un momento…..Finalmente Pasta! sembrano secoli che non mi potevo fare un piattino di pasta come dico io a casina mia😍

Ebbene, sapete che mi stanno simpatici gli outsider, gli eretici, i dissonanti, non certo quelli che l’outsider lo fanno per posa, né per principio, e né quelli per maniera e per fare i diversi per forza, per farsi notare insomma, gli alternativoni di facciata, i bohemienne e gli hipster che vanno nel posto alla moda per hipster ma in realtà ci vanno perché non possono fare a meno di appartenere a un gruppo, se possibile sono il peggio del peggio….o sono uguali agli uguali. ma gli spontanei, gli ingenui, i veraci, le pecore nere che sono nere dentro e non perché si sono tinte la lana, quelli che sanno e che possono ridere in primis di se stessi, e che conoscono il mondo molto più di quante certezze abbiamo (spesso nessuna, che è la migliore filosofia) in fin dei conti sono i più felici, e i più sicuri, e forse i più forti. Sono quelli che amano vestire i panni che hanno addosso, invece di cercarne sempre di nuovi o di quelli che pensano potrebbero piacere ad altri, ovvero stanno bene coi loro difetti, ed anzi, sono proprio le loro originalità che li rendono speciali, mai artificiali, mai antipatici anche quando dicono cose scomode, spesso stupidaggini per il senso comune, spesso grandi verità. Spesso sembrano usciti da un mondo strano. Ma in realtà stanno entrando e vivendo il loro mondo con naturalezza.
E dopo il mio tributo a chi è spontaneo e vive come ama invece di vivere per essere amato…. *

 

⭐️Fusilli integrali al pesto eretico⭐️

 

ILSSE3107

….perché con le melanzane al posto di patate e fagiolini e le mandorle al posto dei pinoli!!!! 😱 Scandalo!!!!!😁

 

Ingredienti x 4 persone:

1 melanzana

1 ciuffo grande di basilico fresco

50g di mandorle

1 spicchio di aglio

100ml di olio extravergine ligure

50g di parmigiano reggiano grattugiato non troppo stagionato

 

Procedimento

 

Fate un pesto come la ricetta originale frullando per pochi secondi – per non far surriscaldare le lame del mixer e il basilico o pestandolo col mortaio in modo tradizional-, il basilico in foglie, l’aglio, le mandorle tritate grossolanamente al posto dei pinoli, il parmigiano, aggiungendo 1 pizzico di sale e a filo l’olio evo

Poi rosolate in una padella capiente la melanzana affettata a cubetti regolari di circa 1cm, con 2 cucchiai di olio e 1 spicchio di aglio intero rimestandole spesso per renderle croccanti e cotte da tutti i lati, circa 8/10 minuti. Spegnete il fuoco e togliete lo spicchio di aglio intero, salate e mescolatele, tenendole da parte.

Nel frattempo cuocete i fusilli integrali in abbondante acqua salata bollente per il tempo indicato sulla confezione, scolateli conservando poca acqua di cottura e versateli nella padella delle melanzane amalgamando delicatamente il tutto. Stemperate leggermente il pesto preparato con 1/2 cucchiaiate di acqua di cottura della pasta e mescolatelo ai fusilli con le melanzane che assumeranno un bel colorino verde. A piacere aggiungete ancora 1 cucchiaiata di parmigiano. Oppure no😜

Non vi stuzzica l’idea?😍
Chissà…. a me sta piacendo moltissimo! E sono felice di mangiarlo, tardi presto che vada bene o che non vada bene, chi se ne importa, io sono felice, nonostante tutto e il non sempre facile, di essere me.
*
.…E voi, bloggers, vi cambiereste mai con qualcuno che ritenete abbia una vita apparentemente perfetta o la vita che gli altri si aspettano da voi?

A presto col reportage della bellissima serata Opening Party Inaugurale del restaurant Villa il Palagio nelle colline toscane 😍 a cui sono stata invitata come l’amica-blogger ospite che scrive di cibo sgallettando e divertendosi nel frattempo tra le belle genti, servendosi generose dosi di salumi formaggi e assaggini dopo assaggini col mio quadernino quablock, uuuuuuuuuuuu andateci😍 gli ulivi, le viti, quanta bellezza!Devo ancora….ehm…dormirci su💙eve

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Una buona base è il trampolino da cui salti, e su cui atterri

E parlo innanzitutto di sé stessi.💙

Parlando di cibo invece…

View this post on Instagram

Vi piace la mia pizza ai funghi radicchio, provoletta affumicata e noci? 😍😋 È fatta con la base per pizza #senzaglutine della @polisnack ! ed è buonissima!😍 Sapete che ho ricevuto un chioschetto intero 😅di #piadine di mille tipi per le mie creazioni, basi, #focaccia, tutte fatte con olio extrav., farine poco raffinate, #cerealiintegrali e #graniantichi😍 . Questa è stata la mia prima infornata! Ho voluto cominciare dalla #pizza perché beh, avevo voglia di pizza😁 (gran motivazioni dietro, eh 😌) e non volevo la solita rossa, però piena di verdure sì! e golosa! E voi avete mai fatto o mangiato la pizza s/g? quale? Io quando una volta mi sono letta l’etichetta di una pizza #glutenfree surgelata, l’ho presa, e l’ho rimessa tutta bellina delicatamente al suo posticino fresco: cioè,perché mi devo mangiare una roba fatta praticamente col glucosio siringato trans? Ho fatto2passi avanti, e vi giuro, i sofficini mi sono sembrani terribilmente SANI in confronto😂. Però per fortuna senzaglutine si può, per necessità o per curiosità, in modo intelligente….facciamo la pizza? * ⭐️Pizza s-glutine radicchio funghi provola e noci⭐️ * Ingredienti x 1 pizza 1 base per pizza s/g 300g di #funghi prataioli tagliati a lamelle 1/4 di cespo di #radicchio rosso 1 spicchio di aglio 1 ciuffo di prezzemolo 2 fette di #scamorzaaffumicata o 2 provoline mignon affumicate 2 #noci 2 cucchiai di olio evo sale Trifolate i #funghi in padella con un cucchiaio di olio, aglio, prezzemolo e 1 pizzico di sale e a fine cottura mescolateci il radicchio tagliato a listarelle. Portate il forno a 220* e appena è caldo farcite la base per pizza con tutto il condimento sulla superficie spandendola fino a 1/2 cm dal bordo. Distribuite le noci spezzettale e poggiatevi le provolette a fettine o cubetti. Irrorate con l’altro cucch d’olio la pizza su una leccarda, e infornate per 6/8 minuti a metà altezza😋 …. uffa la pioggia grigia oggi, io ci avevo preso gusto alle belle giornate😒😅, igers siete team pizzarossa o pizzabianca? Buon appe e domenica!!! #ifeelbetta #glutenfreepizza #foodtesting #pizzasenzaglutine #healthy #pizzaday #vegetarian #pizzavegetariana #mushrooms #foodblog #foodideas #foodwriter

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

😱Tardi… ma bene!😋 Tornando a casa, Sistemato le cose per i miei che sembra prima d’ora non abbiamo mai vissuto da soli e abbiano bisogno di TUTTO (non andandogli bene NIENTE😒, lassamo stà). Ho fame😍 Taaaanta fame. Meno male che c’ho la pila di piadine multicereali @polisnack che! Santo Tofu affumicato! Quello è buono anche non strapazzato e scucinato 😍, vero?? Io me ne mangio sempre 1/3 appena aperto dalla confezione😂🙋🏻 ⭐️#Piadina multicereali farcita di insalata, spirali di carote, melanzane, tofumé, noci, carmberries, e gocce di glassa alla soia⭐️ E’ che sono le 4 del pomeriggio o mi sembra buonissima???😍 Idea per una piadina veg un po’ diversa 😋 Ingredienti: #Insalata misticanza fresca, #carote spiralizzate, #noci sbriciolate e #semidizucca, olio evo, #tofu affumicato a cubetti ( il mezzo panetto che resta dall’assaggiosubito😜), #melanzane grigliate condite con sale olio e prezzemolo e tagliate a striscioline, una manciata di #cranberries essiccati al #naturale , qualche goccia di #glassa alla #salsadisoia che col tofu sta sempre bene. Disponete tutti questi ingredienti all’interno del diametro della piadina, arrotolatela perché con l’insalata è meglio che piegarla a metà. Lasciatela riposare così arrotolata per 5/10 minuti avvolta nella pellicola, dopodiche se siete soli ve la mangiate tipo #cannolo come la Betta😂, altrimenti la tagliate per lungo a segmenti e servite🌀. Solo se sono le 4 di pomeriggio😜scheeerzo, va bene a tutte le ore! * Io quando per impegni vari finisco a ritardare troppo il #pranzo, divento una belva😁. Magari non mi mangio il tavolo, ma riuscirei a staccare “qualche” testa che di solito passo oltre e me ne frego. Credetemi, la fame ci fa dire la verità😌, e mettere la gente al suo posto dove deve stare. Cioè a rompere i baglioni rivolto al muro😁. E vediamo se lui ha pazienza come me. 😡 Perdonate lo sfogo, succede anche a voi? * e ora si guarderà di andare al lavoro Oltre che settimana corta questa è anche la giornata corta 😜 Buon pomeriggio dalla Bettaz #ifeelbetta #foodblog #humor #italianfoodbloggers #multigrain #piadine #foodwriter #tofumè #soysauce #melanzanegrigliate #healthyliving #healthyeating

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

Vi consiglio entrambe le ricette!

E di prendervi cura di voi🔝. Perché il riconoscimento e/o l’approvazione e/o anche solo un briciolo di sana gratitudine da parte di certe persone che invece succhiano la stessa aria col loro egocentricmo, se continuiamo ad aspettarlo, lo facciamo a costo della nostra salute, e della nostra vita. Dopo che abbiamo vissuto e lavoriamo una vita a diventare (e amare) noi stessi. 💙

 

Buona settimana corta bloggerz!!!

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Insalatona mozzarella, melanzane, arachidi e pere essiccate

Buon pranzo!
Son stanca finalmente mi rilasso e mangio, Stamattina n’ho fatte mille e l’ho fatte tutte a piedi perché c’era Firenze tutta ‘ngorgata, frotte di turisti, gite scolastiche di tutti i tipi da zero a ottantanni, e tutti col cappellino uguale, in più c’avevo addosso anche il temibile effetto-asparago del giorno dopo😂: nemmeno alla kilocal dove fanno i drenanti son dotati di toilette a sufficienza per i bisogni di oggi😂🙈
Allora, qui la questione è di quelle spinose, mi spiegate perché, anche quando gli asparagi un sanno assolutamente di nulla, la diuresi invece sa sempre di asparago?😳?

🤔 Meditate meditate😌

⭐️Insalata di cicorino verde, melanzane, mozzarella, arachidi tostate e cubetti di pera disidratata ⭐️

IMG_E7012

non mi guardate come un aliena😁, ho improvvisato lastminute, avevo fame, caldo, voglia di insalata fresca,  per essere #fattoacasodallabetta…. è uscita fuori una cosa BUO-NIS-SI-MA😋

…tzé😌 assaggiatela 😌prima di rincorrermi con la clava😂

Ingredienti x 1 insalatona

  • 100g di cicorino verde tagliato sottile
  • 1 mozzarella fiordilatte da 100/125g
  • 15g arachidi tostate al naturale e sgusciate
  • 1 fetta di melanzana
  • 1 pera disidratata al naturale (non candita)
  • q.b. sale e pepe nero
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva

 

Assemblaggio

Fate a cubetti una fetta di melanzana e saltatela in padella con 1 cucchiaio di olio e 1 pizzichino di sale, per circa 7/8 minuti finché è cotta e dorata, scolatela su un panno da cucina e

Assemblate l’insalata mescolando in una ciotola il cicorino verde, i cubetti di melanzana, la mozzarella asciugata da eventuale siero, le arachidi tostate frantumate grossolanamente al coltello, e la pera disidratata sempre affettata a dadini, salate e pepate a gradimento e se la preparate prima aggiungete l’olio solo appena prima di mangiarla. Sconsiglio in questo caso l’uso di limone e aceto per non compromettere il gusto di latte della mozzarella.

 

Insolita ma fresca leggera e gustosa per il caldo pollinoso👎🏻 scoppiato oggi

Bon apetit e buon pomeriggio!

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Spaghetti a norma di Betta

View this post on Instagram

Il salmone crudo in tartare non lo vuoi? c’è sempre “sua santità” la Frittata di asparagi per pranzo!😋😋 eh…qualcuno ha detto asparagi? Lo vuoi un asparago??? Chi vuole un asparago??? 😂 *IO LE FRITTATE NON LE ARROTOLO, ecco. Le magno piatte. Le taglio a spicchi. Come la pizza 😂 Ma la roba più buona è nel panino. Nel panino che si ammolla un po’ se lo incartocci nell’alluminio😋 * ⭐️#Frittata di #asparagi e #pecorino⭐️ GOODMOODFOOD!!! Ingredienti x una frittata x 2 300g di asparagi 4 #uova 1 goccio di latte 4/5 cucchiai pecorino fresco grattugiato sale e pepe olio evo * Togliete la parte dura e Lessate gli asparagi per 8/10 minuti in acqua salata acidulata col succo di limone, in una pentola alta e stretta in modo che le punte rimangano fuori dall’acqua per verticale, così rimangono belle verdi e croccantine. Poi tagliate gli asparagi un po’ a rondelle, un po’ a tocchetti, un po a bastoncini, insomma un po’ a caso 😂, lasciando le punte intere. Sbattete in una ciotola le uova con il latte, il pecorino, 1 pizzico di sale e pepe e unite mescolando gli asparagi. Scaldate un po’ d’olio in una padella di circa 25cm diametro e procedete a cuocere la frittata nel modo classico, 1/2 minuti per lato, rigirandola a metà cottura con il coperchio. Scolatela su carta da cucchina. * Io la faccio così 😋 E voi come la fate la frittata igers? Quale vi piace di più? io le amo tutte, asparagi, spinaci, zucchine, cipolle😍 alla fantozzi💃, ogni volta che ne mangio una mi sembra la più buona, non saprei scegliere! ma soprattutto come la mangiate?? Buon martedì buon appe e buon lavoro, sole che picchia duro!☀️💙 #ifeelbetta #frittatadiasparagi #ricetteprimaverili #healthy #insalata #radicchio #healthyeats #onthetable #traditional #buonoesano #nourishing #greens #vegetables #frittatina #recipeoftheday #cucinasana #foodblog #foodwriter #italianbloggers #foodbloggeritaliani #healthycuisine #simpleandhealthy

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Gente😳 o c’ho una casa con le voragini, i buchi neri spazio temporali che risucchiano gli accendini,🤔 o qui c’ho i gatti che fumano🚬…😂😼 in un giorno me ne son spariti 4, giuro, non è possibile😱!!!!

*

Questi non sono una pasta a “a norma” di legge!!!😂 ( ah…la Norma opera lirica di Bellini ….Caaaaaasta divaaaaaa🎶 andatevela a cercare su google o youtube e sognate😍, io mentre cucino non posso ascoltare brutta musica, sorry! e neanche nel resto del tempo🙄)

….questi non sono Norma peròòòò: sono dei favolosi spaghetti integrali alle melanzane e ricotta salata grattugiata. 😍😋 Diciamo che sono “a norma di Betta”, và., cioè senza pomodoro. E sono buonissimi!😍 E semplicissimi! Pura melanzana!

Lo sapevate che le melanzane sono un ortaggio che può servire a placare la voglia di dolci? Io mi sono tolta il problema perché il dolce me lo ero mangiata a merenda😂 (vedi alla voce ”coppa di’nnnonno”). Per stasera facciamo a meno del mio adorato verde💚… le verdure sono buone e sane di tutti i colori. (però il picciolo della melanzana era verde, garantisco🍃😆)

⭐️Spaghetti integrali alla mefistofele😈⭐️

VCYSE2225

Ingredienti x 2 persone

 

  • 120g spaghetti integrali
  • 1 melanzana
  • 3 cucchiai olio evo
  • foglioline di basilico fresco
  • 3 cucchiai ricotta salata grattugiata

Procedimento

 

Togliete il picciolo e affettate una melanzana lunga di medie dimensioni e poi tagliatela a cubetti regolari di circa 1cm.

In una padella antiaderente capiente scaldate l’olio e saltate le melanzane, mescolandole spesso con una paletta di legno finché sono belle dorate e croccantine su tutti i lati, salate, spengete la fiamma, e cospargete con foglioline di basilico spezzettate con le mani. Tenete da parte in caldo.

 

Nel frattempo cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata per il tempo suggerito dalla confezione, scolateli belli al dente e rigirateli nella padella delle melanzane così non ci sarà bisogno di usare ulteriore olio. Impiattate gli spaghetti alle melanzane e servite con generosa ricotta salata grattugiata.

 

Nella foto c’è anche un tortino di melanzana affettata a fette sottili per lungo, salata, leggermente oleata, e cotta al forno per 15/17 minuti, sistemando le fette come una spirale in una terrina tonda adatta alle cotture in forno. L’ho fatta per divertirmi a riprende la forma arrotolosa tipica degli spaghetti che – invece- non mi si sono arrotolati per nulla e si sono belli spatasciati a caso: buonissimi lo stesso senza fare i fighetti😜
*

Buona mercoledì da nonnettaBetta che va a letto presto e poi si sveglia alle2 di notte😕😂 (domani psicologa bisognaaaaaa)

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Gomiti al sugo di ratatouille

Buon mercoledì!
Quattro giorni di sole☀️ consecutivi…non mi sembra vero!

Ed è subito voglia di passeggiare, di altalene, di stare sotto un albero a guardare il cielo per ore filtrato da poche foglioline su rametti titubanti e irrequieti, di riconoscer triceratopi e tirannosauri nelle forme delle nuvole (che se fossi a un test psicologico di ronschard lo psicologo che me lo sottopone poi deve andare in terapia per ventanni -prima che un meteorite venga a estinguerci tutti!😱😂)

..e di affacciarmi in terrazzo col dubbio se le piantine aromatiche siano sopravvissute alla piaga della mia noncuranza invernale (=bugia😁, sono pollice nero in tutte le stagioni🙈)

…toh!!!! l’origano è risorto! 😱miracolato! Sto lavorando e purtroppo l’altalena la scarto, l’alberello pure, i pupazzetti di jurassicpark me li ha rubati la mi nipote😂😌….non resta che giocarsi l’origano!😜

Gomiti rigati al sugo di peperoni, zucchine e melanzane

IMG_E5806

Ingredienti x 2 persone

  • 160 g di pipe rigate
  • 1 zucchina
  • 1/2 peperoni gialli
  • 1/2 peperoni rossi
  • 1/2 melanzane
  • 1/2 cipolla rossa
  • 1 pomodoro Costoluto
  • 1 ciuffo di basilico
  • 1 rametto di origano
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b di sale

Procedimento

Lavate, mondate e pulite i peperoni la melanzana e le zucchine privandole delle estremità. Sbucciate e affettate la mezza cipolla rossa e fate un trito non troppo sottile.

Tagliate tutte le verdure pulite a cubotti della stessa dimensione circa, ponetele su un tagliere e lasciategli perdere l’acqua di vegetazione a testa in giù per pochi minuti.

Saltate tutti i cubetti di peperoni, melanzana, zucchina e la cipolla tritata, in una padella con poco olio a fuoco vivo per 2/3 minuti.

Salatele, irroratele con mezzo bicchiere scarso di acqua, aggiungete foglioline di origano e di basilico spezzettate con le mani, coprite e lasciate stufare per una decina di minuti finché sono morbide e hanno rilasciato un bel sughetto, assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale. Tenete da parte con il coperchio.

Nel frattempo portate a cottura i gomiti rigati in abbondante acqua salata bollente fino a un minuto prima del tempo suggerito dalla vostra confezione di pasta, scolatela quindi molto al dente , e versatela nella padella con le verdure preparate facendo saltare tutto insieme senza coperchio per 1/2 minuto, girando bene con un mestolo di legno così che si amlagamino i sapori.

A crudo spolverizzate con piccole foglioline di origano fresco e impiattate

Comunque, li state sentendo voi gli strascichi dell’ora legale? Io sono un po’ rinco in effetti…soprattutto la sera, più che al mattino, mi fa strano la luce, come se il giorno avesse ancora tante possibilità ma io lo avessi già chiuso fuori dalla mia portata, succede anche a voi?….e come state voi a piantine 🍃?😜

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0