Focaccia con radicchio e zucca al rosmarino

🌀La domenica sarà pure giorno di lasagna e arrosto in famiglia😌….ma qui qualcuno aveva voglia di Focaccia e non sono i gatti!😋🙋🏻🙋🏻😜

Chi ne vuole una fetta?😍

***

…Pensare che è già passata una settimana dal mio compleanno😱…stiamo già tutti inzuccati 🎃e inzuppettati ovunque…non c’è gallery o blog o negozio in giro senza pumpkin infilate da qualche parte, nei biscotti, nella vellutata, nella pasta, nel riso, nel dolce, nel formaggio, nella marmellata….io credo che proverò tutte!😅💪😋😁💃

Voi provate la

⭐️Focaccia ragnolosa🕸 con radicchio e zucca⭐️

Super autunnale 🍂🍁e senza volerlo fa un bellissimo effetto intricato🕸🕷😍, inutile dirvi quanto sia buona e verdurosa😍🍃!

Una focaccia semplice e pratica: si mettono tutti gli ingredienti della farcia a crudo , avendo cura di condirli e insaporirli prima, massaggiarli leggermente, e farli riposare prima di ricoprire la pasta della focaccia (come mi ha insegnato per altre preparazioni la bravissima Angela di tre muffin e un architetto) 🤗 , ho adottato questa tecnica per non sporcare ogni volta mille padelle (e tempo) cuocendo le cose separatamente,visto che poi va tutto in forno.👍

***

Ingredienti x 1 focaccia tonda

  • 1 base pronta per focaccia rotonda della @stuffer_italia
  • 1 cespo di radicchio rosso lungo o trevigiana
  • 1/4 di cipollarossa
  • 1 fetta di zucca delica (circa 60g)
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 rametto di rosmarino
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucchiai olio evo

Procedimento

Sbucciate e pulite la zucca e tagliatela a fettine sottilissime. Pulite il radiccio dal torsolo e affettatelo finemente per il lungo. Pulite e tagliate ad anelli sottili la cipolla e mettete insieme tutte le verdure crude in un ciotolone condendole con l’aceto balsamico, l’olio, 1 pizzico di sale e pepe e rametti di rosmarino. Massaggiate bene con le mani per mescolare le verdure e far assorbire dappertutto il sapore, non abbiate paura di rompere alcune foglie di radicchio che comunque resteranno belle. Tenete da parte a marinare per almeno mezzora.

Preriscaldate il forno a 190°. Stendete la base per focaccia sulla sua carta forno in una teglia e appiattitela poco con i polpastrelli. Versateci sopra tutta la farcia di verdure e il suo olio, coprendo quasi tutta la superficie tranne poco i bordi.

Infornate per 10/12 minuti finché è dorata. 😋

Buona domenica bloggerz!!!💙

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0
Annunci

Una buona base è il trampolino da cui salti, e su cui atterri

E parlo innanzitutto di sé stessi.💙

Parlando di cibo invece…

View this post on Instagram

Vi piace la mia pizza ai funghi radicchio, provoletta affumicata e noci? 😍😋 È fatta con la base per pizza #senzaglutine della @polisnack ! ed è buonissima!😍 Sapete che ho ricevuto un chioschetto intero 😅di #piadine di mille tipi per le mie creazioni, basi, #focaccia, tutte fatte con olio extrav., farine poco raffinate, #cerealiintegrali e #graniantichi😍 . Questa è stata la mia prima infornata! Ho voluto cominciare dalla #pizza perché beh, avevo voglia di pizza😁 (gran motivazioni dietro, eh 😌) e non volevo la solita rossa, però piena di verdure sì! e golosa! E voi avete mai fatto o mangiato la pizza s/g? quale? Io quando una volta mi sono letta l’etichetta di una pizza #glutenfree surgelata, l’ho presa, e l’ho rimessa tutta bellina delicatamente al suo posticino fresco: cioè,perché mi devo mangiare una roba fatta praticamente col glucosio siringato trans? Ho fatto2passi avanti, e vi giuro, i sofficini mi sono sembrani terribilmente SANI in confronto😂. Però per fortuna senzaglutine si può, per necessità o per curiosità, in modo intelligente….facciamo la pizza? * ⭐️Pizza s-glutine radicchio funghi provola e noci⭐️ * Ingredienti x 1 pizza 1 base per pizza s/g 300g di #funghi prataioli tagliati a lamelle 1/4 di cespo di #radicchio rosso 1 spicchio di aglio 1 ciuffo di prezzemolo 2 fette di #scamorzaaffumicata o 2 provoline mignon affumicate 2 #noci 2 cucchiai di olio evo sale Trifolate i #funghi in padella con un cucchiaio di olio, aglio, prezzemolo e 1 pizzico di sale e a fine cottura mescolateci il radicchio tagliato a listarelle. Portate il forno a 220* e appena è caldo farcite la base per pizza con tutto il condimento sulla superficie spandendola fino a 1/2 cm dal bordo. Distribuite le noci spezzettale e poggiatevi le provolette a fettine o cubetti. Irrorate con l’altro cucch d’olio la pizza su una leccarda, e infornate per 6/8 minuti a metà altezza😋 …. uffa la pioggia grigia oggi, io ci avevo preso gusto alle belle giornate😒😅, igers siete team pizzarossa o pizzabianca? Buon appe e domenica!!! #ifeelbetta #glutenfreepizza #foodtesting #pizzasenzaglutine #healthy #pizzaday #vegetarian #pizzavegetariana #mushrooms #foodblog #foodideas #foodwriter

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

😱Tardi… ma bene!😋 Tornando a casa, Sistemato le cose per i miei che sembra prima d’ora non abbiamo mai vissuto da soli e abbiano bisogno di TUTTO (non andandogli bene NIENTE😒, lassamo stà). Ho fame😍 Taaaanta fame. Meno male che c’ho la pila di piadine multicereali @polisnack che! Santo Tofu affumicato! Quello è buono anche non strapazzato e scucinato 😍, vero?? Io me ne mangio sempre 1/3 appena aperto dalla confezione😂🙋🏻 ⭐️#Piadina multicereali farcita di insalata, spirali di carote, melanzane, tofumé, noci, carmberries, e gocce di glassa alla soia⭐️ E’ che sono le 4 del pomeriggio o mi sembra buonissima???😍 Idea per una piadina veg un po’ diversa 😋 Ingredienti: #Insalata misticanza fresca, #carote spiralizzate, #noci sbriciolate e #semidizucca, olio evo, #tofu affumicato a cubetti ( il mezzo panetto che resta dall’assaggiosubito😜), #melanzane grigliate condite con sale olio e prezzemolo e tagliate a striscioline, una manciata di #cranberries essiccati al #naturale , qualche goccia di #glassa alla #salsadisoia che col tofu sta sempre bene. Disponete tutti questi ingredienti all’interno del diametro della piadina, arrotolatela perché con l’insalata è meglio che piegarla a metà. Lasciatela riposare così arrotolata per 5/10 minuti avvolta nella pellicola, dopodiche se siete soli ve la mangiate tipo #cannolo come la Betta😂, altrimenti la tagliate per lungo a segmenti e servite🌀. Solo se sono le 4 di pomeriggio😜scheeerzo, va bene a tutte le ore! * Io quando per impegni vari finisco a ritardare troppo il #pranzo, divento una belva😁. Magari non mi mangio il tavolo, ma riuscirei a staccare “qualche” testa che di solito passo oltre e me ne frego. Credetemi, la fame ci fa dire la verità😌, e mettere la gente al suo posto dove deve stare. Cioè a rompere i baglioni rivolto al muro😁. E vediamo se lui ha pazienza come me. 😡 Perdonate lo sfogo, succede anche a voi? * e ora si guarderà di andare al lavoro Oltre che settimana corta questa è anche la giornata corta 😜 Buon pomeriggio dalla Bettaz #ifeelbetta #foodblog #humor #italianfoodbloggers #multigrain #piadine #foodwriter #tofumè #soysauce #melanzanegrigliate #healthyliving #healthyeating

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

Vi consiglio entrambe le ricette!

E di prendervi cura di voi🔝. Perché il riconoscimento e/o l’approvazione e/o anche solo un briciolo di sana gratitudine da parte di certe persone che invece succhiano la stessa aria col loro egocentricmo, se continuiamo ad aspettarlo, lo facciamo a costo della nostra salute, e della nostra vita. Dopo che abbiamo vissuto e lavoriamo una vita a diventare (e amare) noi stessi. 💙

 

Buona settimana corta bloggerz!!!

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Lamimosa di coccodrillo

 

PHGUE6562

Da me non sentirete discorsi retorici sentiti e risentiti ogni anno al rintocco dell’otto marzo.  Francamente, li trovo di banale circostanza, né starò a dire cosa ne penso io davvero (*#%*#) . La donna NON si “celebra”, la donna NON si “ricorda”, festeggia, asseconda, “tòllera”, e nemmeno si “ama se amore si può chiamare nella più sudicia ipocrisia tra un femminicidio e l’altro:

Donna, meravigliosamente, “si È”.

Dovrebbero esserlo un po’ di più anche gli uomini.

Buona giornata!💙

Basta con le mimose nel piatto, nel vassoio, nella teiera, nel vaso da notte, in testa, sul tram, pesticciate sui marciapiedi, nelle parole, nelle frasi fatte, attaccate ai muri e infilzate nelle orecchie da una parte all’altra🤣🤣🤣Io per pranzo mi mangio un’altra roba: #Zuppa di orzo e funghi! 😍😍😍🔝🔝🔝🙌🏻🙌🏻😋😋😋’ Tutta un’altra storia da’retta.  la mimosa facciamola a fette😜 col rotolo di pane farcito mimosa. La zuppa di funghi (foto sopra) ve la scrivo con calma nel prossimo post, ché merita alla grande 😍

⭐️Rotolo di pane farcito mimosa ai peperoni olive e mandorle

CCHBE2316

Ingredienti per un baguettino ripieno da affettare (ne escono le fette che vedete in foto)

 

  • 1/2 rotolo steso di base per focaccia pronto da cuocere, di buona qualità
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1/2 peperone giallo
  • 1/4 di peperone verde
  • 10 olive verdi denocciolate
  • 6/7 mandorle tostate e tritate grossolanamente
  • Per una versione non veg 1/2 cucchiaino di pasta di acciughe buona
  • 1 pizzico di sale
  • pepe e origano a piacere

Procedimento

Semplicemente lavare mondare e privare del torsolo e dei filamente interni i peperoni e tritarli fini insieme alle olive unendo le mandorle tostate e tritate, strizzare il composto per fargli perdere eventuale acqua di vegetazione, mescolare bene per amalgamare gli ingredienti e aggiungere un pizzico di sale, pepe e origano e l’olio. (nel caso vogliate dare una sferzata di sapore sciogliete nell’olio 1/2 cucchiaino di pasta di acciughe e aggiungere questo al composto amalgamando bene il tutto)

Stendere il rotolo di base per focaccia e pareggiarlo con le dita allargandolo appena, senza romperlo. Distibuire su tutta la superficie il trito misto appena preparato e facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripienoarrotolarlo dal lato lungo per comporre un cordoncino di fpasta-focaccia. Chiudere le estremità con le dita e metterlo con la chiusura verso il basso su una leccarda ricoperta di carta forno. Ungerlo con un pennello da cucina di poco olio su tutta la superficie e praticare una leggera torzione al rotolo con le mani prendendolo alle estremità come se voleste svitare un barattolo, lo so che non è un termine tecnico. Infornare in forno già caldo a 230 gradi per 8/10 minuti finché è bello dorato . Croccante fuori, morbidino e umido all’interno. Far raffreddare poco e tagliare a fettine servendo come pane o antipasto.

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

2 ricette is megl che uan

View this post on Instagram

Buongiovedì di focaccine/pita azzime integrali senza lievito in padella pronte in 5 minuti di numero! Favolose! (Ricetta nel primo commento qui sotto😍⤵️ e ricetta di ieri nel blog linkato in alto⤴️) Ok Sicuramente non sono le piadine, e non sono le crepes, e non sono le galette, e non sono le injera e non sono il pane arabo né la pita greca o turca e di certo non sono le tortillas o le arepas ecc, non c’è nulla di strano dentro, ma soprattutto dopo tutti questi cosa-NON-sono, di certo sono sane, sono semplici, sono sane, e soprattutto SONO BUONE😍!!!! Fatemi dì un ultimo NON per la soddisfazione😁: ma perché NON ci ho pensato prima?????😱Ma quanto mi garberà cascare dal pero come un allocco anacleto e fare il faccino inebetito e sorpreso tutto stupefatto meravigliao quando scopro e realizzo in uno schiocco di dita senza stress la più semplice e antica delle ricette base che è il pane+acqua cotto sulla fiamma, che magari tutti conoscono già ovviamente dalla notte dei tempi, ma che io ho passato una vita a far uscire dall’”atmosfera protetta di plastica pronta” solo perché avevo timore di approcciarmi a un benedetto pacco di farina grezza nudo e puro e metterci le mani dentro?? (e sì,poi batto anche le manine da sola e faccio due giri completi della casa facendo una specie di barbaro balletto tip tappe con la suola di gomma delle ciabattones😂 coi gatti che mi seguono e scuotono la testa miagolando preoccupati😁 per la cronaca, ma vi risparmio i particolari di questo rito ajerbaijano😂) quando ci arrivo ci arrivo oh! In questo caso l’ho farcita a ispirazione di una leggera e saporita peperonata vitaminica e granella di noci e 1 goloso tomino che si fonde, ma si può riempire di tutto ciò che si vuole! Vi scrivo nel primo commento qui sotto la semplicissima ricetta e sul blog come promesso ORA la ricetta del VeganCurry di ieri. Mo appendo al chiodo i tacchetti da tippetappe e mi metto a lavorare, buon pome amici. 😘🤗 💙see ya next time!!- #IFeelBetta #flatbread #lifestyle #food4thoughts #foodblogger #ricettesane #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthylife #detox #integrale #photooftheday #onmytable #healthyblogger #cuisine #homemade

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Focaccine azzime ai cereali e semi misti in padella veloci

Ingredienti x 4  Focaccine

Utensili: una padellina piatta da crepes del diametro di 25 cm

Panno di carta scottex per ungere e tre strappi per impilare le focaccine

  • 200g farina integrale multicereale di avena,frumento,segale,orzo,farro e riso (si trova già mixata in quasi tutti i supermercati) ,
  • acqua a temperatura ambiente 300ml o quanto basta a ottenere una pastella piuttosto semiliquida,
  • 1 cucchiata abbondante di semi oleosi misti di lino, girasole, sesamo (anche questi volendo si trovano in pratiche bustine già mixate anche bio, di solito vicino alle stesse farine e ai preparati per panificati),
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva e un panno-carta tipo scottex per untere la padella per ogni focaccina.

 

Procedimento

Versare in una ciotola o boule la farina multicereale e i semi misti, e acqua quanto basta a formare una pastella senza grumi che sia semiliquida e omogenea, e lasciarla riposare 20 minuti mentre magari prepariamo la farcia scelta. Quindi prendere un padellino da crepes da 25 minuti e ungerlo con un filo di olio e l’aiuto di un panno di scottex su tutta la base della crepiera. Porre sulla fiamma medio alta e attendere pochissimo che l’olio sia caldo senza farlo fumare.  formare una focaccina per volta versando via via nella padella un ramaiolo dell’impasto preparato ruotandola affinché ricopra tutta la superficie in un cerchio di spessore sottile e uniforme. Appena i bordi cominciano a staccarsi dopo circa 1/2 min alzare con una paletta antiaderente un lato della focaccina e verificare se si stacca dalla padella assumento un bel colorito girare con attenzione e cuocere dall’altro lato per 1/2 minuti finché si formano le tipiche bollicine abbrustolite. Porre ogni focaccina cotta su un piatto ricoperto di scottex e passare alla successiva sempre ungendo con il panno unto il fondo del padellino fino a esaurimento della pastella. Poi farcire a piacere.

Inciso:

ps e voglio assolutamente sapè chi è quel mitico😍 10% di lettori che nelle stories ha risposto NO secco al sondaggino estremporaneo se ve ne fregava della ricettaassurdadellabetta perché se alzate la mano a muso duro senza l’anonimità sappiate che io NON solo vi stimo TROPPO😍, ma vi amo proprio, iin pieno mio stile avete imparato bene: “vuoi la ricetta? NO.” Adoroooooo!!!!! su su, fatevi avanti!😍🔝😂💃coraggio!💙

—–

E poi la ricetta del Curry vegano di cavolfiore con riso basmati che merita e di cui parlavo ieri qui su insta:

View this post on Instagram

Eccomi a casina! Freddo e pioggierella ghiaccia marmata mi incartapecoriscono ogni singola giuntura!Mattinata impegnativa per lo più passata a fare lo slalom gigante tra le ruderi e le transenne di una firenze bucherellata che nemmeno l’armadio della mi bisnonna quando c’aveva le tarme drogate di naftalina😂 cosa faccio per scartapecorirmi e scaldarmi le manine gelate, qualcosa che mi metta subito allegria ritempri spirito e pancino e rimetta in pace col mondo ritemprandomi con il suo caldo e profumato tepore? Ma un CAULICURRY😍 o CURRYFLOWER o TIKKA-KAVOLO 😂chiamiamolo come si vuole, che in pratica è un curry in tutto e per tutto ma VEGANO con tanti tocchettoni di verdure al vapore e ceci, la sua salsina squisita, il suo fragrante riso basmati ad accoglierlo, che bontà gente le spezie indiane!!!! se fossi la dea kalì in persona riuscirebbe a scaldare anche le mie centomila mani😂😂 se volete la ricetta, semplice, come l’ho fatto io😍, la trovate da domani sul blog (come sempre link in bio⤴️stay tuned quando vedete il link al nuovo post!). A voi piace il curry, igers? Avete una ricetta preferita? A me da pazzi, mi piace la versione senza panna o cremine strane pannose come invece ci hanno propinato il pollo al curry per decenni evergreen degli anni ottanta😂, al massimo un goccio di latte di cocco, ma non questa volta, che arrivi dritto al cuore. (E se tutte ste spezie mi aprono anche un po’ gola e naso🙏🏻magari, perché mi sento che gomingio a barlare gosì😂🙈. BRRRRR!!!!!) Buon pome a tuttiiii😋. 😘🤗 💙see ya next time!!- #IFeelBetta #comfortfood #instadaily #eathealthy #curry #IEatBetta2018 #lifestyle #food4thoughts #foodblogger #ricettesane #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthylife #detox #vegetariancurry #photooftheday #onmytable #healthyblogger #indiancuisine #vegan #recipes #cucinacreativa

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Curry vegano di cavolfiore o Caulicurry o Tikka-Kavolo

Ingredienti x 2 porzioni

160g riso basmati

1/2 cavolfiore intero fresco privato delle foglie esterne e del torsolo

1 carota grande

1 gambo di sedano

1 cipolla bianca

1 patata grossa gialla

120g di ceci biologici sottovetro, scolati e sciacquati

200ml di brodo vegetale fatto in casa con parte  degli stessi ingredienti della dadolata di verdure a pezzettoni (cipolla, carota, sedano, cavolfiore, patata + 1 ciuffo di prezzemolo + 1 presa di sale)

1 cucchiaio di farina di riso senza glutine

1 cucchiaio abbondante di polvere di curry macinato

2 cucchiai di olio extravergine di oliva

 

Per prima cosa fare un brodo leggero di mezza carota, mezza cipolla, mezzo gambo di sedano e mezza patata e un ciuffo di prezzemolo in un litro di acqua con 1 presa di sale e tagliare il resto di queste verdure a cubotti spessi dopo averli opportunamente lavati e mondati, privandoli della buccia e di eventuali filamenti e residui di terra. Tenere in caldo nella pentola mentre

Porre gli stessi cubotti spessi di verdure per il brodo (carota, sedano, cipolla, cimette di cavolo e patata) in una capace e ampia padella tipo wok o casseruola insieme a 2 cucchiai di olio e 2 mestoli di brodo appena preparato, coprire e far stufare su fiamma medio/bassa per 15 minuti finché sono teneri ma assolutamente non sfatti e stracotti. Cospargerli con la polvere di curry, aggiungere 120g di ceci biologici in vetro ben scolati dal iquido di conservazione e sciocquati, mescolare bene e con un una paletta  sgocciolare bene gli ortaggiponendoli in una ciotola a parte lasciando il sughetto rilasciato in cottura di cottura nella casseruola.

Una volta tolti i pezzi di ortaggi e i ceci riaccendere la fiamma a fuoco dolcissimo e stemperare nel liquido rimasto nella casseruola il cucchiaio di farina di riso, mescolando continuamente finché si addensa e forma una cremina liscia e semi-opaca. Ci vorranno circa 2 minuti. Dovesse restringersi troppo aggiungere eventualmente qualche cucchiaiata dello stesso brodo vegetale preparato in precedenza. Spegnere il fuoco e coprire con un coperchio la casseruola con la salsa perché non si secchi e formi una pellicola di patina data dall’amido del riso.

Nel frattempo avremmo portato a ebollizione abbondante acqua salata e cotto in un cestello a vapore il riso basmati per i minuti indicati sulla confezione della marca prescelta, salando all’ultimo momento se gradito.

Impiattare nei singoli piatti o su un vassoio da portata i pezzettoni di verdura scottati insieme ai ceci, con accanto di contorno il riso basmati bianco in purezza. Poi versare a filo su tutto la salsa al curry. Gustare mescolando i vari ingredienti a piacimento.

 

 

 

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Focaccia pere gorgonzola e pinoli

…..Vabbé ma non mi dite nulla del nuovo logo? 😂lo sento così tanto mio, sta roba la fo la notte coi gatti uno spiattellato sul mac padrone del mondo ma che è😱, già gli ho dovuto smollare il mouse come balocco per evitare danni più gravi alla parte compatta, e devo caricare di nascosto nei cinque minuti in cui sonnecchiano (con un occhio solo😂) e fare tutto senza cavi, quell’altro direttamente artigliato alla coda di cavallo senza ritegno. No ma fate pure eh 😜

Comunque😌

View this post on Instagram

La perfezione non è di questo mondo. La mia focaccia pere gorgonzola e pinoli sì! 😂Anzi, è direttamente nel mio forno gente😍😁 (Ricetta di un grande classico per la coppia di ferro formaggio e pere, nonché mio asso nella manica se come me non siete degli assi e dei gradassi😌😜 per fare sempre gli impasti in casa e infarinarvi impiastricciarvi il sabato che per me significa -aaaaa😱- trasformarsi per una mattina in cenerentola che ripulisce il macello delle sorellacce: “Peter 🐱🐾e Tobia🐱🐾”😂 -ma anche il mio , via 😂🙌🏻-, io la trovo davvero gustosissima, parte il balletto 💃quando ogni tanto la sfodero😜 oggi mi andava proprio, una vera golosità e per me non c’è pizza del sabato sera che tenga, lo weekend sfizio perfetto per me comincia con la focaccia bianca al formaggio. Se pensiamo che ero e sono una bambina così grulla che da piccola ero già una streghetta nera antipatica a tutti ordinando in pizzeria sempre e solo biancaneve😜, il gusto si evolve e moltiplica e contadinizza oh😂🍐🧀, ma il pomodoro con buona pace di anto’pummarò che sinceramente la fa meglio di me quella vera e la mangio se vo a napoli, il pomodoro lo metto nel caciucco io, e nella pappa😜😂 Ricetta ora sul blog link diretto in alto in BIO!💙⭐️⤴️) …e già che il forno è accesso, siccome c’avevo poca roba da fare no…è in corso le prove di un esperimento cervellotico che se viene bene finisce dritto dritto in pacchettini di natale insieme ai miei acquisti preferiti e best-found amazon (correte a darci un’occhiata se siete in cerca di ispirazione! utilissimo per organizzare tutti i regali comodamente da casa—>Link sul blog) E mo addentiamo un pezzo di paradiso, che sarà un pomeriggio infernale anche se ha le sembianze di un ghiacciolo, brrrrrrr!!!❄️have a great weekend of your tastes, ig friends see ya next time!#IFeelBetta #december2017 #recipeoftheday #creaconstuffer #weekendfood #pranzoitaliano #pizza #focaccia #natale #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #eating #vegetarian #pizzarecipe #incucinaconstuffer #photooftheday #instafood #onmytable #yummy #instagood #foodstyle #lifestyle #AmazonInfluencer

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ingredienti

(x 1 Focaccia pere gorgonzola e pinoli #IEatBetta💙)

-1 base per focaccia rotonda già stesa in rotolo (io uso la Stuffer che viene davvero croccante fuori e soffice dentro!)

-1 rametto di rosmarino fresco

-1 pizzichino scarso di sale

-1 e 1/2 pere abate

-80g gorgonzola cremoso dolce

-30g pinoli

-1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine di oliva

-Pepe nero q.b.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 200g

Stendere su una leccarda da forno un rotolo di pasta per focaccia di diametro rotondo direttamente con la sua carta, spianarla leggermente con i polpastrelli vicino ai bordi per ottenere un cerchio quasi perfetto nel caso notassimo fosse più allungata da un verso o più spessa e “alta” in alcuni punti

Lavare bene, asciugare e affettare verticalmente in spicchi e poi a fettine sottili mezzo centimetro una pera di qualità abate ( la cui buccia verde non troppo rugginosa non diventerà troppo scura in forno)

Disporre le fettine di pera a raggera a piacere sulla basa di focaccia e qualche aghetto di rosmarino fresco qua e là.

Cospargere di un pizzico scarsissimo di sale e irrorare con 1 cucchiaiata e mezzo di olio extravergine di oliva

Quando il forno ha raggiunto la temperatura infornare la leccarda con la foccaccia per 8 minuti finché le pere si ammorbidiscono e la base di focaccia comincia appena a dorare.

A questo punto prelevare la teglia e distribuire sulla superfice fiocchetti o fettine di gorgonzola dolce privato della crosta e una manciata di pinoli.

Infornare nuovamente per 3/4 minuti controllando spesso affinché il formaggio si scioglie, i bordi della focaccia diventano completamente dorati e fragranti e i pinoli tostati.

Sfornare e mangiare subito ben calda tagliandola in spicchi

Non aggiungere ulteriormente sale data la sapidità del formaggio gorgonzola ma una bella macinata di pepe nero in grani

SalvaSalva

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

RubRicetta: Se la Betta non va al mare

Il mare va alla pizza furba della Betta.

Pronta in meno di mezz’ora garantito, nella nostra calduccia casa, non sentirente la mancanza del mare. O forse sì.😂. Ma non del profumo sprigionato dalla Pizza ai frutti di mare appena uscita dal forno! E In qualsiasi stagione! In barba ai vostri amici che vi postano in diretta i tramonti novembrini alle 5 di pomeriggio con la vista piaciona degli ombrelloni chiusi sulla corsica dal  leggendario bagno Ugo/marisa/stefania/firenze/eccecc (esticà😂) col calice di spumantino asti (esticà, me lo regalano nella cesta del discount pure col marronglacè ovviamente spezzettato😂) Fatevi una buonissima pizza in casa, sana, funziona, dàretta alla Betta.

E scordatevi di parlare dei vostri mostri nel cassetto alle due di notte anche fosse col vostro migliore amico. Lì per lì è liberatorio, poi ti senti uno straccio, perché il giorno illumina senza sconti la tua incompiutezza, e i mostri forse se stavan chiusi in un cassetto con la polvere alta due metri magari un motivo valido c’era, no??!😒

Ma #IFeelBetta! 😊

Pizza-focaccia ai frutti e sapori di mare

Ingredienti x 1 pizza media-grande:

-1 base refrigerata per focaccia stesa in rotolo (io l’ottima base per focaccia tonda della Stuffer)

-Spinacini freschi baby 50g

-1/2 spicchio di aglio

-1 pomodoro ramato o fiorentino costoluto bello sodo

-1 piccola mozzarella fiordilatte di buona qualità

-1 fetta sottile di salmone norvegese affumicato

-4/5 gamberetti precotti surgelati in busta

-4/5 olive nere denocciolate in salamoia

-2 cucchiai di olio extravergine di oliva (1 per ungere la focaccia e uno per preparare e condire la farcitura)

-Peperoncino secco sbriciolato se gradito

-1 pizzico di sale fino

Procedimento:

Preriscaldare il forno ventilato a 200° mentre prepariamo la farcitura.

Stendere la base di focaccia e allargarla leggermente con le dita e i polpastrelli anche creando dei piccoli buchetti che faciliteranno la cottura uniforme della nostra pizza, e spennellarla icon un cucchiaio di olio e con il dorso del cucchiaio distribuire e ungere tutta la superficie.

Appoggiare la base su un foglio di carta da forno e sulla leccarda in attesa di essere farcita e infornata.

Lasciar scolare l’eventuale liquido di conservazione della mozzarella e tritarla sminuzzandola finemente e spargerla su tutta la superficie della focaccia preparata lasciando pochissimo bordo (o cornicione) come contorno senza formaggio. (Così sarà tutta ben farcita e non troppo mollicosa)

Nel frattempo avremo scaldato 1 cucchiaio di olio in una padella con un mezzo spicchio di aglio e fatto appassire senza aggiungere liquidi un mazzetto (circa 50g) di spinacini baby tritati grossolanamente col coltello , giusto per 1/2 minuti massimo finché ritirano e insaporiscono, vedrete, ci vorrà pochissimo. Salare appena, togliere il mezzo spicchio di aglio dalla padella, e versare sulla base della focaccia stesa, sopra la mozzarella.

Affettare una dadolata dal pomodoro ramato in cubetti piccoli e distribuirli sulla base di spinaci.

Ricavare listarelle, filetti o quadratini più o meno regolari da una fetta di salmone affumicato piuttosto spesso e distribuirli sulla pizza insieme a qualche gamberetto piccolo precotto lasciato precedentemente scongelare nel frattempo, e scolato se emette del liquido nello scongelamento.

Per rendere super ricca la pizza ai sapori del mare si può aggiungere anche una scatoletta di tonno sotto olio di buona qualità a tocchetti o sminuzzato qua e là.

Distribuire infine sulla pizza ai frutti di mare rondelle di 4/5 olive nere denocciolate, salare appena ancora solo sui gamberetti ricordando che il salmone è già molto sapido e si insaporirà doppiamente in cottura quando diventa rosato, quindi evitare di salarlo sopra ulteriormente.

Infornare per 10/12 minuti in forno caldo e appena il bordo comincia a diventare croccante e il ripieno ben cotto e profumato sfornare e aggiungere peperoncino in polvere o in fiocchi a piacere.

Gustare calda e fragrante davanti al mar…ehm🙈…..alla tv!!!!😜

qui anche l’istantanea condivisa su instagram, coi soliti commenti a margine😜

View this post on Instagram

Eccoci a pranzo finalmente metà vene 17 sta passando (ci si fa raga!😂We will survive!) NUOVO POST DEL BLOG ORA (link diretto in alto in Bio) con la RubRicetta del venerdì:….Se la Betta non va al mare….. Il mare va alla pizza furba della Betta😍:Pronta in meno di mezz'ora e non la solita pizza perché fatta con la base della focaccia🔝@stuffer_italia , nella nostra calduccia casa, non sentirente la mancanza del mare. O forse sì.😂. Ma non del profumo sprigionato dalla Pizza ai frutti di mare appena uscita dal forno! E In qualsiasi stagione! In barba ai vostri amici che vi postano in diretta i tramonti novembrini alle 5 di pomeriggio 😒con la vista piaciona degli ombrelloni chiusi sulla corsica dal  leggendario bagno Ugo/marisa/stefania/firenze/eccecc (esticà😂) col calice di spumantino asti (esticà, me lo regalano nella cesta del discount pure col marronglacè ovviamente spezzettato😂) Fatevi una buonissima pizza in casa, sana, funziona, dàretta alla Betta. (E poi scordatevi di parlare dei vostri mostri nel cassetto alle due di notte anche fosse col vostro migliore amico. Lì per lì è liberatorio, poi ti senti uno straccio, perché il giorno illumina senza sconti la tua incompiutezza, e i mostri forse se stavan chiusi in un cassetto con la polvere alta due metri magari un motivo valido c'era, no??!😒 ) Ma #IFeelBetta! 😊 Buon appe igers, voi avete un giorno dedicato per la pizza d’ordinanza tipo il sabato o come me la fate -magari una volta ogni era giurassica- ma quando vi va, e neanche sempre esclusivamente a cena? (vi confesso lo scheletrino da filme dell’orrore😂:🙈che buona è a volte la crosta della pizza magari lasciata perché v’hanno regalato il gelatone, rassegata la mattina dopo fredda gelida rinsecchita a colazione che l’hai lasciata lì sul tavolo per pigrizia? non lo dite a nessuno oh🙊😂 lì si che ci stanno i mostri😂😂) mangio, see ya next time, correte alla ricetta sul blogghe, relax e lavoro ancora ultimo round😫 stase mi guardo la serie in esclusiva di AmazonPrimepoi vi ci scrivo il post, pazzesca!💙 #IFeelBetta 😂😂🔝😍✌🏻#lunch #pizza #homemade #incucinaconstuffer #creaconstuffer #instadaily #instafood #foodpic #photooftheday #cucinare

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0