Arista al latte senza betta

Arista al latte senza betta

 

🌀Ieri ho avuto la ggggioia, l’estasi e l’ebbrezza di lussarmi una spalla e incrinarmi una costola scivolando sul bagnato sul pianerottolo. 😒🤕

Ohi! Ohi!😫
🏄🏻Ho fatto un liscione di minimo 2 metri😂🙈 prima di sfracellarmi a terra che manco i campioni di curling.😅💃

Non so se vi è mai capitato di stonfare o inciampare:
dopo 10min di sbigottimento mi sono alzata🙋🏻 tranquilla come se nulla fosse😁.

Torno a casa tipo VERDE😖😷↩️:

5 ore di Pronto soccorso, radiografie, anestetici=
Risultato: Betta Mummia e immobilizzata👻💃

evvai!🙈🔝👎🏻😒.

(😌Dio benedica la mano destra rimasta intera per scrivere e mangiare l’arista coccolosa di mammà!😍😋)

 

⭐️Arista al latte⭐️

FGZEE4682

Ingredienti per 6 persone

  • 1 arista di maiale di c.ca 1 kg
  • 2 grosse cipolle
  • 2 grosse carote
  • 1 foglia alloro
  • 2 rametti timo
  • 1 pizzico noce moscata
  • 4 cucchiai olio evo
  • 1 lt latte intero
  • sale e pepe q.b.

 

Procedimento

 

Legate il pezzo di arista con lo spago da cucina.
In un tegame a bordi alti rosolate la carne con l’olio per sigillarla finché non ha prende leggero colore.

Affettate cipolle e carote e unitele nel tegame della carne.
Aggiungete anche tutto il latte precedentemente scaldato, insieme all’alloro, il timo, sale pepe e noce moscata.

Coprite e e fate cuocere per 2 ore a fuoco medio basso, girando di tanto in tanto la carne.

A fine cottura togliete l’arista dal tegame e lasciatela intiepidire. Togliete l’alloro e i rametti di timo. Frullate il fondo di latte con il mixer a immersione e servite la salsina cremosa calda sull’arista affettata.
*🙋🏻Per me con gli spinacini saltati all’aglio grazie!😍

⁉️L’avete mai provato l’arrosto fatto così bloggerz?

E’ davvero delicato, semplicissimo e goodmoodfood🍃 😍:

Le nipo e LA MUMMIA ne vanno pazze😜🙈

Buona (ohi) domenica amici💙🤗

Annunci

Gnocchetti in crema di asparagi e gamberi allo zafferano

Gnocchetti in crema di asparagi e gamberi allo zafferano

Ci sono dei profili su instagram e sui blog che sono così perfetti, belli, impeccabili, con foto magnifiche, che dici immediatamente wow cazzo😍 che roba bella!!!, ma più vai avanti foto dopo foto a dire wow, più il tuo wow si trasorma in mmm…ok….uhm…bene…bellissimo, tutto impostato e incastrato perfettamente, non una foto fuori posto, non una sequenza senza regole, ecco la foto tra un piatto meraviglioso con te sorridente che guardi lontano dall’obiettivo in posa finto naturale con una tazza in mano, ecco tre piatti meravigliosi tutti col link giusto, altra foto schernita accanto a un rampicante d’edera non marcia – a me m’appasciscono anche i fiori finti, per dire- con calzino griffato che ti puoi permettere di bucare per la foto e fare la shabby tanto ce n’hai altri mille nella cabina armadio. Profili troppo belli per trasmettermi, alla fine della visita, davvero QUALCOSA. Anche un po’ (tanto, troppo) tutti uguali, anche un po’ Prevedibili: Sì te l’hanno insegnato bene hai applicato tutte le regoline dello styling perfette, ora passiamo al prossimo uguale IDENTICO”. Belli da risultare artefatti, studiati a tavolino, beh di questi profili io posso amare, infine, solo l’agguerrita meticolosità e programmazione del progetto, e per questo piena ammirazione.

Ma più ne spuntano, e finisce che meno ti convincono.

Ci sono profili , per me quelli davvero belli, che insieme alla dedizione e alla passione per il far bene e migliorare le loro tecniche, hanno quel qualcosa che è l’ingrediente segreto e che nessun team di fotografi foodstyler e project manager in team e linea editoriale studiata per apparire “naturale”,ti potrà dare: la spontaneità.
Gente che vive e respira e a volte fatica a farlo, e a cui a volte muore un fiore e fallisce un piatto e non va di fare un cazzo e la ciambella senza buco vi viene davvero, senza non farcelo venire apposta, perché fa figo, e su instagram postate la vostra vita vera.
A voi, e ne conosco tanti, va il mio abbraccio e cuore questo Lunedì. Buona settimana nuova bloggerz!!

⭐️Gnocchetti in crema leggera di zafferano asparagi e gamberi⭐️

Snapseed

Ingredienti x 2 persone

  • 1 confezione di chicche di gnocchi Maffei 
  • 4 asparagi sottili
  • 10 mazzancolle
  • 1 punta di zafferano
  • 250g di besciamella fatta in casa

Procedimento

Cuocete al vapore le punte di asparago per pochissimi minuti e tenetele da parte, private i gambi della parte fibrosa e tagliateli a tocchetti. Insaporiteli 6/7 minuti in una padella con un filo d’olio, e se serve uno o due cucchiai di acqua, aggiungete le mazzancolle ben pulite, private del carapace e dell’intestino nero e tagliate a tocchetti non troppo piccoli, portate a cottura i gamberi insieme agli asparagi per 1/2 minuti massimo, salate e spegnete la fiamma.

Preparate una besciamella leggera con farina latte e burro come al solito e a fiamma spenta aggiungete una punta di zafferano, girate bene la besciamella e incorporatevi gli asparagi e le mazzancolle cotte prelevate dalla padella, infine le punte di asparagi al vapore tenute da parte.

Nel frattempo portate a ebollizione abbondante acqua salata e cuocete gli gnocchetti per 1 minuto scolandoli appena affiorano in superficie, versateli nella pentola della besciamella preparata e mescolate delicatamente, servite subito.

Straccetti di pasta furBetty

Straccetti di pasta furBetty

Buon giovedì! Come potete aver letto nel mio post precedente , è stata una serata strepitosa ieri sera a God Save the Wine, bellissimo evento organizzato da Andrea Gori e Leonardo Tozzi @mr_firenze_spettacolo, oppure leggetevi adessola mia poetico-parodica cronaca qui e su facebook con tanto di mini reportage fotografico, credo essere stata l’unico personaggio saltellante di etichetta in 🍷etichetta (e di bruschetta in bruschetta🥪😜) con un iphone in mano quando tutti girellavano col loro bel calice in mano a degustare vini pregiati, chiacchiere, conversazioni, risate, e viste mozzafiato in riva all’Arno tra pontevecchio e gli uffizi, non si sa chi ami di più firenze tra un fiorentino e chi visita Firenze, è una bella gara.😍 Bene bene, soddisfazione a mille, grazie ancora di questa chanc, prova, e opportunità  🙏🏻come blogger collaterale alla vita fiorentina che spero sia solo la prima di una storia da Foodie originale che ha tutta da essere raccontata ancora e ancora 🙌🏻
Stamattina è stata dura svegliarsi e correre a una visita fissata da secoli e poi tornare di corsa a casa a lavorare, tiro solo adesso un po’ di respiro. E non comincio, sai, finché non metto qualcosa di buono e coccoloso sotto i denti!😋 *

⭐️Straccetti di pasta alla crema di robiolae porcini al rosmarino⭐️

IMG_5678
supergolosi quanto mi stanno piacendo😍!!!😍 delicatissimi e di una facilità estrema, perché si fanno con le sfoglie delle lasagne!!! dovete provarli per un primo diverso dalla solita pasta preformata e trafilata alla perfezione! 

Ingredienti x 2 persone

-125g di sfoglie fresche per lasagne
-1 robiolina

-1 fungo porcino grande  o due medio/piccoli
-1 rametto di rosmarino
-1/2 spicchio aglio
-1 piccola noce di burro
-1 cucchiaino olio evo
-sale, nocemoscata,pepe nero q.b

 

Procedimento

Pulire e saltare i funghi, tagliati a tocchetti medi, nel burro insieme a un 1/2 spicchio di aglio e qualche aghetto di rosmarino o a un rametto intero che poi toglierete dopo aver insaporito i funghi.

Nel frattempo portate a ebollizione abbondate acqua salata, aggiungete all’acqua 1 cucchiaino d’olio evo per non far attaccare la pasta fresca in cottura.

Stemperate la robiolina con 1/2 cucchiai di acqua di cottura salata calda, insieme a una macinata di noce moscata.

Versate nell’acqua bollente delle strisce larghe e irregolari di pasta ricavate tagliandole dalle sfoglie fresche per lasagne, cuocete per pochi (4/5 minuti) a seconda dello spessore delle stesse, e scolatele ben al dente nella padella dei funghi cotti, mantecando con la crema di robiola fluida e mescolando delicatamente.

Impiattate e finite con ancora noce moscata macinata al momento e pepe nero se gradite.

 

Ottimi e delicati: Li avete mai fatti i maltagliati in questo modo furbo last minute?

Buon pomeriggio bloggers!🤗IMG_5678