IThinkBetta

Cose che scrivo come didascalia

Nel post-psicologa, il motivo per cui vale la pena di volermi bene si illumina. Perché? ….beh perché sì! (È un sì talmente banale e semplice che non semplice da dire, da far dire al cuore dopo aver scartocciato ogni bonbon al veleno, annuendo non basta col gesto della mandibola se piano piano non si scioglie il morso di hannibal con l’acquolina famelica di un pasto fatto-con-le-sue-mani-con le sue mani come pietanza,intendo- è un semplicemente sì che segue tutta una serie di cose che -sempre necessari cestini da portarsi appresso- che no, non fanno parte di me, no, non sono per me, no, non devono piacermi, no, non devo accettarle, no, non devo perdonarle, NO, non NE morirò.

Buon appetit, #nonsimolla guerriere di zia Leoncina🦁💪💪💪💜💛💚💙🌞

Annunci

4 commenti

  1. Chi ha voluto farti soffrire ne ha già avute di vittorie.
    Eh ma ora basta, ora sei Gran Regina Incontrastata dei Leoncini e chi vuole metterti a tacere verrà graffiato a morte.

  2. anche le figure sul tavolo aiutano a mangiare come per quei bambini riottosi che rimangono a bocca aperta osservando le figurine e zac! arriva il cibo in bocca.
    Forza, non devi mollare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.