Insalata croccante ultRAWviolet

Insalata croccante ultRAWviolet

Stamattina mi son svegliata con un sonno, un caldo, e una sete assurdi😳 (….oddio🤔, diciamo che la prima non è poi un evento straordinario😂).

Ho preso 2 caffè, fatto una doccia fresca, bevuto 1 litro d’acqua…..e ora ho c’ho più sonno, più caldo, e più sete di prima🙈😫😂

….che dite, un insalatina traboccante di verdure crude croccanti ultraviolet😍  mi aiuterà a reidratarmi prima di cominciare a vedere i miraggi (o le traveggole😂) con le 🌴e le fontane zampillanti a ritmo di musica di aladin?😜😂
Questa ⭐️Insalata di cavoletti viola crudi e cannellini con pane bruscato all’aglio fresco⭐️  è SPA-ZIA-LE!😍 E poi è così bella😍!

Tutti ingredienti vegetali supersani, i cannellini neutri, burrosi e proteici si uniscono ai benefici inelencabii delle crucifere, già superfood, potenziate in questo caso dal colore viola degli antociani (quelli di mirtilli, crauti viola, radicchio ecc) e al potere disinfettante dell’aglio ( e chi ha la pressione alta come il babbo e la mi mamma sapràquanto è raccomandato e che aiuta parecchio ma magari nessuno lo vuoe mangiare così come una caramella no?) 😍🔝….e non meno importante, dovete sapere che l’aglietto fresco e i cavoletti crudi danno praticamente NESSUN effetto collaterale “sgradito” comunemente attribuito a questo tipo di vegetali, che ci fanno tanto bene😋

…Pantone ha annunciato il colore dell’anno 💜 dopo aver mangiato la mia insalata !😌sì sì, è così, credetemi😜

voi che mangiate di buono oggi? buon appe e buon pome, Betta Bloggerz!

 

Insalata di cavoletti viola crudi e cannellini con pane bruscato all’aglio fresco

TTEDE7058

Ingredienti x 2

  • 200g cavoletti di bruxelles viola privati del torsolo
  • 140g cannellini cotti sgocciolati
  • 2 spicchi di aglio fresco novello
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucch olio evo
  • 8 fettine pane per tartine bianco o integrale

Procedimento

Sciacquare i cavoletti e affettarli finissimi, mescolarli ai cannellini sgocciolati dal brodo di cottura o dal liquido di conservazione, e a due fettine fini di aglietto tritate,salare e pepare, condire con 1 cucch olio. Scaldare 1 cucch olio in una padella antiaderente con il resto dell’aglio a fettine togliendolo appena inizia ad abbrustolire, nella stessa padella senza levare l’olio insaporito disponete il pane e doratelo per pochi secondi per lato finché è croccante. Se vi piace potete sfregare ancora i crostini con l’aglio tolto prima di servirli con l’insalata.

 

Annunci

Libri che t’ammazzano, ma noi mangiamo

Libri che t’ammazzano, ma noi mangiamo

Approfitto del mio riposo forzato-febbrucola per sfoderare parole sempre messe in ombra dalle più liete ricettine 😜

9788838935848_0_0_2480_75

C’ è questo libro di cui non mi sono mai decisa, titubante e forse a lungo turbata in modalità silenziatore-latente, a scrivere apertamente se ne fossi infine giunta a conclusione. Alla luce di una digestione metabolizzazione lunga mesi, in cui mille parole mi sono venute in mente e mile altre mi hanno fatto scuotere la testa cestinandole o addirittura mancandomi, posso riassumere con una bozza spezzata non più lunga di un post, che un parere ce l’ho, e cosa per me strana, è un sommerso e salvato a maturazione inoltrata.

C’è questa Una vita come tante che fino a pagina 800 ti chiedi dove voglia andare a parare: troppo dolore, troppo marcato, troppo eccessivo anche per chi di dolore ne ha visto e vissuto in abbondanza sulla pelle reale, troppo, finanche, scritto male stilisticamente parlando, locuzioni prolisse, spiegazioni immotivate in pessima consecuzio tempore, verbi spaiati e inconcordanti tra persone, tempi e modi: spiegazioni lunghe senza spiegare nulla. nemmeno mia nonna con la terza elementare distillava il tempo così ingenuamente facendo i famosi preamboli della guerra.

Poi.

SbaBam! Da pagina 801 (più o meno)…. cambia. Sembra neanche scritto dalla stessa persona.  Non rimedia al dolore gratuito inflitto al lettore, ma , quanto meno, ne da una spiegazione, una radice, un mezzo parafulmine in cui farlo estinguere, un senso in cui il dolore si può inserire nella terra:  finalmente invece che aggratis il dolore che da al lettore te lo fa pagare snocciolandosi, la stessa storia diventa se possibile più vivisezionante, più una fitta affilata, e meno un morbo cronico degenerativo senza un perché.

Un libro che vale la pena di essere ODIATO fino a tre terzi, per poi sopportare, arrendersi, e scoprirsi amare la propria ingenua e indistruttibile voglia, l’infinita sete, d’un impossibile lieto fine e finale vittoria della forza umana, contro i mulini a vento dell’ineluttabile cruda realtà.

 

….

Comunque il momento ricettina per tirarsi su il morale ve lo lascio và😜, se no qui mi muoionogli amati seguitors dall’angoscia e dal digggiuno

View this post on Instagram

BuonWvenerdì!!! Che si mangia Betta? ⭐️#Insalata tiepida di 5 cereali, lenticchie rosse e zucchine!⭐️😋 Condita da un emulsione di olio, #limone e pepe, e accanto la mia superinsalatafresca #indiviabelga #pere e #mandorle, stesso condimento emulsionato. This is GOOD MOOD FOOD!😍 (Te pareva che l’avvicinarsi tanto agognato del weekend non fosse direttamente proporzionale all’impennata (vooooooooom✈️) del mio raffreddore, ma io dico che ci mettono nella tachipirina invece delle molecole, le morositas🍇 ???😳🤔 Voi che programmi avete igerz per il fine settimana? Io devo assolutamente farmi forza e fare un salto al super: la settimana prox mi arrivano tanti bei prodottini nuovi e sani da provare e di cui scrivere per cui voglio avere un po’ di basi in dispensa per scatenare igggenio creativo😂 e poi mega rifornimento shampi e balsami che sono tutti a fine e non mi par cosa di lavarmi col gingerino😂 (non fosse altro perché me lo voglio bere, e che lo spreco così?😌)) ➡️⭐️Ricetta leggera, sana, completa e veloce dell’insalata di cereali lenticchie e #zucchine (se ne fate in quantità doppia è ottima anche fredda da portare nella schiscetta al lavoro, o al picnic, o sul divano😜) x 1 persona * 60g mix di #cereali in chicco a cottura veloce (#riso, #avena, #farro, orzo, grano #integrale) * 60g #lenticchie rosse secche decorticate * 1/2 zucchina grande (o 1 piccola) * 1 cimetta di broccolo tagliata fine * olio evo * limone * sale e pepe q.b Versate le lenticchie in una pentola e ricoprite d’acqua fredda per il doppio della loro altezza, portate a ebollizione leggera e lessate a fuoco medio per 5 minuti senza salare, versate nella stessa pentola anche il mix di cereali, le zucchine mondate e tagliate a cubetti, e i pezzettini di broccoli, aggiungete poco sale e portate a cottura tutto insieme per il tempo necessario a cuocere i cereali (di solito 12 minuti) e le lenticchie finiscono di cuocere. Scolate lenticchie, cereali e verdure e trasferiteli in una ciotola o tazza. Condite ancora tiepido con una emulsione fatta sbattendo 1 cucchiaio di olio, il succo di mezzo limone, poco sale e abbondante pepe nero, mescolate per far amalgamare i sapori. ⤵️

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

 

C’è ciambella e ciambella

C’è ciambella e ciambella

Stamattina ho visto la mi mamma al bar che si pappava una ciambella fritta alla crema sai di quelle ricoperte di zucchero semolato e mi fa

“oh, c’ho da prendere la pasticca per il diabete, la devo pigliare a stomaco pieno se no mi fa male.
…..
😒🤔 aaaah.

allooora!😂😒

C’è da chiedersi davvero Ma come mai?, ma per quale assurdo complotto e disegno dell’universo, dico io, c’abbia il diabete, gli sia capitata sta rogna piovuta dal cielo mah io non lo so veramente.🙈😂

Detto questo, dovrete convenire con la mi mammina poera martire: i soliti vecchi du biscotti secchi prima della pasticca tu lo chiami stomaco pieno? tutti i torti non ce l’ha😁!

E quindi se non tutte le ciambelle vengono con la crema e fritte:

La Betta A tutto bagel! This is goodmoodfood! alzi la mano chi se li sogna la notte🙋🏻 quelli mangiati a new York! Vi piacciono come tipo di panino? Come li farcite voi o quali preferite quando li mangiate all’estero, o raramente fatti bene, nei locali italiani? oggi c’è il sole, ne arraffo uno (ma quale prima!😱🤔) e me lo mangio in terrazza!☀️

RJGRE1741

Idee per farciture bagel

⬅️A Sinista Bagel VEGAN ai semi di sesamo farcito con:

radicchio rosso di chioggia, a fette e cremoso, ravanelli crudi, fettine di seitan tagliate sottili brasate alla salsa di soia, poco olio evo.

➡️A Destra Bagel VEGETARIANO con sesamo e quinoa farcito con:

Lattuga riccia e valeriana, pomodori datterini gialli, frittatina semplice alle erbearomatiche (prezzemolo, cumino, erba cipollina) e curcuma.

Uno a pranzo e uno a cena. 😋🔝.

Comprateli di buona qualità magari in panetteria freschi e non nelle bustacce del super, o meglio ancora fateli voi a regola d’arte, il procedimento è un po’ lungo e laborioso, ma a volte ne vale la pena, un giorno voglio provare a farli, questi li ho comprati in un forno “neutri, spennellati in superficie con latte di soia (quello veg) e con albume d’uovo (quello vegetariano), ricoperti di sesamo e di semi di quinoa e dorati in forno prima di farcirli.

Giocare sano e goloso col cibo: assolutamente si può! Ed è solo gioia, Mai guerra tra le due cose. Sono contenta che anche il libro che sto leggendo* mi stia non solo incentivando nella mia filosofia del nutrimento in senso più ampio, sia fisico che mentale, ma che sia riga dopo riga di ulteriore stimolo e approfondimento e che neanche una delle storie che sto leggendo contenga la parola né il concetto di “dieta” , e nello stesso tempo tuttavia invogli a prendersi cura di sé a vari livelli in cui il cibo è collaborativo o protagonista, quando non addirittura la base, a volte il primo passo di una vita densa di valore, per noi stessi e per tutti. Urrà!

*Note: Ecco il libro di cui sopra

View this post on Instagram

Buona nottebuonasera? Non so se da altre parti di Firenzeidem ma su tutto il lungarno stasera è #blackout TOTALE😱 da ben tre ore e più! (vedi stories) mi stanno finendo anche i mozziconi di candele rimaste da natale!😫 gliè 'sto tempo da balordo ne stanno succedendo di ogni in queste lande nelle ultime sett… è come se l'anima superba di firenze si stesse ribellando dalle viscere a che non gli sta bene "qualcosa" nell'aria (io so cosa…😒 ma non mi inoltro 😂)😫 già devo arrabattarmi a trovare sopravvivenze bettesche alla libertà del mio essere comunque positiva in tutto, voglio dire😌, cosa c'è di non bello di una serata alternativa a lume di #candela in cui cerchi la mira a tentoni anche per fare pipì o per non rovesciare la pappa al gatto nella ciotola dell'acqua mentre coi piedi accendi la miccia di un accendino bruciando la coda stessa del gatto che scodinzola nella sua indifferenza visto l'occhio telescopico notturno?? Tutto bello!😝 La mi #cena? 😕⁉️incognita! Vai a distinguere un uovo sodo da un uovo crudo nel frigo buio! son mica Colombo! Se mi apro un pacchetto di patatine ci sta che becco sicuro i croccantini del gatto. per la pizza surgelata che si sta scongelando inconsolata e avariando secondo dopo secondo, devo aspettare almeno 5/6 ore me la mangerò non cotta, ma almeno molliccia e mordibile, come minimo a mezzanotte (ma la disperazione!🙈) la mi nonna al tempo di guerra se la cavava meglio mangiando direttamente la calcestruzza dei muri. Con la fortuna che c'ho se mi metto a leccarli becco la presa della spina nel momento esatto in cui ritorna la luce. 😂⚡️⚡️⚡️ ….è tutto il giorno che aspettavo la sera per leggere sto libro che mi ha gentilmente regalato il produttore di una azienda di formaggi 100% veg a base di #mandorle e #anacardi fermentati @welovecicioni durante #IGmi18 Identità Golose (per altro buonissimi assaggiati e apprezatissimi, provateli🔝😍), sembra una #lettura interessante😍📚ci sono storie di persone vere a cui in un modo o nell'altro il "cibo" in tutti i suoi sensi, ha cambiato, e spesso salvato, la #vita. non potrebbe avere una lettrice più attenta e coinvolta di me🙏🏻: vi dirò cosa ne penso man mano che lo leggo💙. Buona (…?🤗🌚🤗)

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Puccia vegan è tutto un puccipucci

Puccia vegan è tutto un puccipucci

Amici buon lunedì, qui a Firenze oggi non è esattamente un buon giorno. 🙏🏻💜

Davide Astori. Un dispiacere che le parole faticano a trovare il loro posto.
“Cerchiamo” di continuare a sorridere.

Poche chiacchiere: cibo buono, ritorno al lavoro alla stesura blogcoaching, serve qualcosa di rasserenante e goloso per concentrarmi▶️

Quell’ottava meraviglia del mondo che è la puccia salentina??😍

la conoscete? La facciamo sana e vegan🌱, la farciamo con hummus, spinacino, tofu e erba cipollina. Buonissima anche così, no?😋
*********

Puccia salentina con hummus tofu e erba cipollina

RBLBE7423
Ricetta semplicissima, completa e ricca di #proteine vegetali, adatta anche per un pranzo al lavoro, nessun pugliese si farà male prometto😜▶️

Ingredienti x 1 panino

  • 1 #puccia #biologica di grano duro
  • 1/2 barattolo di #ceci bio sottovetro
  • 1 cucchiaio di #Tahin (pasta di sesamo)
  • 1/2 limone spremuto
  • sale, pepe, paprika
  • 1 panetto di tofu da circa 100g
  • erba cipollina
  • spinacini baby crudi
  • olio extravergine di oliva

Procedimento

Fare l’hummus frullando i ceci sgocciolati col succo di limone, il tahin, 1 filo d’olio evo, pizzico di sale, 1 cucchiaino di paprika e pepe fino a ottenere una crema spalmabile. Grigliare il tofu tagliato a metà da entrambe le parti, salare e cospargerlo di erba cipollina su tutti i lati. Aprite la puccia a metà e farcitela su entrambe le parti con l’hummus di ceci, le foglie di spinacino e le fette di tofu. Potete usare l’insalata che volete per la farcia, ci stanno bene anche le fette di melanzate grigliate😋
Vi piace? 😋 Qual è il vostro #paninopreferito? Buona settimana igers 💜