La mia bellissima catastrofe

La mia bellissima catastrofe

Dove eravamo rimasti? Ah sì. Perché quest’anno BettaNatale vi dona un po’ del suo stress del periodo ( e che solo io oh, rigiriamolo ricicliamolo passiamolo di palla più che possiamo, anche voi, mettiamolo in circolo, ce n’è per tutti!😁)

View this post on Instagram

Buon giove mondo!!!💙 …due minuti di riposo in una giornata grigisssssima……e mentre mi appunto due o tre idee che mi son pensata sptto l’acqua stamani per il menu di Natale VegeLeggero 😂 antiabbiocco sulla cartella della tombola 😂che voglio proporre sul blog nei prossimo giorni mi mangio un gustosissimo e sanissimo SORGO al PESTO DI PISTACCHI che è una meraviglia!😍😋😋Conoscete il sorgo? È arrivato da pochi anni nella nostra cultura ma in realtà è un cereale millenario in oriente..ne ho appena letto le origini e la storia, è ricco di fibre buone, senza glutine e discretamente proteico e il sapore neutro si sposa molto bene con questo pesto, che è anche Vegan cioè 😍🔝ohh, a cui ho aggiunto una grattugiata di scorza d’arancia… ed è subito SOLE☀️!!!! Speriamo che si ravvivi un po’ sta giornata perché ne ho piene le pall… ehm volevo dire che ho il pomeriggio Pieno😂😂🙌🏻🙌🏻😘 Buon appe e serata friends see ya next time around💙✌🏻#IFeelBetta a #ricettesane #recipeoftheday #foodstagram #senzaglutine #pesto #glutenfree #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #pranzo #pistacchio #foodstagram #natale #cuisine #photooftheday #instafood #vegan #foodlove #healthy

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Suvvia buon venerdì ig che razza di tempo e io sono volata via battendo il record di usain bolt (giuro, davvero 😱😂😂…PECCATO PROOOOOPRIO che non m’avete vista ehhh😆😆😅🤣ORA paganini non ripete😆😂😂) per portare i CoolKatz sotto l’acqua con le mani occupate e nel trasportare issa issa issa il trasportino-trasportabile😂 a cappottarli piccini… zac zac ⚔️🗡✂️✂️🙈🙈😢😢dalla veterinaria… non prima di averGLIELI fatti salutare bene i cosini pallottolosi💙😂🙈ciao ciao👋🏻👋🏻… e adesso ripigliando un po’ di fiato vi lascio uno dei miei esperimenti per le proposte/idee del menu del mio Natale Vegeleggero scongiura-abbiocco (però se la suocera di nascosto si mangia il cappone farcito da sottobanco e poi si abbiocca non è un gran problema dai😁😇😜😜 così potete barare alla tombola e FINALMENTE portarvi a casa il gruzzoletto💰💰insieme agli avanzi di pandoro… sti parenti spilorci che vincono sempre ma dico… che c***… ehm che Classe😜c’hanno???? ANTIPASTO CRUDITÈ Di FINOCCHI, ALCHECHENGI, OLIVE nere e verdi e BACCHE DI GOJI. Più fortuna di così non ce la possiamo tirare addosso, tutti frutti e simboli sacri e propizi, e ci tiriamo addosso anche un bel po’ di vitamine, e per il Primo (nei prox giorni via via) piatto siamo tutti belli e ringiovaniti, praticamente dei gesù bambini nella culla di paglia😂😍😍😍 . (E ora panino nell’attesa dei Miao) Buon pome see ya next time💙 #IFeelBetta a #ricettesane #recipeoftheday #foodstagram #senzaglutine #instadaily #ricettaleggera #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #pranzodinatale #bacchedigoji #antipasto #natale #cuisine #photooftheday #instafood #vegan #foodlove #vegetariano #healthy

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Annunci

Orecchiette al pestato di rucola e mandorle

Orecchiette al pestato di rucola e mandorle

 

View this post on Instagram

Buon mercole mondo! Si pappa tardi post-psicologa e na cosina veloce eh(pesto di rucola e mandorle😋😋😋)!😍 .Ci sono persone che nella vita non amano o addirittura rifuggono insofferenti le coincidenze, il caso, i collegamenti i segnali e le particolari cariche di vibrazioni emotive e gli stimoli che portano in certe circostanze e momenti. per loro sono scocciature, fonte di problemi e stress, fardelli a cui non vorrebbero mai pensare, e che ogni volta costituiscono una catastrofe di cui allibirsi e sbrigarsele subito per poi cestinarle dal cervello il più presto possibile. Forse la maggior parte delle persone a me vicine è questa parte di vita e fetta stabile del mondo. E ci sono persone che ne vanno più che matte, nel senso che ci sprofondano e intrattengono, per tanto o poco o quel che basta a cavalcarne l’ondata, e spesso tenendone sulla pelle gli strascichi e riempiendosi di esse e riempiendo esse stesse della loro piena presenza. Io sono una di queste. Esserlo a volte fa e ha fatto tanto male. Ma esserlo a volte fa così bene da chiederti “perché cazzo ho passato mezza vita a voleressere diversa da così per andar bene a chi voleva scrollarselo di dosso e lo avrebbe dato/passato volentieri a me, insieme alle altre Colpe che ho?” Io sono una di queste. meraviglioamente Colpevole di prendermi la botta di tutto.✌🏻💙 ORECCHIETTE AL PESTATO DI RUCOLA E MANDORLE.😍 Una ricetta essenziale e nella sua semplicità, ORA sul blog ⤴️(link in BIO) insieme alle menate varie filosofiche mie da strapazzo😂 Betta now al lavoro😆👍🏻! Buon pome a tutti igers see ya next time😘!💙 #IFeelBetta #ricettesane #recipeoftheday #foodstagram #orecchiette #pesto #checosastaicucinando #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #pestodirucola #foodstagram #homemade #foodart #photooftheday #instafood #vegan #foodlove #healthy

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Orecchiette al Pestato semplice di rucola e mandorle

Ingredienti per 2 persone

160 g di orecchiette di grano duro trafilate al bronzo

100g rucola fresca

50g di mandorle pelate

4 cucchiai di Olio extravergine di oliva toscano di frantoio

1/2 spicchio di aglio (facoltativo)

Sale

Procedimento

In una pentola portare a ebollizione abbondante acqua salata per cuocere le orecchiette.

Nel frattempo lavare bene la rucola, scolarla e metterla in un mixer con le mandorle, il mezzo spicchio di aglio a fettine (facoltativo se non piace) e un pizzichino di sale.

Frullare a scatti di brevi secondi ciascuni scuotendo il frullatore ogni tanto (per non far annerire la rucola a amalgamare il pestato)  aggiungendo da subito mentre si frulla dall’apertura superiore l’olio evo a filo.

Continuare a tritatre  a intervalli fino a che si ottiene la rucola a pezzettini di piccole dimensioni. Ci vuole circa 40/50 secondi per raggiungere la giusta consistenza.

Scolare la pasta seguendo le indicazione riportate sulla conezione delle orecchiette, bene al dente, senza sgrondarla troppo affinché trattenga un poco di acqua di cottura, versarla in una pastiera.

Condirle con il pestato appena preparato e impattare cospargendo di mandorle a lamelle a piacere per un ulteriore tocco decorativo e croccante.

Note della Betta: io non ho aggiunto parmigiano grattugiato o peperoncino o altro perché mi piace sentire l’olio buono in purezza e la rucola è piccantina al punto giusto ma secondo me lungi da qualsiasi preconcetto ci può tranquillamente stare per addolcire il sapore della rucola e donare una buona dose di sapidità nonché ottima fonte di proteine in caso di piatto unico.