Rubrica: dialoghi coi miei famosi

..perché anche loro avranno pure avuto fame, qualche volta. #sentiamo_cos_hai_da_dire_ora_te :

La bellezza salverà il mondo, Dostoevskji?.

mmm.
La bellezza sono gli appigli a cui con meraviglia tentiamo di aggrapparci come rapaci e vecchi attaccati alla vita nelle sue manifestazioni tanto armoniche quanto congruenti al nostro stato d’animo, imprimendogli una facoltà e un’azione salvifica che in realtà non appartiene nemmeno alla vita ma alla poesia, sapendo che perderemo tutto, compreso il brutto e l’insomma nel mezzo, evidenziamo adesso la bellezza,  perché il mondo era già perduto e noi l’abbiamo solo trovato, senza salvezza, senza scampo, senza senso, e forse senza una singola cosa da salvare, per viverlo e leggerlo con piena, umana e neanche troppo bella, poesia.
—–
Sul comodino invece:

La felicità del riordino: Il magico potere del riordino-96 lezioni di felicità: 1

Annunci

Un freno alla schizofrenia

Ma vienvìa Elisabetta cos’è che scriveresti tutto il giorno? Babbo, libri. Ah, libri, mmm, quelle cazzate lì senza fondo. Sì babbo quelle cazzate lì senza fondo che tu leggi di nascosto in ufficio nei primi cinque minuti di pace che trovi liberi, di cui tu non fai altro che parlare fino alla boria, per cui spendi stipendi interi e bazzichi librerie defilate alla ricerca dell’edizione perfetta in russo, per cui ti commuovi e piangi e ridi e lo so che lo fai per sopravvivere al fatto che te sei lì al lavoro tu a fare cose serie, che aspetti che la giornata arrivi in fondo solo per respirare quell’odore di pagine che è l’unico motivo per cui ha senso svegliarsi e andare verso quella cosa fondamentale di lavorare, che sono i tuoi migliori amici i tuoi veri amici e tua figlia scrive cazzate.