Varcare una doglia, lavare il veleno, lavanda di veglia

View this post on Instagram

#keepcalm & eat da #violet #lowbudget #cheeseburger πŸ’œπŸ’œπŸ’œ. When in need, everything nourish me #delicious. When in pain, aim to smile is what make your food dense of #happyness like a wholelasting one for life nevertheless. πŸ’ͺ🦁 oggi sono contenta, cosΓ¬. E si va avanti alla ricerca, con un cuore viola e livido di rabbia, e viola e livida Γ¨ la violenza del primo animale vagito fuori dal ventre, Γ¨ il segnale e il segno che siamo pronti a soffrire, e non di meno VOGLIAMO #vivere. #cercalavoro #libertΓ  #edrecovery #anarecovery #personalfreedom #selfcare #survive #enemies πŸ’œπŸ’›πŸ’šπŸ’™ state bene vi penso 🦁 #noanorexia #food #hamburger #fooddiary #diarioalimentare #healthyjunk #antipsichiatria

A post shared by Elisabetta Pend πŸ€ FoodWriter (@elisabettapend) on

Annunci

12 commenti su “Varcare una doglia, lavare il veleno, lavanda di veglia

  1. Dovrebbero assumerti come motivatrice alimentare.
    FirmerΓ² una petizione e verrΓ² a Firenze a suonare tutti i campanelli per far firmare anche loro.
    Se non firmano gli rubo il campanello (poi lo rivendo e ti mando i proventi del furto :-D)

Dimmi tutto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: