Doppio carpiato infame – Essere me, Oltre l’anoressia

Prima:

Attapiramento giorno 10°. Ma anche Eclissitudine. Pranzo dramma. Sostenuta da non si sa cosa. Poi mi viene in mente. Solitudine io che amo solo te oggi mi sento odiata da te, mi ripaghi con una moneta troppo farlocca, o in natura troppo amara. #comunqueandare, si prova. Per forza! #celafo

Dopo:

Una caricatura di starmale: “comunqueandare”. Cena version giorno 10°. No via ma la mi mamma che al minuto 14′ mi piazza la bottiglia d’acqua precisa davanti lo schermo???? la peggio! 😒😂 piglia da ridere per la disperazione. cronache di una serata uggiosa parecchio con discorsi uggiosi, gente che chi me l’ha fatto fa…. sguardi sprezzanti dritti come infrarossi scrutatori dentro la mia pelle scoperta, dentro un libro stampato di nervo fresco (e non i miei, o almeno non i più nauseati sguardi allusivi…ho detto tutto…) e insomma che già oggi (video precedente) è stato tutto una scalata immensa, sta montagna che oggi era circumnavigata da banchi di nebbia della mitologia oscura, quella degli dei del timore, e del tremore. Croce sopra che è na pezza. Andiamo avanti. Non mi sento a posto, per niente, non mi sento bene, per niente. Però se non mollo una cosa importante mi tengo stretta di oggi: che non mi sento in Colpa o Crudele verso la mia anima. almeno questo. Non si molla che no: Un bel giorno ti accorgi che esisti….🦁💪

 

E ZZZ.

Annunci