Toast perdu salato e carpaccio di pompelmi

Toast perdu salato e carpaccio di pompelmi

…ma quando vai al baretto qualunque…e ti portano “Un toast”..🤔….esattamente, che cosa intendono???🤔😂😂
il mio #pranzosano veloce di ieri, dopo una mattinata a giro con la testa ancora nel mondo dei sogni🙀…è:un toast😳…ma non il toast qualunque!!😍😋 ⭐️Il toast perdu della Betta😜⭐️
Perché il famoso pain perdu si fa anche in versione salata da oggi💃🙌🏻
➡️ultima uscita prima di imboccare la via della disperazione😂

 

⭐️Toast perdu alle erbette e mozzarella⭐️

SZDKE7189

Ingredienti:

  • 2 fette di pancarrè
  • 1 cucchiaio patè di carciofi sottolio
  • 30g bietole o spinaci già lessati e strizzati
  • 1/2 (50g) mozzarella fiordilatte
  • 1 uovo
  • late q.b.
  • 2 cucchiai olio evo
  • 2 cucchiai petali di mandorle a lamelle
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Prendete due fette di pancarrè e togliete le croste brune esterne col coltello, spalmate sul lato di una fetta un velo di patè di carciofini e un cucchiaio di bietole lessate e salate, strizzate accuratamente dell’acqua, e tritate, stendendolo su tutta la superficie. Prendete mezza mozzarella fiordilatte fatta scolare bene del liquido e asciugata, tagliatene quattro fettine molto sottili e adagiatele sopra il patè e le bietole, avendo cura di non farle strabordare dai lati, ricoprite con l’altra fetta di pancarrè e premete leggermente il toast in modo che si compatti. Poi sbattete un uovo in una fondina con 1 pizzico di sale, pepe, 10 g di lamelle o petali di mandorle già affettate, e 1 goccio di latte. Immergetevi da entrambi i lati il toast tenendolo e girandolo con le mani perché non fuoriesca il ripieno, assicuratevi che buona parte delle mandorle si attacchi insieme all’uovo. Scaldate 2 cucchiai di olio in una padella e appena è caldo adagiatevi il toast facendolo cuocere1 min e 1/2 da un lato, poi giratelo con una paletta delicatamente e fatelo cuocere dall’altro lato finché non forma una crosticina golosa e le mandorle cominciano a tostare. Scolatelo su un panno di carta da cucina e servitelo caldo e filante su un letto di bietole e il contorno che volete. Ad esempio l’idea che vi suggerisco qui sotto nella seconda ricetta! 😋

 

sì, sono in ciabatte, pranzo #fattoacasodallabetta…occhi da pescio lesso🙈, sonno arretrato e bisogno di piantare radici nella doccia fino a domani😂…… ma col mi’ toast qui è subito aria du bistrot de paris e vie en rose💃…😜 .

 

 

…E se vi piacciono i pompelmi e i carpacci di agrumi….

 

⭐️Insalata di pompelmi rosa e gialli con melanzane e pistacchi⭐️

IMG_0394
Un contorno delizioso agro-dolce sano e vitaminico🍃 per piatti di pesce o qualsiasi piatto!!!
 vi piace come idea? 😋

La ricetta è semplice come la vedete:

1 pompelmo giallo e uno rosa tagliato a fettine sottili e private della scorza intorno, alternate le fettine su un piatto in cerchio, tre fettine di melanzane cotte in padella antiaderente con 1 cucchiaio di olio e salate/pepate, e poi arrotolate su stesse, sbriciolate sopra pistacchi non tostati sbriciolati al coltello, Poco sale e un filo d’olio a crudo, ci sta anche una fogliolina di menta se ce l’avete.

 

Qual è il vostro toast ideale amici??

Buona domenica!!!!💙

***

*🇬🇧[In the meanwhile, if you are currently in the UK, try tips and techniques and the best cookware instruction around, from Village bakery  ]

SalvaSalva

Annunci

Meno materassini più tegamini

Meno materassini più tegamini

Un racconto di vita. (o vitayanasa😅)

 

Oggi, dopo le mille cose,  ho fatto la 1° lezione di yoga della mia vita.

Non so perché io sia una recidiva che non impara mai dai suoi sbagli🤔, è che mi sa sempre che sia una roba “rilassante” esotica, la gggente che lo fa sembra camminare, sempre sospesa fluttuando, mezzo centimetro staccata dal suolo, con aria sognante sempre GRATA🤔 di tutto (anche se gli hai detto t’è appena morto il cane –ciao amorosa mio telmona🐶 che zampetti nell’🌈✨🙏🏻 felice, ti penso ogni istante💙– o che c’hai i debiti fino al collo, nulla😅, loro sono “grati all’universo “e felici di stare arrovesciati camminando sulla testa e pensando coi piedi, per legge gravitazionale⬆️⬇️,)…lo #yoga c’ha quel suo fascino mistico e aura trascendentale che, a una notoriamente non-mistica come me, non può non attrarre per magnetico masochismo🙄.

Infatti, in realtà, è la seconda😅.

Diciamo che nella prima, “vera”, lezione, al secondo round del saluto del sole (ehi ciao sole😅), appena arrivata supina alla posizione del cobra, mentre gli altri si rialzavano strotolando la schiena vertebra dopo vertebra come diceva la santon…ehm…la maestra😇, io sono rimasta , inchiodata, con la faccia spalmata all’asciugamanino, fino allo scoccare dei 60 minuti di sessione, e credo pure di aver RUSSATO.
Forse i miei “companeros” di corso hanno pensato che fossi morta e mi hanno lasciato decantare e “riposare-in-pace” in attesa della reincarnazione in uno scarafaggio.
Alla fine quando mi sono scriccata e svegliata per il rigraziamento finale con le mani giunte a preghiera dicendo Namastè, CREDO di essermi fatta, per lapsus, il segnodellacroce. 🙈 amen.
…..Poi sono andata a mangiare una scamorza infornata😂.
Stasera invece mi mangio le ⭐️ovette all’occhio di bue con le #bietole fresche e i #peperoncini superpiccanti⭐️

BTOQE2811

 

no, non è una ricetta sono bietole lessate con due uova al tegamino e un pugno di peperoncini e pepe, fine.

Ma siate grati. 😂

Il dopopasqua e la zuppa detox di patate e bietole

Il dopopasqua e la zuppa detox di patate e bietole

Ciao bettabloggers! buona Pasquetta💃
Nuova settimana e riprendiamo in mano l’agenda e organizzo le mille cose da farei dopo questa breve pausa di festeggiamenti, di emozioni, salti di gioia, e fratture del cuore🙏🏻🐶😢 (giorni silenziosi sul blog per ovvi motivi: ci ha lasciati il nostro cuore grande e occhioni immensi di cagnolona Telma… addormentatasi con noi e me accanto in un beato tenero russamento che gli abbiamo dovuto come microscopico infinitesimo umile e forse inadeguato regalo di rispetto, in confronto al continuo regalo quotidiano che era per noi umani la sua vita che ci osservava e accompagnava scondidzolando, adesso a lei  spetta una serena nanna priva di sofferenza ma di solo amore e presenza indelebile nella pelle, ti vogliamo bene sei parte di noi per sempre)

e naturalmente lavoro al blog e riprendo in mano anche lo scettro e la coroncina😌 del mia amata alimentazione healthy e del buonumore😋😍! ( o più che coroncina si dovrebbe chiamare semplicemente “dignità”?!🤔😂😜 non so voi ma tra una cosa e un’altra io sta pasqua ho mangiato che mi posso imballare direttamente nel cellophane e ripropormi a dicembre prossimo come un’innovativo Panettone alla fiorentina😳. segnatevelo, sarà il nuovo trend del fashionfood la prossima stagione!😜
*
⭐️ Zuppa nutriente e detox di quinoa, patate e bietole⭐️ per pranzo 
THIS IS GOODMOODFOOD!😍

Ci voleva!

Buonissima e depurativa, con la miniera di acidofolico, potassio e magnesio che contiene, riassorbe, drena e resetta tutti i pasticci pizze uova e cioccolato di qst giorni😍! Ma ve lo prometto, la sorpresina da montare ve la lascia per giocarci….anche perché dopo un pranzo di pasqua riuscite a montare una sorpresina con le istruzioni più difficili di uno scaffale dell’ikea? io no! -ah eecoo cos’era quel luccichìo da healthy blogger che emàno di cui mi fregiavo prima🤣!!➡️L’anello di plastica rosa che ho invidiato tutto il pome di ieri nella sorpresa delle mie nipo!😂
Seriamente, ho intenzione appena ho tempo nei prox gg di farmi un piano alimentare sano di riferimento con quelli che sono i cibi più salutari per me in questo momento, da avere sottocchio per mangiare bene senza perdere troppo tempo mentre lavoro questa primavera, scrivetemi se siete interessati a conoscerlo per prendere qualche idea 💙

*
buon appe amici, voi che programmi avete oggi? tornate al lavoro o siete a picniccare in giro? No perché qui nella mi strada c’è una voragine di parcheggi che manco a ferragosto! Vorrei avere 10 macchine solo per lo sfizio di parcheggiarle tutte davanti a casa😂🤗

⭐️Zuppa di patate e bietole con quinoa⭐️

ITAUE1950

Per 2 persone

500g bietole
2 patate
1 carota
1 cipolla
1/2 gambo di sedano
50g quinoa bianca
1 pomodoro costoluto
q.b sale pepe olio evo
crostini di pane casereccio

Procedimento

Lavate le bietole tagliatele a listarelle coste e foglie, sciacquate e tagliate anche le patate a cubetti, il sedano a tocchetti, e le carote a rondelle e poi a dadi e tenete tutto da parte. Lavate il pomodoro e lasciatelo intero.

In una casseruola fate appassire la cipolla sbucciata e tritata con un filo d’olio, dopodiché aggiungete le patate e lasciate rosolare per qualche istante.  Aggiungete, le bietole, le carote, il sedano, il pomodoro, 700 g di acqua, il sale e cuocete 15/ 20 minuti, o fino a quando le patate non iniziano a sfaldarsi.  Trascorso questo tempo aggiungete la quinoa precedentemente sciacquata sotto acqua corrente per eliminare l’acido fitico, e continuate la cottura per circa 15 minuti, aggiungendo qualche mestolo di acqua calda e assaggiand di sale. Terminata la cottura servite la zuppa calda macinandovi del pepe e un filo d’olio a crudo.

Servire con dei crostini di pane casereccio a lievitazione naturale possibilmente “sciocco” toscano, raffermo, e abbrustolito massimo cinque minuti a cubetti, in forno o in padella.