Tortelli di patate alla mugellana

🌀i tortellidipatate mugellani col sugo di salsicci mandano a rotoli ogni mio proposito di fare cenetta leggera, sana e detox, dopo il dolcione fragoloso del compleanno del mi babbo 🍓🙄😂🙈
…chi li conosce e li ha mai assaggiati sti tortelli mugellani? Sono tipici dell’entroterra toscano
…e non si può spiegare quanto siano irresistibili!!😍😋

Lo sono ancora di più se sono accompagnati dalla notizia appena arrivata che sono stata PRESA 🙌🏻al corso-foodblogger ufficiale di @salepepe_it  (Mondadori ed), dopo mille selezioni di profilo in Italia, e agitatissimi colloqui di recruitment in cui ho dato tutta me stessa (e tutto il mio sudore😂)!!!! 💃🎉😍💪🎉

💃Volo a F.I.C.O Eatalyworld Bologna per due settimane intensive di corso:

praticamente la Betta torna a scuola🙈😂 .

Per migliorarmi sempre. Per Non smettere mai di apprendere, trasformarmi, capire, conoscermi, esistere.🙏🏻

mi comprerò una cartellina con Hello Spank e la pennina di Doraemon per prendere appunti😂,  e dentro Fico Eatalyworld il cibo per sfarmarsi mentre studio non mancherà di certo😜

**
Ma ora la ricetta

(I tortelli  provengono in diretta dal mugello👍, il sugo delizioso invece l’ho fatto come lo faceva la mi nonna, un po’ a modo suo e buonissimo😜⤵️)

⭐️Sugo di salsiccia alla salvia⭐️

HVJJE1749

(x condire circa 2 porzioni di tortelli di patate mugellani)

📝Ingredienti

  • 2 spicchi di aglio
  • 1 salsiccia di maiale fresca cruda
  • 350g polpa di pomodoro
  • 4 foglie di salvia
  • 3 cucchiai di olio evo
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Rosolate l’aglio nell’olio pochi secondi e aggiungete la salsiccia spellata e sbriciolata con le mani, mescolate per insaporire il tutto 3/4 minuti. Aggiungete la polpa di pomodoro a cubetti,le foglie di salvia intere, e una macinata di pepe. Continuate a cuocere una decina di minuti il sugo di salsiccia aggiustando eventualmente di sale (vedrete che non ci sarà bisogno perché la salsiccia è già ben saporita👍 )
Nel frattempo portate a ebollizione abbondante acqua salata e cuocete i tortelli di patate per i minuti suggeriti dalla confezione o dal pastaio, Scolateli e rigirateli nel tegame del sugo di salsiccia preparato. Servite con abbondante parmigiano grattugiato se vi piace😋

…..Posso essere un po’ felice? è permesso?

Vogliamo “permettercelo” qualche volta, amici bloggers, di sentirsi soddisfatti per come siamo??

eddai!💙🙏🏻

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0
Annunci

Spaghettoni alle vongole veraci

View this post on Instagram

…il piatto preferito in assoluto di mi nipote number 1? Lo spaghetto alle volgole!😱😂🤣🙌🏻la soddisfazione che mi da😍🙌🏻🙌🏻 direte…. è una bimba di bocca buona… che mangia tutto quello che gli si propone… MA PER NULLA!!!🤣🤣🤣😂 TUTTO il resto non lo mangia…gli spaghetti alle vongole veraci li mangia meglio di me… la soddisfazione vederla guardare dentro i guscini uno a uno e e non lasciare nemmeno il sughetto…misteri della vita… allora la zia Betta fa gli spaghetti alle vongole😌😌😍. Ed è la felicità quando dice mm, Bono😋. E allora lo dico anch’io😂😂😜. la ricetta è quella classica, pura e semplice, rigorosamente con lo spaghettone grosso @rummo al dentissimo, e una micrograttugiata di scorza di 🍋 che mi piace tanto sulla pasta alle vongole. …😍 Sabato sera…. 🎶se stiamo in casa ci sarà un perchéeeeee🎶 come diceva cocciante no😌…. 😋Però appena mi guarisco dall’allergia è subito 🍕😂😂 (e non vedo l’ora sia dopo pasqua perché mi vedo con la @moniqu_ph , forse una delle prime amiche artefici…. o meglio dire COLPEVOLI…. di sto viziaccio de magnà🤣🤣🤣che m’è entrato nella pelle😜) buonaserata igerz che fate di bello stasera? Io mi leggo tipo peterconiglio, la pimpa, la peppapig… i pigiamini…. insomma letteratura da tesi di laurea🤣🤣🤣💙#ifeelbetta #pastaallevongole #spaghettiallevongole #clams #pastaalloscoglio #piattitipici #ricettetipiche #grandiclassici #fasolari #vongoleveraci #spaghettoni #pasta #saturdaynight #whatsfordinner #foodlover #foodie #foodwriter

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Spaghettoni alle vongole veraci

IMG_E5760

Ingredienti x 4 persone

  • 340g spaghettoni di grano duro
  • 1 kg di vongole veraci
  • 2 spicchi di aglio
  • olio evo
  • prezzemolo tritato
  • sale,pepe,peperoncino q,b
  • scorza di limone bio non trattato

 

Procedimento

Spurgare per 1-2 ore le vongole in guscio in acqua fredda, da cambiare più volte, per eliminare la sabbia contenuta nei fasolari. Scolatele bene e fatele aprire in una padella capiente con 2 cucchiai d’olio extravergine e uno spicchio d’aglio schiacciato con le mani. Non appena si saranno aperte, toglietele dal fuoco e buttate quelle che sono eventualmente rimaste chiuse. Filtrate l’acqua che i molluschi hanno emesso aprendosi nella padella,  e passatela attraverso un colino fitto, raccogliendola in una ciotola.

Fate scaldare nella stessa padella ormai vuota un poco di olio e mettetevi 1 altro spicchio d aglio che toglierete appena avrà preso un po’ di colore. Unitevi  l’acqua delle vongole e fate prendere il bollore; salate, pepate e insaporite per pochi istanti in questo fondo le vongole aperte, aggiungendo alla fine anche abbondante prezzemolo tritato.

Nel frattempo cuocete gli spaghettoni in abbondante acqua salata, scolateli al dente e fateli saltare nella padella con le vongole, aggiungendo peperoncino a piacere. Servite nei piatti e completate all’ultimo con una leggera grattugiata di scorza di limone biologico non trattato

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Ribollita con l’avena per i giorni freddissimi

Buon lunedì, dopo esservi letti questo folgorante articolo di Dissapore, beccatevi la mia personale blasfemìa sulla ricetta originale della mi nonna Celìna – già quella del prezioso ineguegliabile unto e bisunto tomo letto e riletto consultato e auscultato di Paolo Petroni, della vera cucina fiorentina, sul comodino insieme alla Bibbia (cioè la bibbia un c’è, c’è solo il Petroni sul comodino😜) ché la mi nonna unn’aveva inventato nulla😜 😉: tranne l’Arte e l’Amore di farci quotidianamente dammangiare. (e se non è da Nobel questo…beh lo dovrebbe diventare in mezzo a medicina fisica e letteratura)

IMG_4746

Quindi: Fase decongelamento avviata! Fa-fa-fa troppo frrreddo-do-do-do😱…è subito RIBOLLITA di cavolonero e cannellini ! E siccome ci dobbiamo difendere dall’Art-ic-attack☃️, la rinforziamo anche con una manciata di fiocchi di #avena che sono nutrienti, sazianti e scaldano da dentro😋😍…ragazzi ma che ne sanno gli eschimesi😆😂😜 venissero un po’ a scaldassi a Firenze la smetterebbero di baciassi coi’naso👃🏻😆😂. E vabbuò, li mettete mai voi i #fiocchidiavena nella zuppa? sono comodi🙌🏻! Della serie cuoci nel fiasco i fagioli per 4 ore e poi -genio😅😂- non hai voglia di cuocere anche l’orzo o il #farro o i classici #cereali in chicco da zuppa zupposa per 40minuti, visto che quelli che cuociono in 10minuti di solito sono perlati e brillati e completamente privati della fibra e del germe vitale👎🏻? allora questa è una buona furbata provate garantisce Betta👍, io l’ho imparato dalla Monica @lalunasulcucchiaio🙏🏻, e da allora me li rigiro un po’ ovunque voglia dare corpo a un piatto, i fiocchi di avena al naturale di buona qualità preservano un ottimo profilo nutrizionale🔝, #fibre e #proteine a gogo basta leggere l’etichetta, oltre al buonissimo #porridge a colazione si possono usare in tante preparazioni, ho un bel sacchettino pieno tutto da immaginare😍…e che vuoi fà, co sto freddo, mentre lavoro, quando faccio un po’ di pausa relax vuoi che io😌, Betta= portatrice sana di pigiama😂, mi metta a uscire alla viacolventoappassionatamente???❄️😁no no… #relax grattugiando e assemblando cibo sano al teporino dei fornelli, musica, un libro sempre sul tavolo, un po’ di stretching alle spalle incriccate a scrivere al mac…quale migliore scarica tensioni conoscete? altro che jogging😜 altro che campane tibetane!!! Alzi la mano chi del cibo ama anche la preparazione e i vari passaggi che catturano tutti i sensi, il cric crock degli ortaggi, il rumore di qualcosa che bolle o scoppietta sul fuoco, l’attesa di un timer, il profumo che cambia, i colori casuali astratti di natura, i pensieri che diventano più lucidi, ma nello stesso tempo si riposano. Quanta bellezza dobbiamo al cibo, che si cucini un arrosto di 20 ore o che si apra una busta o scartocci un panino: nessuno dovrebbe mai viverlo con dolore🙏🏻, ne so qualcosa.💙

 

ZUPPA RIBOLLITA FIORENTINA con l’Avena

Ingredienti

  • 400 gr fagioli cannellini secchi
  • 1 mazzo di cavolo nero bolloso
  • mezzo cavolo verza
  • 3 mazzetti di bietola
  • 3 pomodori costoluti maturi
  • 2 gambi di sedano
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 manciate abbondanti di fiocchi di avena integrali al naturale
  • timo
  • olio Extravergine di Oliva toscano
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

  • Cuocere i fagioli in abbondante acqua meglio se nel classico fiasco da fagioli. Tenete l’acqua di cottura che servirà per allungare la zuppa.
  • Prendere circa 2/3 dei fagioli e passarli, facendo cadere la purea nella loro acqua.
  • Pulire tutte le verdure.
  • In un grande tegame di coccio, fare rosolare 8 cucchiai di olio d’oliva con la cipolla affettata fine e uno spicchio di aglio.
  • Aggiungere il sedano, la carota, il porro, tutti affettati finemente.
  • Lasciare cuocere qualche minuto, poi aggiungete i pomodori, la bietola, la verza e il cavolo nero.
  • Aggiustare di sale,spolverare con il timo e un pizzico di pepe nero.
  • Aggiungere tutto il liquido dei fagioli e far cuocere per almeno un’ora.
  • Quando le verdure saranno cotte, aggiungere i fagioli interi lasciati da parte.
  • Versare una manciata di fiocchi di avena sul fondo di una zuppiera capiente, e ricoprire con la zuppa.
  • Far riposare almeno mezz’ora così i fiocchi si gonfiano e ammorbidiscono bene, servire con un generoso giro di olio extravergine d’oliva toscano di frantoio.

Note della Betta

 

Va bene essere blasfemi con Avena integrale perché è buona sana e nutriente e non c’avevo il pane raffermo essendo tornata da Torino😁, ma il formaggio sopra, per questa ricetta, NO! Ok??? Quello lo mettiamo sulla pasta al tonno😜😜

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0