Due ricette oggi, per la memoria, sempre.

View this post on Instagram

…In occasione della Giornata della memoria domani 27 gennaio 🙏🏻 ho appena infornato un pane speciale💙, che porterò alla cena con Letteratura a cui partecipo stasera, insieme ad altri assaggini “in Tema” Ebraico e/o ingredienti tipici che ho ritrovato spesse volte citati nei libri sull’argomento (sapete che mi piace fare ste cosine🤗) e che mi sono andata a ricercare sul sito della favolosa @labna (la conoscete?? massima fonte e punto di riferimento quando si tratta di cucina e tradizioni ebraiche, se non lo avete già fatto oggi è l’occasione giusta per scoprire il lato culinario di questa cultura!) Per testarli prima di farla diventare una CenaConDelitto🙈😁😂, mi ci faccio il pranzo🤗, e intanto dal forno si sprigiona un profumino… io che coi pani in genere sono piuttosto incapace, pigra, e sinceramente svogliata, un pane così ricco, facile e fruttato non lo avevo mai fatto. Dopo lo posto😍 se non combino guai, laricetta è quella collaudatissima di @labna, veniamo alle salsine e alle verdure🍃 che sono invece più “pane” per i miei denti😜: simil-Hummus Vegan di lenticchie, spalmabile cremosissimo al rosmarino, pepe e curcuma, e Crauti al cumino fatti in casa, ricchissimi di fermenti lattici vivi (no, tranquilli, si chiamano lattici ma non c’è il latte! li avete mai fatti? sono un toccasana per la flora intestinale, altro che tubetti di bulgariHos, streTTococcos, Yam’n’kul, actiBell e Passivia😂😂.) Ricetta del patèVeg ➡️arriva sul blog (link alto in BIO) e qui nei commenti⤵️ questa cremina è deliziosa sul pane azzimo, normale, e sui crostini! 😋 E voi, preparerete o farete qualcosa di speciale in questo weekend? Buona giornata e weekend friends🤗, perché non si dimentichi oggi e -soprattutto- né Ieri né Domanilaltro💙 grazie di aver letto le mi bischerate e vicende quotidiane #cucinaebraica #lenticchie #IFeelBetta #hummus #healthyfood #vegan #homemade #sauerkraut #fermentati #ciboecultura #crauti #antipasti #patèvegetale #pane #instadaily #instamood #tradizioni #mangiaresano #foodideas #giornatadellamemoria #instafood #realfood #solocosesane #healthyblogger #foodblogger #ricettaveloce #cuisine #food #spread

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Patè vegan spalmabile di lenticchie aromatico facilissimo

Ingredienti x una terrina grande di salsa

  • 400g di lenticchie secche brune
  • Curcuma
  • Pepe nero in grani
  • 2 rametti di rosmarino freschi
  • 3 cucchiai di Olio extravergine di Oliva
  • Sale q.b.
  • 1 confezione di Tofu Seta (Silk Tofu) o formaggio fresco vegetale o crema di tofu in vasetto

Procedimento

Sciacquate e Cuocete le lenticchie secche brune senza ammollarle prima con acqua non salata fino a coprirle, per circa 25/30 minuti, salare solo a cottura ultimata, scolarle bene e semplicemente metterne 3/4 della quantità in un frullatore con 1 cucchiaio di curcuma in polvere, una macinata abbondante di pepe nero in grani e tre cucchiai di olio evo in cui abbiamo fatto rosolare due rametti di rosmarino per profumarlo bene, aggiungere mezza confezione (circa 70g) di tofu spalmabile tipo Silk/Seta o anche di “formaggio” fresco vegan e azionate il mixer fino a ottenere una cremina densa e vellutata, unite a questa salsa anche le lenticchie tenute da parte intere per arricchire la consistenza, aggiustate eventualmente di sale. Si conserva per 2 giorni in frigo pronto da spalmare😋 su ogni bendiddio, anche le dita😅 😍….. (ehi aspetta sulle dita NON è Vegan!🙈😂)🌱🤣

View this post on Instagram

Eccolo qua pronto per il trasporto alla cena!!!!! non è bellissimo???😍😍😍Il vegan Apfelbrot 🍏🍞 FANTASTICO di @labna !!!!! Pieno zipillo di mele, spezie, frutta secca e essiccata. Il profumo non potete capire anzi sì lo so che lo capite, paninari/e che non siete altro😂😂😂😜!!!😍🙏🏻💙 sto pane dolce contiene il mondo!!!! Sono supersoddisfatta ricetta Vegan🌱infallibile se amate il pane che sa di noci, semidolce, integrale, denso e appagante da condividere, come solo il pane che è simbolo sacro e la base della vita può essere, declinato in tutto il mondo e in tutte le culture. Io oggi ho scelto di plasmarlo così. 🙏🏻 . vi trascrivo la ricetta originale di @labna , voi andatevi a vedere anche la sua raccolta di ricette (tutte sane, per giunta🙌🏻) e ditemi qual è il tipo di pane che preferite di più al mondo. Io quello sciocco toscano (ovviamente😍😅🙌🏻), seguito dalla baguette🥖 , seguito da quello alle noci. Poi vabbé non è che una michetta la lancio dalla finestra eh🤣🤣🤣😂😂😂😘Buona serata e buon weekend igerz! #applebread #veganbaking #foodblogger #bread #apfelbrot #norefinedsugar #healthysweets #plantbased #annafrank #bookstagram #organic #fruitbread #panfrutta #giornatadellamemoria

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Apfelbrot

Apfelbrot direttamente dal blog di @labna (link originale a: http://www.labna.it/apfelbrot.html)

Ingredienti

750 g di mele pelate, tagliate in piccoli cubetti
250 g di zucchero
250 g di uva secca
200 g di mandorle pelate intere
1 cucchiaio di cacao
1 cucchiaio di acquavite
1 pizzico di sale
500 g di farina (io ho usato la integrale)
1 sacchetto di lievito per dolci
canella

Procedimento

Preparare le mele e lo zucchero un giorno prima: mescolare e lasciare in una ciotola coperta durante la notte.
Mettere tutti gli ingredienti insieme alle mele. Mantecare e lavorare ottenendo una pasta abbastanza dura.
Mettere in una forma per dolci quadrata o rettangolare, poi cuocere a 175° per 75 minuti.
Durante il tempo di cottura spennellare due volte con un una mistura di acqua, zucchero e succo di limone.

 

Con questa ricetta partecipo al contest “LE  FARINE” del blog  Lastufaeconomica

lefarine_lastufaeconomica-1

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0
Annunci

Yogurt che sembra panna e Pesce Vegan – sì, è proprio carnevale

View this post on Instagram

Buongiorno! La mia morning routine del momento 😜. Ovvero: Yogurt greco Intero Bio colato (e ri-colato da me la notte fino a farlo diventare quasi “panna”😍🔝lo avete mai fatto? FATELOOO! doppie proteine, tripla cremosità, nessun bisogno di aggiungere dolcificanti vari e artificiali, perché è troppo buono così😍 naturale, altro che wasamisu, acquamisù, gallettamisu “light” “fit” e “TRIST!”😜😂!💙), oggi #kiwi di frutta, #cacao, #cannella, Noci del Brasile in guscio, piglia i pavesini e affonda tipo paletta del gelato. 😍🔝😋 Vedrai che questo mi ci tira su dal letto😍, e col sorriso pure! #solocosebuoneesane . Com’è la vostra morning routine del momento a colazione quando siete a casa in ciabattones👡🙋🏻 che brancolate a occhi semichiusi in cerca della moka o della bustina del tè e non c’è una torta spettacolare stile reggia di Versailles sempre pronta sulla credenza da immortalare😁, insomma quella di tutti i giorni comuni🙌🏻, che vi rimette al mondo e vi faccia bene?? Buon martedì igers, qui si parte a cucchiaiate!😜😂☕️ #buongiorno #IFeelBetta #colazione #healthybreakfast #foodstagram #colazionesana #tiramisù #fullfat #healthyfats #colazionegolosa #healthyfood #braziliannuts #cinnamom #healthylunch #eatclean #greekyogurt #ricettasana #realfood #smartfood #healthyblogger #foodblogger #balancedmeal #foodideas #superfoods #eatgreen #selenium

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ecco come fare lo Yogurt super pannoso (ma senza panna!😁) della mia colazione routine preferita del momento, che è molto piaciuta –pare- su instagram, giro anche a voi con piacere come ho fatto: 😘,

Yogurt Greco ri-colato densissimo

Tu’prendi una ciotolina o tazza media e ci appoggi sopra un colino metallico con le maglie fini tipo quello del tè ma più grande come dimensioni (io uso quello con cui tiro su la pasta che è quasi trasparente come grana dei buchi) insomma che ci entri un vasetto di yog greco tipo da 500g così fai tre porzioni c.ca. Foderi il colino con una garza oppure con uno strofinaccio pulito che fa da ulteriore filtro.
Attenzione che il colino non tocchi il fondo della ciotola perché lì si scola il siero rimasto (ce n’è poco nel greco intero). Versi i 500 grammi di greco bianco intero tipo il totalfage e lasci colare fino a una notte 8 ore max. Più tempo ci sta più lo yogurt risulta sodo e pannoso.
La mattina tiri su la garza dal colino e butti via il siero, quello raccolto nello strofinaccio è il mega simil-mascarpone pronto da versare nella tazza da colazione.

 

View this post on Instagram

Beeeeenebenebene eccoci a pranzo!☀️ stiamo entrando o no nel periodo di carnevale? 💃 e allora scherzo di arlecchino sia😜, Pesce Finto! Ma Finto per davvero! perché il pesce: PUFF! manco c’è! 😜 Colori e coriandoli? Di verdura! daiiiii non mi dite che non lo conoscete questa preparazione classica, la mi nonna me lo faceva sempre, e io contenta sai!😍😂 e poi me lo faceva pure la mi mamma, e io contenta sai! e poi me lo facevano fare a me quando volevo pastrocchiare in cucina perché era semplice mi davano roba già tagliuzzata e io dovevo solo comporre con la fantasia (piccole artiste foodblogger borderline crescono😂) , e io CONTENTA SAI!!!🤣😂😂😂🙌🏻…. bene, noi ridiamo e scherziamo ma Questo è il mio pescio Vegan, 🌱sì😌, di patate, carote, spinaci, pomodorini secchi e cetriolini sottaceto…e il mare 🌊dov’è? Nelle superbenefiche ALGHE🍃!🙌🏻😍 (vedi il sopracciglio del povero pescio in espressione cagnesca😜un po’ come la mia a pensare che noi ridiamo e scherziamo sìsì😂, ma mo’ a lavorare ci devo andare sul serio😫) sapete che sono una miniera di proteine vegetali? Un superfood da abbracciare e da approcciare con buonsenso perché modulano fortemente la Tiroide in base alla mia esperienza, qui chiedo il parere prezioso delle nutriexperts @food.witch, @emanuela.caorsi , @dietistacontrocorrente 🙏🏻 di cui mi fido molto anche se non lo sanno🙈 , tipo: mi sorella che è ipertiroidea se le mangia piglia male 😱 (e pensare che è moglie di un giapponese! sì, siamo una famiglia sbilenca😂) Buon pome igerz🎉 Ricetta nel blog al più presto! #pescefinto #IFeelBetta #anni80 #healthyfood #foodiegram #cibosano #alghe #potatoes #mashedpotatoes #carnival #tomatoes #pickles #veganfood#seaweeds #funnyfood#ricettasana #realfood #smartfood #healthyblogger #foodblogger #balancedmeal #gomasio #mangiaresano #superfoods #eatgreen #sesame #veggies #vegan #vintage #homemade #foodblogger

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Pescio-finto Vegan senza pesce

Ingredienti x 1 pesciolino (1 porzione)

  • 1 patata gialla
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla bianca
  • 100g spinaci freschi -foglie
  • olive verdi o nere in salamoia
  • 2 certriolini sottaceto
  • 2 pomodorini semisecchi sottolio
  • sale
  • 1 ciuffetto prezzemolo(facoltativo)
  • sale grosso e fino q.b
  • mix condimento di Sesamo, peperoncino e Alghe in bustina

Procedimento:

Taglia a cubetti patate, carote e cipolla ben pulite e sbucciate e lessale insieme per 8/10 minuti in una pentola di acqua salata; con una forchetta senti quando sono morbide ma non sfatte, butta nella stessa pentola un pugno di spinaci in foglia e scola tutto ponendolo in una ciotola. Con una forchetta grande rigidaa o un passaverdura spiattella tutto come per fare il purè vero, aggiungi una cucchiaiata di olio evo e regola di sale, ottendendo quelle che la mi nonna chiamava le “patate mashé”. Se ti piace puoi spolverare con un po’ di prezzemolo appena tritato fine.

Adesso preleva una pallotta del composto e con le mani inumidite modella una specie di forma di pesciolo compatto su un piatto da portata, senza unire uova o latte o pangrattato: l’amido delle patate e delle carote farà da collante se lasciato brevemente raffreddare prima di modellarlo.

Sbizzarrisciti con la fantasia decorando il pescio finto con striscette di pomodorini semisecchi sottolio ben scolati, cetriolini sottaceto scolati e affettati fini, olive nere o verdi a rondelle, e cospargi il tutto con una manciata di semi di sesamo, peperoncino e  *alghe essiccate (si trova anche già pronto in bustine come mix-condimento, appeso nei gancetti sopra i banchi insalate dei supermercati forniti, io ho usato quello, molto pratico e gustoso senza essere invadente).

 

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Che gn-occhi pesti!

View this post on Instagram

Vi ggggiuro che non l’ho fatto apposta….però🤔 ehi effettivamente oggi è GIOVEDì!😜🙌🏻Gnocchi! Stupendamente boni mi son venuti😍😋Gnocchi integrali al sugo di noci, basilico e olive ! oddio come son buoni!!!! forse dovrei dirvi che, oltre che buoni, sono pure buoni. Secondo voi penso che siano buoni?? Magari li dovrei assaggiare meglio per capire quanto sono buoniiiii😂 Ricetta? Questi li rifaccio di corsa al prossimo pranzo con la family, anche perché mi sorella è in crisi nera😢 e ho voglia di tirarla un po’ su di morale con le mi bischerate …ehm perle di saggezza😜e così finalmente potrò dire anch’io RIDIRIDI che betta ha fatto gli gnocchi😂💃 (vabbè, il sugo😅che ci stava da Dio e lasciatemelo dire…era???? b….b…..B???😜). ottimo, momento di abbiocco😴, ho sonno, e una mareaaaaaa di roba del lavoro da fare, sono indietro!😫mi perdo in mille cose. che ansia. voglio un certificato di narcolessia giustificata!😂 Anche voi quando pensate che avete un sacco di roba da dover fare finite per farne ancora meno? Quando invece non hai da fare un cazzo finisci a fare un sacco di roba spontaneamente e anche meglio e andresti a diritto a mitraglia senza stancarti, vi succede? Via, scappo a far qualcosa che poi oggi pomeriggio sono al Tour di Storytelling 📸📱fotografico di @apple 🍏😍😍no per quello non sono stanca hahah😜però è FREDDISSSSSSIMO QUI😱😱❄️☃️pome e buon appe igers💙se volete vi scrivo la ricettina di sto piatto😍, come sempre poi la metto sul blog al link che trovate in alto sotto la biografia del profilo⤴️🤗. #IFettaBetta #gnocchi #sugodinoci #pesto #integrale #olive #foodshare #comfortfood #smartfood #foodblogger #foodideas #vegan #cleaneating #yummy #foodblog #italianfoodphotography #piattounico #pranzoveg #healthy #foodstsgram #realfood #onmytable #moodfood #cuisine #fillingup #nofilters #foodlove

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Gnocchi integrali al sugo di noci, basilico e olive

Ingredienti x 2 porzioni

1 confezione di gnocchi di farina integrale

50g di gherigli di noci

100g olive miste italiane verdi e taggiasche sott’olio

1/4 di spicchio di aglio

2 cucchiai di olio Evo

1 ciuffo di basilico fresco

2 cucchiai di latte o panna di avena non zuccherati (se necessario)

1 pizzico di peperoncino

sale

Procedimento

Semplice e veloce come sembra. Sgocciolare bene le olive dall’olio di conservazione ed eventualmente denocciolarle se intere. In un mixer fare un pesto veloce con le noci, un pezzettino di aglio, le olive verdi e nere, le foglie di basilico e una punta di peperoncino in polvere aggiungendo a filo prima l’olio extravergine ed eventualmente allungare con uno due cucchiai di latte o panna vegetale di avena per un sugo cremoso e delicato.  Frullare a brevi scatti per un minuto senza far surriscaldare la lama, lasciando che i pezzettini di noci e di olive siano ancora visibili e grossolani. Salare solo dopo aver assaggiato perché le olive sono un ingrediente particolarmente saporito. Con questa salsina condire gli gnocchi che avremo buttato nell’acqua salata bollente e poi scolati appena affiorano in superficie. Mescolare bene il tutto aiutandosi con poca acqua di cottura degli gnocchi e mangiare caldi 😋

Ho gli gnocchi pesti perché ho sonno😅

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0

Diamo a cesare un’insalata di Betta

View this post on Instagram

Igerz! Diamo a CESARE l'insalata di CESARE della Betta! E non se ne parli pppiù!😂😂😋ovvìa!!! Te, Bastianich, vai a mangiare al mcdonald.🙌🏻😂🙌🏻Boh che c'entra, nulla😅😆 ma per dire, iniziata oggi ufficialmente col Bollone e la crocesopra, per la Betta, la vera fase di riequilibrio e organizzazione alimentare di routine il più possibile salutare e istintiva, mettere a riposo l'organismo dei pastrocchi delle feste, con la ripresa a pieno dei ritmi quotidiani di famiglia lavoro e ispirazione artistica per la mia scrittura, ho bisogno di mente efficiente al 🔝 e non offuscata ricoperta da drappi dal famosissimo Velo di Maia-late🐷😂🍭🍫🎂🍬🎅🏼😅). Ho bisogno di mangiare tanto, e bene, e bello, cose che mi piacciono e danno benessere e forza e emozioni nello stesso tempo. Ma una triste fettina di petto di pollo alla Canalis può mai darmi benessere? No! Allora facciamolo così: Pollo, triptofano per l'umore e proteine, sì, poco, una volta ogni tanto ma che sia di buona qualità, no tutti i gg che esce dalla plastica degrassizzato e poi infarcito di tutto tranne che il povero pollo che era -forse- la roba più sana là dentro: se solo fosse ancora pollo, quello spiaccicato e ricomposto nelle vaschette.🤔 Mi inorridiscono i prodotti light, sono perversi, per non dire abbocca-allocchi. Insalata Bio, Pollo Cotto semplicemente (e qui diamo pure alla canalis quel che è della canalis via😆:sulla griglia e tagliato a listarelle, sale e pepe) , in un' insalata di fagiolini freschi scottati, sedano a lamelle, noci sbriciolate e vinagrette senza lesinare di olio evo, limone, sale e pepe. cubetti di pane di segale tostato. manco al Ritz Carlton di Londra me la fanno così bona (non esageriamo oh😅hahah) E se non è di Cesare, che me frega😂, tanto me la magno io!😍 Buona settimana grazie di aver letto la mi bischerata quotidiana #IEatBetta2018 #IFettaBetta #insalatadipollo #greenbeans #ricettasana #segale #detox #cleaneating #comfortfood #smartfood #foodbloggers #foodideas #nourishment #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyfood #instafood#foodphotooftheday #onthetable #mangiaresano #ricettecreative #cuisine #nofilters #creativity #pranzo

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Bettar salad😁 di pollo fagiolini sedano e noci

Ingredienti x 1 persona

150g petto di pollo biologico a fettine

200g di fagiolini verdi

1/4 cipolla rossa tritata

50g insalata misticanza di rucola e spinacini

1 gambo di sedano

sale e pepe nero

3 gherigli di noci

1 cucchiaio di olio extravergine

1 spicchio di limone o aceto di mele bio

Procedimento

Scottare per pochi minuti (6/7 massimo) i fagiolini spuntati e lavati in acqua leggermente salata insieme al trito di cipolla rossa

Scaldare una piastra antiaderente di buon qualità e quando è calda grigliare da entrambe le parti le fettine di petto di pollo senza farle troppo seccare, annerire o bruciare (1 minuto per parte a seconda dello spessore). Salare e pepare a fine cottura.

Tostare nel forno o in un tostapane brevemente 1 fetta grande intera di pane di segale e tagliarla a cubetti/triangolini.

Scolare i fagiolini e la cipolla, sgrondarli bene e porre in un insalatiera insieme a foglie di rucola e spinacino fresco, 1 gambo di sedano -foglie comprese- mondato e tagliato a lamelle, il pollo grigliato tagliato a bastoncini.

Sbriciolare sull’insalata i gherigli di noce, cospargere coi cubetti di pane e condire il tutto con una vinagrette di olio evo, succo di limone spremuto, 1 pizzico di sale e una macinata di pepe nero.


Epilogo

And that’all, folks. Buona settimana, vi lascio con una mezza frase di quel megabastardone s-antipaticone odioso sciamannato di C.G.Jung che -però- possarivoltarsidiinsonnia nella tomba in eterno psicanalizzando se stesso in eterno come un criceto😝- ha detto una cosa sacrosanta UNA degna di riflessione:

“Fin dal principio, il mondo è stato infinito e Inafferrabile”. 

Quanti sono invece i Vampiri emotivi che basano i loro puntifermi e cosiddetti Principii “coerenti e saggi e inquadrati”, sul Fermare e Frenare l’Altro dall’essere qualcosa che ai loro calcoli non quadra inchiodandolo con ricatti psicologici? Chiedimi di volerti bene perché di questo ne abbiamo ,non solo desiderio, tutti, ma bisogno, tutti. Non chiedermi di essere cosa non sono. Non chiedermi di far parte di una prigione di cui TU sei schiavo e per questo vuoi incarcerarci anche me come Tua unica via di fuga. Piuttosto, esci anche Tu a prendere boccate di LIBERO Niente🙌🏻

Like
0
Love
0
Ah Ah
0
Wow
0
Sad
0
Grrr
0