Ravioli zebrati al pesto di pomodorini e mandorle

Ravioli zebrati al pesto di pomodorini e mandorle

 
Sembrava ci fosse il sole☀️….e invece era un catorcio di giornata🤔😂…e io che stamattina già condivo il caffè col dolce pensiero che stasera mi sarei fatta passeggiatina rilassante con gelato😒

Domani per la Betta gran debutto come assistente del leggendario punto di riferimento del lifestyle toscano per eccellenza:

(pronti??) 📣Firenzespettacolo! 😱😍

.. e chi è che può dire di non conoscerlo?

oh! vi si lèva la cittadinanza eh!

Da sempre pietra miliare e vademecum di ogni fiorentino che si rispetti e che almeno una volta alla settimana si chieda “…e stasera icché si si fa??” …E sì, SONO EMOZIONATA😍. Perché , dopo una serie di: sudatissime trattative ultraformali😌, supervisioni di curriculum e studi😌, accordi😌, contrattazioni iperprofessionali….A SUON DI MESSAGGINI CON LE EMOTICON💃🙃😁😂, ringrazio @mr_firenze_spettacolo per l’opportunità e la fiducia riposta nelle mie qualità di foodreporter, foodwriter e foodie fuori dai soliti giri🙏🏻.

⭐️Zebrine ricotta e spinaci al pesto di mandorle⭐️

IMG_5590

Ingredienti x 2 pers

* 1 conf 250g di ravioli ricotta e spinaci normali o con pasta colorata ( i miei erano del pastificio De Cicco)
Per il pesto di mandorle
* 100g Polpa di #pomodorini datterini
* 1 cucchiaino doppio concentrato di pomodoro
* 15g #mandorle
* 4/5 foglie di #basilico
* 1/3 cucchiai di #parmigiano stagionato
* sale q.b.
* olio evo

 

Procedimento

➡️Frullare tutti gli ingredienti in un mixer versando l’olio a filo fino a ottenere un pesto cremoso.
Cuocere i ravioli secondo istruzioni e condirli mescolando delicatamente senza romperli , con il pesto preparato, appena diluito con poca acqua di cottura dei ravioli.

Come lo fate voi il pesto rosso? dite dite che non voglio dare al sole la soddisfazione di spengersi prima che io abbia assaggiato tutti i pesti possibili e immaginabili😂…buon Buriandì❄️, bloggerZ🤗

Annunci

Risotto cremoso agli spinaci e nocciole

Risotto cremoso agli spinaci e nocciole

…Credo di essere stata, veramente, una delle poche bambine al mondo che mangiava volentieri gli spinaci, senza far troppe storie e capricci quando erano in tavola, vi dirò di più, mi piacevano un sacco! Non ho mai creduto alla storia di braccio di ferro, voglio dì oh😆, mica volevo diventà quel vecchino brutto e spelacchiato con la pipa e i bicipiti 💪che gli spuntavano come due palline da tennis ogni volta che apriva una latta di spinaci e se la ficcava nel gozzo😌😱👎🏻, a dire il vero mi faceva pure un po’ paura🙈😂 , poi dai, gli spinaci che fanno bene non stanno certo ri-incarcagnati in una lattina da tonno😅. E lo sapevate, voi, che di tutti i miliardi di benefici che gli spinaci forniscono al nostro organismo, tra cui la luteina il betacarotene e il preziosissimo acidofolico, il ferro è quello alla fin-fine più trascurabile in termini di mg assimilabili?

beh non c’è bisogno di braccino per farmi mangiare gli spinaci: perché sono BUONISZsZSIMI!😍

Bloggerz, voi Siete del team spinaci Sì🙋🏻👍 o Spinaci nononò👎🏻?😁

(ma c’è poi una verdura che non piace alla Betta?🤔😂 ah sì ora che ci penso c’è!😱 però non è che NON mi piace, via, sta solo un pelino sotto, ed è la melanzana, da napoli in giù mi stanno prendendo per pazza😂)…spinaci: forse non sono bellissimi buttati lì sul piatto acquosi, come altri contorni più appariscenti e scenografici esteticamente, ma provateli in un RISOTTINO SPECIALE CREMOSO agli SPINACI freschi e NOCCIOLE tritate!😍

e VIA col verde🍃!

Buon martedì amici tante cose da fare e una faccia da sonno😫 che mi piglierei a schiaffi, sono una persona frenetica e nello stesso tempo pigra, che avete mangiato di buoniZZZsimo oggi? fatemi sapere se anche voi avete una verdura che di solito cucinate e amate mangiare meno💙

DCGAE9359

⭐️Ricetta riso cremoso di spinaci e nocciole mantecato al formaggio fresco

Ingredienti x 2 persone:

  • 160g riso Acquerello
  • 250g spinaci freschi ben puliti e lavati
  • Brodo vegetale fatto in casa (sedano,carota e cipolla) caldo
  • 1/4 di cipolla bionda
  • 40g Nocciole intere tritate
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 100g formaggio fresco spalmabile ( io oggi lo Stuffer)
  • 1 cucch parmigiano grattugiato
  • sale q.b.

Procedimento

Tritate grossolanamente gli spinaci puliti e lavati con un coltello.

In una padella da risotto fate rosolare la cipolla tritata con due cucchiai di olio evo, unite gli spinaci, salate, coprite e fate cuocere per 1 minuto.

Togliete il coperchio e fate asciugare gli spinaci leggermente.

Versate il riso nella padella con gli spinaci, fate tostare ed allungate poco per volta con il brodo vegetale caldo. Il riso non deve lessare in tanto liquido tutto insieme, ma bisognerà aggiungere il brodo poco per volta appena si assorbe, mescolando continuamente o spesso.

Portate a cottura il riso, circa 15/18 minuti.

Togliete dal fuoco e mantecate con il formaggio fresco, la granella di nocciole e poco parmigiano grattugiato, se necessario aggiungete un mestolo di brodo.

Lasciate riposare 1 minuto e Servite con ancora qualche nocciola e un cucchiaino di olio evo.

Due ricette oggi, per la memoria, sempre.

Due ricette oggi, per la memoria, sempre.

View this post on Instagram

…In occasione della Giornata della memoria domani 27 gennaio 🙏🏻 ho appena infornato un pane speciale💙, che porterò alla cena con Letteratura a cui partecipo stasera, insieme ad altri assaggini “in Tema” Ebraico e/o ingredienti tipici che ho ritrovato spesse volte citati nei libri sull’argomento (sapete che mi piace fare ste cosine🤗) e che mi sono andata a ricercare sul sito della favolosa @labna (la conoscete?? massima fonte e punto di riferimento quando si tratta di cucina e tradizioni ebraiche, se non lo avete già fatto oggi è l’occasione giusta per scoprire il lato culinario di questa cultura!) Per testarli prima di farla diventare una CenaConDelitto🙈😁😂, mi ci faccio il pranzo🤗, e intanto dal forno si sprigiona un profumino… io che coi pani in genere sono piuttosto incapace, pigra, e sinceramente svogliata, un pane così ricco, facile e fruttato non lo avevo mai fatto. Dopo lo posto😍 se non combino guai, laricetta è quella collaudatissima di @labna, veniamo alle salsine e alle verdure🍃 che sono invece più “pane” per i miei denti😜: simil-Hummus Vegan di lenticchie, spalmabile cremosissimo al rosmarino, pepe e curcuma, e Crauti al cumino fatti in casa, ricchissimi di fermenti lattici vivi (no, tranquilli, si chiamano lattici ma non c’è il latte! li avete mai fatti? sono un toccasana per la flora intestinale, altro che tubetti di bulgariHos, streTTococcos, Yam’n’kul, actiBell e Passivia😂😂.) Ricetta del patèVeg ➡️arriva sul blog (link alto in BIO) e qui nei commenti⤵️ questa cremina è deliziosa sul pane azzimo, normale, e sui crostini! 😋 E voi, preparerete o farete qualcosa di speciale in questo weekend? Buona giornata e weekend friends🤗, perché non si dimentichi oggi e -soprattutto- né Ieri né Domanilaltro💙 grazie di aver letto le mi bischerate e vicende quotidiane #cucinaebraica #lenticchie #IFeelBetta #hummus #healthyfood #vegan #homemade #sauerkraut #fermentati #ciboecultura #crauti #antipasti #patèvegetale #pane #instadaily #instamood #tradizioni #mangiaresano #foodideas #giornatadellamemoria #instafood #realfood #solocosesane #healthyblogger #foodblogger #ricettaveloce #cuisine #food #spread

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Patè vegan spalmabile di lenticchie aromatico facilissimo

Ingredienti x una terrina grande di salsa

  • 400g di lenticchie secche brune
  • Curcuma
  • Pepe nero in grani
  • 2 rametti di rosmarino freschi
  • 3 cucchiai di Olio extravergine di Oliva
  • Sale q.b.
  • 1 confezione di Tofu Seta (Silk Tofu) o formaggio fresco vegetale o crema di tofu in vasetto

Procedimento

Sciacquate e Cuocete le lenticchie secche brune senza ammollarle prima con acqua non salata fino a coprirle, per circa 25/30 minuti, salare solo a cottura ultimata, scolarle bene e semplicemente metterne 3/4 della quantità in un frullatore con 1 cucchiaio di curcuma in polvere, una macinata abbondante di pepe nero in grani e tre cucchiai di olio evo in cui abbiamo fatto rosolare due rametti di rosmarino per profumarlo bene, aggiungere mezza confezione (circa 70g) di tofu spalmabile tipo Silk/Seta o anche di “formaggio” fresco vegan e azionate il mixer fino a ottenere una cremina densa e vellutata, unite a questa salsa anche le lenticchie tenute da parte intere per arricchire la consistenza, aggiustate eventualmente di sale. Si conserva per 2 giorni in frigo pronto da spalmare😋 su ogni bendiddio, anche le dita😅 😍….. (ehi aspetta sulle dita NON è Vegan!🙈😂)🌱🤣

View this post on Instagram

Eccolo qua pronto per il trasporto alla cena!!!!! non è bellissimo???😍😍😍Il vegan Apfelbrot 🍏🍞 FANTASTICO di @labna !!!!! Pieno zipillo di mele, spezie, frutta secca e essiccata. Il profumo non potete capire anzi sì lo so che lo capite, paninari/e che non siete altro😂😂😂😜!!!😍🙏🏻💙 sto pane dolce contiene il mondo!!!! Sono supersoddisfatta ricetta Vegan🌱infallibile se amate il pane che sa di noci, semidolce, integrale, denso e appagante da condividere, come solo il pane che è simbolo sacro e la base della vita può essere, declinato in tutto il mondo e in tutte le culture. Io oggi ho scelto di plasmarlo così. 🙏🏻 . vi trascrivo la ricetta originale di @labna , voi andatevi a vedere anche la sua raccolta di ricette (tutte sane, per giunta🙌🏻) e ditemi qual è il tipo di pane che preferite di più al mondo. Io quello sciocco toscano (ovviamente😍😅🙌🏻), seguito dalla baguette🥖 , seguito da quello alle noci. Poi vabbé non è che una michetta la lancio dalla finestra eh🤣🤣🤣😂😂😂😘Buona serata e buon weekend igerz! #applebread #veganbaking #foodblogger #bread #apfelbrot #norefinedsugar #healthysweets #plantbased #annafrank #bookstagram #organic #fruitbread #panfrutta #giornatadellamemoria

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Apfelbrot

Apfelbrot direttamente dal blog di @labna (link originale a: http://www.labna.it/apfelbrot.html)

Ingredienti

750 g di mele pelate, tagliate in piccoli cubetti
250 g di zucchero
250 g di uva secca
200 g di mandorle pelate intere
1 cucchiaio di cacao
1 cucchiaio di acquavite
1 pizzico di sale
500 g di farina (io ho usato la integrale)
1 sacchetto di lievito per dolci
canella

Procedimento

Preparare le mele e lo zucchero un giorno prima: mescolare e lasciare in una ciotola coperta durante la notte.
Mettere tutti gli ingredienti insieme alle mele. Mantecare e lavorare ottenendo una pasta abbastanza dura.
Mettere in una forma per dolci quadrata o rettangolare, poi cuocere a 175° per 75 minuti.
Durante il tempo di cottura spennellare due volte con un una mistura di acqua, zucchero e succo di limone.

 

Con questa ricetta partecipo al contest “LE  FARINE” del blog  Lastufaeconomica

lefarine_lastufaeconomica-1