Tutti i rischi che si prende una Cima

Tutti i rischi che si prende una Cima

Di rapa.

Ma pure sempre, in materia di se stesso, una Cima 💙😜😌

View this post on Instagram

Lunedì di Decluttering a tutto campo per la Betta (oh, sì compreso l’esperimento collaterale di non usare più Snapseed per rimediare a foto oscene😂come conseguenza del processo😜) a tutto rischio e pericolo amici😱😂! Fo Piazza pulita, grandi pulizie a SanFredianooh😂, una specie di bonificazione di tante cose all’interno di me poi mano a mano intorno a me, cose che riguardano la mia vita, cose che riguardano i miei spazi, cose che riguardano la padronanza, la libertà e l’interpretazione del mio mondo. Strettoie e anguste ruggini mentali rimaste dall’infanzia e gioventù che in quel momento mi sembravano le uniche vie percorribili, che neanche poi appartengono né appartenevano alla mia personalità ma da cui ancora spesso mi faccio sabotare soccombendovi come il male minore rispetto al “rischio” di SCEGLIERE ME STESSA. Beh, alla luce di un sacco di roba, credo che stia metabolizzando dentro di me una certa voglia, un certo desiderio sempre più importante, di prenderselo questo fottuto rischio, con tutto il dolore che comporta e con tutto il bello⭐️ che porta. Sarà il nuovo anno, o sarà la febbre che scende e risale😂 ma io, Betta, mi sento proprio spericolata 😜😍. Celebro questo sentimento, nell’Essenzialità di un piatto di spaghetti quadrati alle cime di rapa saltate con aglio olio e peperoncino😍, niente altro, amore puro😍! (grazie per l’inspo @cucinoconpoco 😜🙏🏻). E voi che rischi vorrete prendervi quest’anno al di fuori della vostra personale comfort-zone?🙋🏻💙Buona settimana nuova🤗, see ya next time!! #IEatBetta #IFeelBetta #spaghettiintegrali #vegan #cimedirapa #broccolirabes #cleaneating #food4thoughts #foodblogger #food #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #healthyrecipes #lunch #instafood #photooftheday #onmytable #buonappetito #decluttering #healthy #nofilters #creativity #personalchallenge #vegancuisine #thefeedfeed

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Non è una vera e propria ricetta: A me oggi piace così, appena scottata e ripassata in tegame con aglio peperoncino e poi saltandoci gli spaghetti quadrati al dente e un filo d’olio evo. Voi come la fate, la pasta alle cime di rapa?

Annunci

Ricette della felicità

Ricette della felicità

Domenica e non sai cosa fare? 😂eh sì ti ci voglio vedere lì bellino a annoiarti ti ci vedo proprio tra un fondo di sacchetto di pop corn stantio aperto a feragosto (lo conservavi per vedere se i chicchi duri rimasti in fondo cominciavano a scoppiettare da soli animati di muffa-propria macerando nella loro stessa untuosità salina??? dillo! lo faccio anche io!🙌🏻) e una replica del dottor OZ/House/Stranamore/DetectiveInCorsia (per mega nerd il dottorWHO, se invece sei me stai interrogando sul web il dottorPanicoOnLine su ogni cosa che può andar male durante l’intervento chirurgico che ti immola domani al sacrifizio🙈😫 traendone spiegazioni rassicuranti😕) mentre il mondo intorno a te corre in su e in giù a impacchettare con carta gucci il magnete dei cinesi99cents, e a inventarsi il menu di natale vegancrudistafruttarianoetnico che lascerà tutti a bocca aperta perché perché stanno aspettando la dose di tortellini come tossici in piena crisi di astinenza??? Ecco! Ho la soluzione per te! Fatti un giro sulla mia pagina AmazonInfluencer dove colleziono per me e per voi i suggerimenti e i pareri sui prodotti preferiti della Betta😍, per i regali di natale, per te, per avere qualcosa di cui parlare e sparlare in giro con gli amici che seguono la Ferragni, spiazzali dicendo io do retta alla Betta, tiè. Àbbiano pure il coraggio di dire che “chi è sta sfigata?” Tranquilli. Di solito nessuno ha le palle di dire o sentire la verità. Andate sul sicuro.😂🙌🏻  ➡️https://www.amazon.com/shop/elisabettapendola

#Ifeelbetta

 

se poi viene fame questa per la serie diventata virale su instagram #menuantiabbiocco di Natale della Betta (aderite al progggggetto!) è la mia proposta di Primo piatto veramente alternativo in doppia versione: Vegeleggero e PesanteDevastazione per la sòcera da stendere al tappeto prima che vi svuoti le tasche e spenni alla tombola o al mercante in fiera, come tutti gli anni.

Due Proposte e idee di primi piatti di Natale/sansilvestro (entrambe senza glutine e senza uova/lattosio, e usando prodotti e materia prime certificati/e e accertati/e dalla spiga barrata)

IMG_2183

Gnocchi di Polenta integrale al ragù di lenticchie vegetariano

Ingredienti x 4 persone (1 teglia o 4 coccini monoporzione)

1 confezione (400g) Farina di mais per polenta integrale tipo valsugana istantanea

300g Lenticchie decorticate rosse secche

100g Lenticchie brune decorticate secche tipo di castelluccio

1 cipolla

1 gambo di sedano

1 carota

1 foglia di alloro

2 foglie di salvia

1 pizzico di sale

Q.b Pepe nero

3 cucchiai di olio extravergine di oliva

100g parmigiano reggiano grattugiato

Procedimento:

preparare la polenta istantanea come descritto sulla confezione portando a ebollizione l’acqua salata e mescolando continuamente con una frusta mentre si versa a pioggia la farina di mais integrale per circa otto minuti

Una volta pronta versare la polenta su un tagliere o un piano ricoperto di carta da forno fino a ottenere una base che una volta rappreso e raffreddato possiamo intagliare con un coppapasta o uno stampino da biscotti formando degli gnocchi alti circa 1 centimetro

nel frattempo fare il ragù veg di lenticchie partendo con un soffritto di cipolla, carota e gambo di sedano tritati sul fondo di una casseruola con 2 cucchiai di olio, mettere nella casseruola anche 1 foglia di alloro e 2 di salvia fresca ben lavati e aggiungere le lenticchie rosse e brune decorticate con circa 1 litro di acqua non salata. mescolare bene e cuocere per 20 minuti aggiungendo acqua al bisogno e girando di tanto i tanto finché le lenticchie sono stufate, ben ammorbidite e insaporite assorbendo tutta l’acqua.

Salare  solo a fine cottura assaggiando, e togliere la foglia di alloro e di salvia dal ragù di lenticchie.

Formare con un taglia biscotti dei fiorellini o semplicemente con un bicchiere dei cerchi dalla polenta stesa sul piano e intiepidita e riempire con questi una teglia rotonda grande o 4 singoli coccini unti con un filo d’olio sul fondo, in modo circolare e leggermente sovrapposti l’uno all’altro. (presente gli gnocchi alla romana? ecco, in quel modo). Lasciare nel centro una parte vuota che riempiremo di ragù di lenticchie come da foto e con un cucchiaio irrorare dello stesso ragù anche la superficie degli gnocchi.

Scaldare il forno in modalità ventilata e grill insieme (sempre secondo il vostro forno regolatevi)

Cospargere la teglia singola grande o le monoporzioni con un abbondante spolverata di parmigiano grattugiato e 1 cucchiaio di olio evo Infornare la teglia di polenta e lenticchie per circa 8/10 minuti a 190° finché la superficie comincia a gratinarsi formando una crosticina croccante e saporita.

 

Ricetta 2: Gnocchi di polenta integrale al cotechino e lenticchie

 

1 confezione (400g) Farina di mais per polenta integrale tipo valsugana istantanea

100g Lenticchie brune decorticate secche tipo di castelluccio

1 cipolla

1 gambo di sedano

1 carota

1 foglia di alloro

2 foglie di salvia

1 pizzico di sale

Q.b Pepe nero

100g di burro senza lattosio tipo accadì

100g parmigiano reggiano grattugiato

1 cotechino intero precotto

Stesso procedimento della versione veg con la variante di alternare -quando andate a riempire la teglia o le monoporzioni- ai cerchietti/fiorellini formati con la polenta delle fette di uguale spessore di cotechino precedentemente sbollentato  e riscaldato 30 minuti nella sua confezione di alluminio in una pentola con abbondante acqua e poi aperto con le forbici da un lato stando attenti a non bruciarsi e scolato del liquido formatasi nella confezione, privato della pellicina che lo ricopre e affettato.

Irrorare con fiocchetti burro e cospargere di parmigiano grattugiato e procedere a infornare e gratinare per 8/10 minuti in forno caldo venilato+ grill a 190°

 

Note della Betta:

per una versione 100% Vegana basta sostituire il parmigiano con il Parmiveg fatto di trito di mandorle + lievito alimentare (trovi migliaia di ricette valide online al riguardo) in scaglie reperibile nei negozi biologici, di prodotti naturali o online e che tra l’altro fa molto bene essendo ricco di vitamine del gruppo B. Vi ricordo comunque inoltre che su basi e studi scientifici nonché da effettivo amore e preferenza senza preconcetti il Parmigiano come formaggio NON contiene lattosio nel caso abbiate dubbi sull’uso del formaggio, a mio modesto parere impareggiabile nelle gratinature e importante fonte di calcio, raga, ventanni di osteoporosi mi insegnano qualcosina appena. Come sempre, Betta is: Zero fanatismo, 100% fai quello che ti va e ti piace, fatti il natale con chi vuoi, la tradizione è quella che crei vivendo. Emozionati, incavolati, fuggi, e w iddio che sei  te stesso. Chunque tu sia. vai bene. vai alla grande. Non mi stancherò mai di mangiare di ripeterlo. 😜

 

SalvaSalva

Sfoglia salata zucca fagiolini e arachidi

Sfoglia salata zucca fagiolini e arachidi

Che mi piacciono le verdure come argomento non è una novità. Sarà perché per ventanni ho mangiato (poche) solo quelle costringedomi a farmele piacere per forza perché dovevo trarci il massimo nutrimento possibile (impossibile, non ci si vive, lo sappiamo bene, servono a vivere bene insieme al resto di cose che fanno bene, in un personale equilibrio, succhiarci la vita dentro è costringere piuttosto il corpo poi a succhiare e divorare se stesso= andare contro se stessi, a qualsiasi livello emotivo o fisico= morte. fisica e psichica e emozionale, questo giusto per non scordarselo MAI, alla luce di quante persone guariscono trovando se stesse e di quante rovinosamente invece continuano a subire il fascino idiota dell’idiozia), ora che tranquillamente son capace di mangiarmi due etti di pasta bianca in bianco al burro per dire quanto non ho paura di nulla, finché rispetto come sono e come in definitiva mi garba pure essere, in realtà le cerco, le verdure verdurose😍. Anzi, trovo il modo di infilarle dappertutto. Mi fanno stare bene. Insieme al resto di ciò che mi fa stare bene che è: NON esclusione né terrore di alcuna possibilità che si armonizzi a me.  Sembra strano a dirsi ma io ho dovuto e fortunatamente potuto impararlo a dai 32 anni. (e ora n’ho 33 eh).

Ciò che non fa per me, imparo a rispettarlo, semplicemente non appartenendogli. E mai mai mai dipendente né succube.

View this post on Instagram

Buona doneniHa da Firenze e il gelo polare❄️!😱Per la prima volta – e io sento tanto il freddo sempre😭- oggi mi son messa i nuovi guantini U.S.A direttamente da Amazon😍 (le guardate no le mie liste di tutti i Best-finds e i miei super consigli per le idee e i must dello shopping del momento??: ovvero quelli che non ce l’ha nessuno😌 perché li scelgo senza seguire nessuna moda e nessun andazzo, ehbbbehh😜 insomma le statistiche dicono di sì😍🙏🏻cioè non so chi sia 😁😅ma mi ci surfano e curiosano in tanti poi magari è sempre lo stesso unico e solo che ci si intestardisce ci passa le giornate perché non sa usare internet vabbè😂 evviva! )Vi sono estremamente grata anche perché – come scriverò a breve nel blog, non fregandomene un cavolo dei meccanismi individualisti che regolano il lato ridicolo e mostrificante dei social in realtà io senza nessuna scorciatoia né mezzucci a dir poco viscidi (che mi sentirei più a mio agio a tapparmi il naso 🤢e fare una cavolo di escort hotline piuttosto, per la glacialità e superficialità di certe interazioni di puro opportunismo attraverso il web😒-per la cronaca, non la faccio eh, un c’ho iffisico😂né abbastanza pelo sullo stomaco😂) c’ho un sacco di persone VERE che mi leggono💙Oggi golosissima SFOGLIA salata family version🔝😋 Zucca Fagiolini e arachidi senza latticini con pasta sfoglia Vegan senza grassi idrogenati, cubetti di cotto magro e panna veg e nessuno si lamenta “ndo sta la pancetta e l’emmental”…c’è solo l’uovo fresco bio il resto è salute, ma sfiziosa😍. Ricetta ORA sul Blog link in alto in Bio insieme alle mie cronache e vicende. E ora chi viene con me a vedere LOVELESS 🎬e mi tiene le manine calde fino a arrivare al cine😍?Se lo avete visto com’è? Perché se no c’è anche l’opzione libro coperta e 🐱 che non è nienteniente male😜😍Buon pome ig friends see ya next time!💙 #IFeelBetta #december #recipeoftheday #quiche #pranzodelladomenica #pastasfoglia #vegetarian #dairyfree #recipebooks #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #eeeeeats #homemade #checosastaicucinando #photooftheday #instafood #foodaddict #yummy #foodie #foodlove

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ingredienti per una torta salata zucca fagiolini e arachidi.

1 rotolo di pasta sfoglia senza latticini né grassi idrogenati
3 uova medie

1 brick da 200g di panna vegetale senza grassi idrogenati (io panna di soia Alpro)

1 pizzico Sale

q.b pepe

100g Fagiolini spuntati

200g Zucca delica

30g Arachidi non tostate in guscio

100g Prosciutto cotto magro a cubetti

1 cucchiaino di Timo essiccato

1 cucchiaio lievito alimentare in scaglie

Procedimento:

Lavare bene e Mondare la zucca privandola della buccia -attenzione a non tagliarsi ve lo dico perché per me è un classico proprio con la zucca😂 infatti vi scrivo con due dita in meno SCHERZOOOOO😂) e tagliarla a cubetti non troppo grandi (circa 1 cm per lato)

Spuntare i fagiolini e privarli del filamento, lavarli e sgrondarli bene.

Sgusciare le arachidi e togliere la pellicina marrone di ogni coppia sbucciata.

In una ciotola sgusciare le uova, salarle e pepare, versare la panna vegetale e i cubetti di prosciutto cotto, le arachidi sgusciate sbriciolate grossolanamente e le foglioline di timo essiccate.

In uno wok o padella larcga scottare brevemente i fagiolini tagliati a metà, 1 spicchio di cipolla tritato e i dadini di zucca, on 1 cucchiaio di olio, appena finché si inteneriscono ma lasciandoli sodi e croccanti perché finiranno di cuocersi nel forno.

Foderare uno stampo a cerniera tondo di 25/30 cm di diametro con il rotolo di pasta sfoglia vegetale, lasciando alla base il foglio di carta da forno della confezione, facendolo aderire bene alle pareti.

Unire le verdure del wok o padella al composto di uova panna veg e cotto e mescolare bene. Aggiungere una cucchiaiata di lievito alimentare in scaglie che da un buon sapore “formaggioso” e fa le veci del parmigiano

Versare tutto il composto all’interno dello spampo e della pasta sfoglia e rigirare i bordi di pasta sopra il ripieno arrotolandoli formando un cordoncino uniforme lungo tutto il perimetro della torta salata.

Cuocere in forno preriscaldato a 190° per 25 minuti finché i bordi di sfoglia sono ben dorati e l’interno compatto rappreso e colorato.

Gustare appena intiepidita.

 

Nel frattempo fatevi fuori il resto delle arachidi, e che non mi/vi conosco, grullacci😜…

 

Film vincitore a cannes LOVELESS. Ultima chiamata a dirmi se vale la pena se no è LIBROSUBITO😁 😍dai dai ditemi che fa schifo il film così mi impigiamo e vo diretta al libro che non si vede che c’ho voglia della seconda opzione di pomeriggio domenicale😂

 

 

SalvaSalva

Focaccia pere gorgonzola e pinoli

Focaccia pere gorgonzola e pinoli

…..Vabbé ma non mi dite nulla del nuovo logo? 😂lo sento così tanto mio, sta roba la fo la notte coi gatti uno spiattellato sul mac padrone del mondo ma che è😱, già gli ho dovuto smollare il mouse come balocco per evitare danni più gravi alla parte compatta, e devo caricare di nascosto nei cinque minuti in cui sonnecchiano (con un occhio solo😂) e fare tutto senza cavi, quell’altro direttamente artigliato alla coda di cavallo senza ritegno. No ma fate pure eh 😜

Comunque😌

View this post on Instagram

La perfezione non è di questo mondo. La mia focaccia pere gorgonzola e pinoli sì! 😂Anzi, è direttamente nel mio forno gente😍😁 (Ricetta di un grande classico per la coppia di ferro formaggio e pere, nonché mio asso nella manica se come me non siete degli assi e dei gradassi😌😜 per fare sempre gli impasti in casa e infarinarvi impiastricciarvi il sabato che per me significa -aaaaa😱- trasformarsi per una mattina in cenerentola che ripulisce il macello delle sorellacce: “Peter 🐱🐾e Tobia🐱🐾”😂 -ma anche il mio , via 😂🙌🏻-, io la trovo davvero gustosissima, parte il balletto 💃quando ogni tanto la sfodero😜 oggi mi andava proprio, una vera golosità e per me non c’è pizza del sabato sera che tenga, lo weekend sfizio perfetto per me comincia con la focaccia bianca al formaggio. Se pensiamo che ero e sono una bambina così grulla che da piccola ero già una streghetta nera antipatica a tutti ordinando in pizzeria sempre e solo biancaneve😜, il gusto si evolve e moltiplica e contadinizza oh😂🍐🧀, ma il pomodoro con buona pace di anto’pummarò che sinceramente la fa meglio di me quella vera e la mangio se vo a napoli, il pomodoro lo metto nel caciucco io, e nella pappa😜😂 Ricetta ora sul blog link diretto in alto in BIO!💙⭐️⤴️) …e già che il forno è accesso, siccome c’avevo poca roba da fare no…è in corso le prove di un esperimento cervellotico che se viene bene finisce dritto dritto in pacchettini di natale insieme ai miei acquisti preferiti e best-found amazon (correte a darci un’occhiata se siete in cerca di ispirazione! utilissimo per organizzare tutti i regali comodamente da casa—>Link sul blog) E mo addentiamo un pezzo di paradiso, che sarà un pomeriggio infernale anche se ha le sembianze di un ghiacciolo, brrrrrrr!!!❄️have a great weekend of your tastes, ig friends see ya next time!#IFeelBetta #december2017 #recipeoftheday #creaconstuffer #weekendfood #pranzoitaliano #pizza #focaccia #natale #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #foodideas #foodlove #eating #vegetarian #pizzarecipe #incucinaconstuffer #photooftheday #instafood #onmytable #yummy #instagood #foodstyle #lifestyle #AmazonInfluencer

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ingredienti

(x 1 Focaccia pere gorgonzola e pinoli #IEatBetta💙)

-1 base per focaccia rotonda già stesa in rotolo (io uso la Stuffer che viene davvero croccante fuori e soffice dentro!)

-1 rametto di rosmarino fresco

-1 pizzichino scarso di sale

-1 e 1/2 pere abate

-80g gorgonzola cremoso dolce

-30g pinoli

-1 cucchiaio e 1/2 di olio extravergine di oliva

-Pepe nero q.b.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 200g

Stendere su una leccarda da forno un rotolo di pasta per focaccia di diametro rotondo direttamente con la sua carta, spianarla leggermente con i polpastrelli vicino ai bordi per ottenere un cerchio quasi perfetto nel caso notassimo fosse più allungata da un verso o più spessa e “alta” in alcuni punti

Lavare bene, asciugare e affettare verticalmente in spicchi e poi a fettine sottili mezzo centimetro una pera di qualità abate ( la cui buccia verde non troppo rugginosa non diventerà troppo scura in forno)

Disporre le fettine di pera a raggera a piacere sulla basa di focaccia e qualche aghetto di rosmarino fresco qua e là.

Cospargere di un pizzico scarsissimo di sale e irrorare con 1 cucchiaiata e mezzo di olio extravergine di oliva

Quando il forno ha raggiunto la temperatura infornare la leccarda con la foccaccia per 8 minuti finché le pere si ammorbidiscono e la base di focaccia comincia appena a dorare.

A questo punto prelevare la teglia e distribuire sulla superfice fiocchetti o fettine di gorgonzola dolce privato della crosta e una manciata di pinoli.

Infornare nuovamente per 3/4 minuti controllando spesso affinché il formaggio si scioglie, i bordi della focaccia diventano completamente dorati e fragranti e i pinoli tostati.

Sfornare e mangiare subito ben calda tagliandola in spicchi

Non aggiungere ulteriormente sale data la sapidità del formaggio gorgonzola ma una bella macinata di pepe nero in grani

SalvaSalva

Cremolata di cavolo nero spinaci e carote con Tofu alle mandorle e paprika

Cremolata di cavolo nero spinaci e carote con Tofu alle mandorle e paprika

Questo accadeva ieri:

View this post on Instagram

Buon grigercole😂igers ,pioggia pioggia nero pioggia grigio nuvole e ..toh!, un raggio di sole ☀️ ops è già andato via dove scappi!!! Nulla, se la tira vabbè😌oggi tutto il gg fuori, mattinata dalla psic, e se penso a tutto il lavoro che mi aspetta, neanche un minuto e panciola che brontola da un’ora, sulla via del ritorno aspetta che ti riaspetta il bus tutta ingorgata firenze basta na goccia d’acqua si imbottigliano tutti in via nazionale indo passo io stranooooo…son di fretta a casa non c’ho quasi nulla di veloce e pronto e devo anche andare a far la spesa base stasera, mi fermo dal benedetto pakistano che di solito maledico sempre perché mi vo vendere i noodles in busta 2 al prezzo di 3 (sì, sono una che c’ha la faccia evidentemente di chi si fa fregare ma lo piglia sempre in tasca perché io un mi fo intortare da nessuno) comunque oggi c’aveva tutto nascosto e losco il forziere delle cose ganze che mi ispiravano troppo e che secondo me lui manco sa di star vendendo: tutta na fila di prodottini bio e naturali ma un assortimentooo che non vi dico roba da far impallidire il naturasì quasi, tentatissima ho preso delle carotine colorate che per altro non avevo mai assaggiato e così le provo, e una serie di prodottiveg bellini bellini, crostini di kamut e di grani antichi, funghi shitake, platani moringhe e okre varie ecc, io occhi a cuore che ste robe non le trovo mai e non mi piace comprarle “per moda” ma questo sì che è un modo che mi garba: nel posto losco, diventano affascinantissimi. Oggi last minute ho fatto tardi e devo fare presto il raggio di sole scappato me lo metto nel piatto, l’insalata salva-vita di rucola, carotine multicolor, affettato alla curcuma e semi di lino, scaglie di mandorle e semi vari oleosi in dotazione amazon, creckers di kamut bio, davvero bella sana croccante colorata e allegra, si prospetta un pienissimo pomeriggio disorganizzatissimo ma almeno è a modo mio (mani ne capelli🙈😂) Buon appe buon lavoro e pome ig friends see ya next time 💙#IFeelBetta #instadaily #recipeoftheday #buonappetito #healthyfood #superfoods #cibosano #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #onthetable #foodlove #vegan

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Oggi in direttissima vicende e ricetta:

View this post on Instagram

buongiorno e buona colazione dalla mia tortina…non esattamente arrivata a farsi ‘immortalare’ intera🙈😂😅🙋🏻‍♀️: 🍐 Pere e cioccolato🍫 !! …bisogno di dire altro???😌😍😍😋😋…. (vi metto la ricetta nel blog 💙) …cioè a parte che non si vede per nulla che ogni mattina alla mia vita si aggiuge una pallina di natale, una lucina, una spezia a caso…. noooooo vero che dite 😂😂😂😂🤔🤔🤔secondo me non si nota che mi va di entrare in mood natalizio… eh??? 😂😂😂c’è una cosa però che SI METTE IN MEZZO TRA ME E LA CASA DI BABBO NATALE. Indovinate cosa????😺😺😺😺😺🐾🐾🐾🐾🐾 Buona giornata ig friends buon lavoro e non fatevi rompere le palledinatale da nessuno okkkkkei🙌🏻🙌🏻🙌🏻💙💙see ya next time #ifeelbetta #colazione #colazioneitaliana #breakfast #instamoment #instadaily #instafood #dolci #onmytable #foodblogger #foodlove #healthy #cookies #cakes #chocolate #pereecioccolato #fondant #food4thoughts #lifestyle #foodstyle #natale #dolcimomenti #thefeedfeed #lavitainunoscatto

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

View this post on Instagram

Buongiove pranzo💙, tra sole e nuvoloni io c’ho fame! 😂Assaggiamo un po’. Oggi mi sentivo creativa tra un file e l’altro durante il lavoro non vedevo l’ora di mettere in pratica l’idea di piatto che si stava piano piano materializzando nella testa (ma che in realtà mi sa che me lo so pure sognato) ma che era tutto da sperimentare: Crema di cavolo nero, spinaci e carote con tofu alla piastra e sbriciolata di parmigianoveg di mandorle alla paprika. Vi piace? E’ una ricetta che, prova di gusto in direttissima😋😋, è NOW sul blog😍 (link in alto nella BIO⤴️ ) nel compartimento roba salutare veg ecc in cui ultimamente mi sento particolarmente avviata😍 traendone beneficio… (ma tutto è salutare se fatto e gustato con presenza e amore!😍E io non sono lo sapete per i divieti, ci mancherebbe, mi piace dare un posto nella mia vita a tutto, con tutta la storia dietro di divieti e deprivazione con cui mi sono torturata 20anni come un’idiota, sì, come un’idiota esatto😒. Perché imprigionarsi in categorie armarsi di barriere e divieti autoimposti in una cosa che fortunatamente per noi dovrebbe essere solo fonte di libertà, proprio per questo mi piace spaziare a seconda dell’istinto e di quello che chiede il corpo e il cuore, come se non ci fossero già abbastanza muri fisici e mentali nel mondo a comprimere e angustiare e ostilizzare, vi pare? ad esempio io la “guerra” tra credi alimentari non la concepisco😡 – vabbè in realtà nessuna- ne abbiamo davvero bisogno di ulteriore odio, di fanatismo? Mangiamo quello che ci fa star bene nella nostra pelle e viviamo con curiosità e apertura, vogliamo rendere gratitudine a questa immensa fonte e simbolo di vita e di gioia che è la cultura e il piacere del cibo che più di ogni altra cosa forse ci rende uguali e meravigliosamente diversi? ma quanto penso, eh! tantaroba ) Buon appe buon lavoro e pome ig friends see ya next time 💙#IFeelBetta #instadaily #recipeoftheday #grilledtofu #buonappetito #healthy #superfood #solocosebelle#autumn #foodblogger #foodblog #italianfoodphotography #foodpics #food4thoughts #parmiveg #lovefood #lifestyle #vegan #mandorle #instamood #photooftheday #instafood #tastingtable #spicy #instagood #food

A post shared by Elisabetta Pend (@elisabettapend) on

Ecco la ricetta per un ottimo piatto unico 100% vegetale sano e equilibrato dei nutrienti

Cremolata di cavolo nero spinaci e carote con Tofu alle mandorle e paprika

Per 2 persone  Ingredienti:

-Cavolo nero toscano 200g

-Carote novelle 1

-Spinaci 100g

-Porro 1

-Brodo vegetale 1 bicchiere

-Firm tofu (tofu compatto) 250g

-mandorle sgusciate e pelate 50g

-semi di girasole 1 cucchiaio

-paprika dolce in polvere 1 cucchiaio

-paprika piccante in polvere 1 cucchiaino

-olio extravergine di oliva 4 cucchiai

-sale marino integrale 1 pizzico

-pepe nero in grani da macinare q.b

-Per accompagnare e completare: crostini di pane integrale o pane integrale tostato

 

Procedimento:

Lavare bene in una bacinella un 100g di cimette di cavolo nero bolloso toscano, 1 carota novella col suo ciuffo spazzolata, un bel mazzo di spinaci freschi, 1 porro privato della base e della parte esterna (lasciare pure un poca di parte verde darà sapore, useremo anche le foglie di carote per non sprecare nulla, sono commestibili e gustose), sciacquarli abbondantemente ripetendo il lavaggio due volte finché passandoli sotto l’acqua corrente in uno scolapasta non rimane nessun residuo di terra nell’acqua che scola.

Tagliare la carota a tocchetti e il porro a rondelle, e le cimette di cavolo nero in due o tre segmenti.

In una pentola a bordi medio alti versare tutte le verdure pulite e scolate insieme a 1 bicchiere di brodo vegetale meglio preparato in casa come al solito (carota, cipolla, prezzemolo, patata, sedano) e portare a ebollizione e lasciar cuocere finché le carote sono morbide, vedrete che quando le carote sono cotte essendo più coriacee nel frattempo le altre verdure saranno abbondantemente morbide.

Lasciare appena intiepidire questa pentola fino a che non andremo a frullarla.

Nel frattempo prendere due panetti di tofu compatto biologico da 125 g o uno singolo da 250g, tagliare ogni panetto in due sezioni a metà orizzontalmente per rendere delle fette più sottili di spessore, con del panno da cucina tamponare finché non perdano tutta o quasi l’acqua di conservazione e rimangano belli asciutti

Scaldare una griglia/piastra antiaderente e appena raggiunge la temperatura posizionare le fettine di tofu senza olio o grassi salandole da entrambe le parti e girandole delicatamente dopo 2/3 minuti per farle grigliare e dorare da tutti i lati. Spegnere la griglia e tenere in caldo.

A questo punto con un minipimer o frullatore a immersione frullare tutto il contenuto della pentola con le verdure fino a raggiungere una consistenza densa, cremosa, e leggermente cremolata, correggere di sale se se necessario ma vedrete che con il brodo sarà tutto saporito al punto giusto.

Stendere questa crema come letto su una fondina e adagiare sopra le fette di tofu grigliato.

Condire con due cucchiai di olio extravergine di oliva a crudo e il parmigiano vegetale.

Parmigiano vegetale di mandorle alla paprika:

Semplicissimo, in un mixer versare le mandorle pelate, i semi di girasole, la paprika dolce e quella piccante, un pizzico di sale.

Tostare questo composto per 1/2 minuti in un padellino su fuoco medio girandolo continuamente e appena si sente profumo di tostato spegnere il fuoco e con questo mix speziato alla parika esaltato nel suo aroma dalla lieve tostatura condire in superficie il tofu e la crema.

Buon appe see ya next time

Water, baby, water

Water, baby, water

Bettablogger buondì! Per i miei regalini di natale ho appena ordinato questo😍

portaburro a forma di balena troppo adorabile nel mio colore del cuore (non si vede eh😜) lo sto imponendo a chiunque ehm 😁ora lo piglio anche per me

Poiiiiiiiiiii per lavarsi la coscienza😂

ho scoperto e provato queste acque aromatizzate alla frutta fa vo lo se!!!! per me che non amo particolarmente il “non-sapore”  trinstanzuolo 😂dell’acqua neutra e liscia, sono una manna da’ccielo😍, altrimenti mi “scordo😅 casualmente” sempre di bere la giusta quantità di acqua ogni giorno e fa male, infatti a volte magari quando è freddo non so voi ma io proprio istintivamente la boccetta la rifuggo, è uno strazio un supplizio, e poi mi ritrovo con dei mega malditesta e lo sapevate che cala la concentrazione avere il cervello disidratato? (Vabbé poi se uno ce l’ha bacato e bucato di suo è n’altra storia😂 ma non vorremo certo averlo perché ci stiamo prosciugando eh, vogliamo essere grulli E idratati, noi🙌🏻 che i belli e dannati ce fanno😌 le scarpe) invece così, devo dire che la frutta si sente davvero, sono dolci, sono a zero calorie paripari come l’acqua, non contengono dolcificanti chimici o strani e sinceramente i gusti invogliano e è divertente trovare il mio preferito golosa diPer i frutta come sono, ora non vedo l’ora ti tirare un sorso!

 Adesso sono anche in superofferta😍 su Amazon ve l’ho detto che vi scovavo anche le più nascoste e imperdibili, beh, solo quelle che mi garbano da pazzi😁, poi se volete c’è anche c’è anche la lettieraWater😅 elettronico per miaos🐾 col timer ma presumo ne vogliate fare tranquillamente a meno della mia recensione per ora😂

Si può acquistare qui il mix Variety pack che ho provato io ancora per pochi giorni in supersconto, con Prime arrivano in 48ore, poi mi fate sapere se non sono ottime😍 e riuscite a bere di più in inverno, brrrrrrr😂, darètta alla Betta

Guardatevi anche la mia frequently updated personal page Amazon Influencer per tutti i suggerimenti, commenti e recensioni sui miei prodotti preferiti del momento😍da scoprire.

See ya next time💙