Frutto delle mie forze

Sognavo che accumulavo una barcata di punti sulla carta fedele dell’esselunga e mi dicevo da oggi si cambia! Invece del solito sconto sta volta mi piglio il regalo, e mi pareva un grosso cambiamento, una specie di traiettoria che si riallineava su un buon sentiero da imbroccare, nella metafora della mia vita. MI attirava il […]

Continua a leggere

Farsi spiegare il silenzio da un clacson

Nemmeno la letteratura, quella seria, la scampa. Era l’ultima cosa rimasta vergine e straniera a quel fagiolino mangiatutto del suo doverci essere. Camus non sarebbe affatto contento di venir spiegato (*ndr) da Saviano, forse Camus non vorrebbe nemmeno essere spiegato, vorrebbe rimanere un barbaro del pensare, e di certo un mezzo secolo fa non ha scritto […]

Continua a leggere

Ammirevoli previsioni

Io non ho capito la serietà o che test di attendibilità vacchereccia gli fanno per passare al vaglio del palinsesto, ma perché gli esperti su serenovariabile mi sbagliano il meteo che rientro in casa fradicia e quegli stessi mi azzeccano invece l’oroscopo che era una giornataccia?

Continua a leggere

Vado in giro 

Vado in giro la domenica mattina e chiedo a una, col viso dolce, vuoi essere la mia mamma? E quella mi risponde no, senti non ho spiccioli dietro. E mi pare pure giusto.

Continua a leggere