Parentesi caustiche

Più grande la fame di vita, più nazista il rigore inflessibile punitivo deprivante da imporsi, insomma, una strategia davvero vincente, Elisabetta: di tutto, piu ne hai bisogno… piu devi starne lontana. Ha una logica, no.  

Pausa cinica.

Concentrata sul mettermi e togliermi dai pastrocchi, esperimenti da cavia da spolpare, manco uno da consegnare alla scienza, da brevettare, tutti da archiviare con il bollino “cose da non fare mai a casa vostra nemmeno se siete esperti (?) e che non vi sognereste mai di infliggere al vostro più acerrimo nemico”. Un gran bel parco di divertimenti che divertente non è. Una gran gigantesca biblioteca di libri che insistono a farmi amare la vita e ci riesconl, ma che alla fine non me la cambiano mai.

Pausa ingrata.

Per dire, che ci metto proprio anima e’ còre per tassellare da perfettina il mio mosaicodimmmerda.

Pubblicato da

Pare che io sia il boss dell'intellighenzia universale.

3 thoughts on “Parentesi caustiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...