Alternativamente

E la donna viene uccisa da una corda sfilacciata da guardare per ore giorni mesi anni alla moviola scendere per Gravità ma forse Attrazione o richiesta, intermittente ma quasi continua come una ninnananna, invece che un colpo netto di pistola. E non si vorrebbe mai andare ad addormentarsi chiudere gli occhi stendere il velo pietoso e […]

Continua a leggere

Lettera orfana

Madre, quando hai finito di glorificare e scusare le Pagliuzze del mondo e notare in modo ostracizzante le Travi nei miei occhi e poi ti accorgi che nei tuoi hai una Baita allora se ne riparla. Con amore, figlia.

Continua a leggere

Quando tutte le strade

C’era un tempo in cui non ero nessuno, un tempo che non ero nessuno proprio, all’apice del limite minimo della non essenza perché non c’ero e un tempo che nessuno desiderava l’ennesimo nessuno da educare alla nullità propria e di tutto il resto, poi c’era un tempo in cui non essendo nessuno volevo essere qualcuno e anche […]

Continua a leggere

Diffidenze

Voialtri potete anche sì stancarmi, date pure il meglio, esibitevi, sono nata sbadigliando e già le impressioni di settembre erano dejavu, la ripetitività giustificante di feulleitton dichiarazioni di esistenza ma quante e proclami in copia seriale di voi stessi la improprietà di linguaggio e il ritorno ai luoghi comuni a conti fatti è per sottolineare delle nude […]

Continua a leggere

Talento per neologismi

Quanto è spessa la barriera tra il dentro e il fuori dove il fuori è tutti gli altri, proporzionale alla capacità di trattenere il respiro, aeriforme e insinuante come il radar di un missile squalo, ogni crepa una fuga di tossine, in direzione inversa. Dicono di fare. Poi dicono di non fare. Non ci pensare. […]

Continua a leggere